Numbani, la Città dell’Armonia!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Eccoci qui per un nuovo appuntamento con il lore di Overwatch! Oggi, ci occuperemo di Numbani, la città dove è ambientata una delle mappe più originali del gioco!

numbani

Situata tra Ghana e Nigeria, lungo la costa occidentale dell’Africa, Numbani è il simbolo di una grande utopia: la speranza che omnic ed esseri umani possano lasciarsi alle spalle il sangue e la devastazione della Crisi degli Omnic e vivere fianco a fianco per costruire un futuro di prosperità. La sua bellezza mozzafiato, la sua tecnologia avanzatissima e gli ideali di pace che la governano fanno di questa città un luogo unico al mondo.

Oggi, NumbY6AbNnEani è divenuta una meta irresistibile per turismo ed eventi, come dimostra la nascita della Numbani Tours, un’agenzia di viaggi che organizza vacanze nella città-utopia. Perfino il nostro Lucio non ha saputo resistere all’idea di un pubblico composto di umani e omnic assieme e, come alcuni manifesti sparsi per la mappa in-game ci dicono, dovrebbe tenere a breve un concerto proprio a Numbani.
Di recente, per di più, è stata annunciata l’apertura di una mostra su Doomfist. Ancora una volta, l’informazione proviene da cartelloni sparsi per la città e da un breve video di news sulle Industrie Volskaya, dove si vede la notizia passare in sovrimpressione. Ciò sembra però quasi un controsenso, alla luce di quanto rivelato durante lo scorso Blizzcon su Numbani, che ci è stato detto essere minacciata proprio da un malvagio di nome Doomfist. Il mistero che circonda quello che è uno degli indiziati speciali per diventare un nuovo eroe giocabile in futuro, però, è materia per un altro giorno.

Prima di salutarci, per oggi, vorrei sottolineare un’ultima cosa. Qui si parla di un luogo tecnologicamente avanzatissimo e di un faro di tolleranza in un mondo diviso da un odio razziale così profondo da aver scatenato una guerra totale. Nell’ipotetico futuro del mondo di Overwatch, questa città incredibile si trova in Africa, attualmente il continente più arretrato sia dal punto di vista scientifico che da quello dei diritti umani. Alcuni hanno trovato questo fatto un’ingenuità degli sviluppatori, ma a mio parere è un espediente narrativo geniale: il mondo del futuro comincia nel luogo che è ragionevole credere abbia subito più di ogni altro le conseguenze della guerra. Da un inferno di fame, povertà e dolore nasce Numbani, creata da macchine stanche di essere viste come assassini senza pietà e da persone che hanno patito sofferenze indicibili, per colpa sia di omnic che di umani. La loro precedente arretratezza tecnologica potrebbe anche aver contribuito a rendere questa gente meno timorosa delle macchine e a vederle ancora come una possibilità di crescita per il futuro piuttosto che una minaccia terribile.

Il messaggio di tolleranza simboleggiato dalla storia di Numbani è uno dei più belli mai inseriti dalla Blizzard nei suoi giochi.


Numbani_010