Overwatch: la modalità di gioco a ruoli scartata perché “non abbastanza divertente”

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Secondo Jeff Kaplan la modalità “411” mette troppa pressione su healer e tank

Molte persone all’interno della community di Overwatch continuano a lamentare l’assenza di una modalità a ruoli bloccati che, specialmente in competitivo, potrebbe evitare di avere composizioni inefficaci con sei DPS o senza nemmeno un Healer.

Secondo Jeff Kaplan, Game Director di Overwatch, questa modalità era stata presa in considerazione spesso durante il ciclo di vita del titolo. Come mai non è mai venuta alla luce? Semplice: non era divertente giocare con delle regole del genere.

Una modalità, chiamata “411”, era stata testata dai creatori di Overwatch. Questo tipo di gioco imponeva una restrizione: ci dovevano sempre essere un tank ed un healer in formazione. Nonostante Overwatch si basi sulla flessibilità, gli sviluppatori hanno dovuto riconoscere che, generalmente, per avere una composizione con qualche chance di vittoria almeno un tank ed un healer sono necessari.

È capitato a tutti, nel proprio gioco, di ricevere questi messaggi che indicano una composizione “errata”, che offre minori probabilità di successo

Come mai quindi la modalità è stata scartata? Semplice: non era abbastanza divertente. Questa è la spiegazione più immediata, ma ne viene subito aggiunta un’altra: il tank e l’healer della formazione, spiega Kaplan, subirebbero una pressione troppo forte.

L’assenza della 411, però, non impedisce ad altre modalità di gioco “bloccato” in una categoria di eroi di venire alla luce in futuro. Lo stesso Kaplan, infatti, ha rivelato che secondo lui l’idea di una coda per ruolo potrebbe diventare realtà. In quel modo, infatti, non solo si assicurano delle composizioni equilibrate ma ogni persona può mettersi in coda e giocare con il ruolo che preferisce.

Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli [email protected]_ su Twitter.