Overwatch: Guida a Reinhardt

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Benvenuti ragazzi a una nuova guida agli eroi di Overwatch! Il protagonista di oggi è Reinhardt!

Reinhardt

Martello a reazione

Attacco principale di Reinhardt, consiste in un martellata di 180° che colpisce con la stessa forza tutto ciò che si trova nella sua area di azione per un raggio davanti a se di 2 metri. Può essere orientata in qualsiasi direzione e se mentre si colpisce si ruota anche la visuale l’angolo del colpo del martello aumenta, fino anche a colpire a 360° intorno al nostro personaggio. Tra un colpo ed un altro c’è un piccolo intervallo in cui il nostro eroe si riposiziona, è inutile smashare compulsivamente sul mouse si può benissimo rimanere col tasto clickato. Il danno inferto dal nostro colpo e di 75 HP.

Scudo

Secondo potere principale di Reinhardt, crea uno scudo protettivo davanti alla sua posizione che copre tutto il nostro personaggio più altri 5 metri da entrambi i suoi lati. Lo scudo contribuisce pertanto sia in fase difensiva, andando a riparare la squadra e l’obbiettivo, sia in fase offensiva dove avremmo la stessa utilità ma andando a pushare sul nemico. Il miglior modo di sfruttare lo scudo di Reinhardt è passando per vie secondarie della mappa, molto spesso strette, in modo tale che gli avversari non abbiano troppi punti da cui colpire e il nostro percorso sia il più lineare possibile limitando l’efficacia dei nemici.  Secondo accorgimento, mai far cedere lo scudo soprattutto se si ha mezza squadra sotto il nostro riparo, i totali HP dello scudo sono 2000 e quando si giunge circa intorno ai 500 bisognerebbe spegnerlo e farlo ricaricare, ovviamente è bene prima comunicarlo agli alleati al nostro riparo. Il tempo di ricarica dello scudo da 0 a 2000 è di 10 secondi.

Carica

Prima abilità del nostro tank, Reinhardt mediante i razzi posti sul back dell’armatura, si proietta come un missile contro il nemico. La carica travolge tutto ciò che viene a trovarsi sulla sua traiettoria. A questo punto i nemici se targettati a dovere vengo stunnati, ossia vengo agganciati dalla carica e schiantati sul primo muro/ostacolo che si incontra sulla mappa, ottenendo un danno di 200 HP. Se invece il target non va a buon fine ma almeno riusciamo a colpire il nemico questo verrà schizzato via, ma non schiantato, comportando un danno minore per l’avversario, solo 50 HP. Da ricordare che l’unico modo in cui questa abilità esaurisce il suo effetto e quella di schiantarsi contro un muro, perciò non usatela in prossimità di burroni ne in lunghi corridoi rettilinei, se no si rischia o di suicidarsi miseramente o di caricare per un lungo tratto rimanendo alla mercè del nemico. Non abusate mai di carica, ne attaccate all’impazzata a meno che non veniate correttamente supportati dagli alleati che vi copriranno, altrimenti procedendo con un azione solitaria potreste sì conseguire un uccisione ma rimarreste scoperti nel campo del nemico avvicinandovi inesorabilmente a morte certa e lascerete sguarnita la vostra squadra del suo scudo primario per circa 30 secondi o più. Per padroneggiare al meglio questa abilità ci vuole grande precisione e allenamento per comprendere il momento giusto in cui attivarla. Il countdown per il riutilizzo dell’abilità è di 10 sec.

Dardo di Fuoco

Ruotando il martello davanti a se, Reinhardt crea un onda infuocata che danneggia tutti i nemici che trapassa, quindi il dardo non si interrompe sul primo nemico ma continua la sua corsa. Abilità assai utile in quanto il tempo di ricarica e sicuramente basso, solo 5 sec, e fornisce un danno maggiore rispetto a un colpo di martello primario, 100HP il danno inflitto dal dardo di fuoco. A differenza di quella precedente, consiglio di usare questa abilità il più possibile!

Schianto sismico

Siamo giunti alla ultimate del nostro Reinhardt! Schianto sismico crea un onda d’urto che colpisce il terreno in frontale rispetto al personaggio che raggiunge anche i 15 metri di distanza. Da ricordare che l’onda d’urto non si diffonde tutta intorno al personaggio ma di fronte a quest’ultimo stordendo i nemici che rimarranno a terra per 3 secondi nei quali potremmo finirli a piacimento, da soli o in compagnia.

In breve

Reinhardt è l’incarnazione del Tank per antonomasia, ottimo sia in attacco che in difesa, la sua caratteristica fondamentale è lo scudo, molto dinamico in qualsiasi tipo di situazione e assorbe una quantità enorme di danni. Come già detto, tenuto conto anche dell’estrema lentezza del personaggio, mai azzardare un azione in solitaria se non adeguatamente sicuri e supportati dai compagni. E’ il tank più “classico” di overwatch, ottimo per principianti anche se per padroneggiarlo al meglio ci vuole un minimo di pratica, soprattutto per capire il momento esatto dell’utilizzo delle abilità.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701