Speciale New York Excelsior: conosciamo meglio gli XL

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Attraverso un nuovo approfondimento, Blizzard ha voluto far luce sui New York Excelsior, uno dei 12 team protagonisti della prima stagione della Overwatch League che rappresenterà appunto la grande città che non dorme mai.
A parlare in questo speciale è stato anche Farzam Kamel, dirigente di Sterling.VC (la venture capital a capo dei New York Excelsior) che ha anche voluto sottolineare come, almeno per il momento, la franchigia di Overwatch degli XL non abbia rivalità particolari con nessuna delle altre squadre protagoniste anche se, storicamente, la città di New York trova in Boston e Filadelfia le sue più dirette antagoniste sportive (ed entrambe hanno anche una squadra che le rappresenta nella medesima Lega).

Cosa ne pensate dei New York XL? Quale delle squadre della costa EST degli Stati Uniti potrebbe, dal vostro punto di vista, prevalere sulle altre?

L’isola di Manhattan, 60 chilometri quadrati di vetro, acciaio e Central Park, ospita oltre un milione e mezzo di persone provenienti da tutti gli angoli del mondo. La densità di popolazione è superiore ai 18.000 abitanti per chilometro quadrato, la più alta del Paese e una delle più alte del mondo. Con una domanda così alta, il costo della vita a Manhattan è a livelli astronomici. Ma perché? Cosa spinge un milione e seicentoquarantamila persone a stiparsi in questa lingua di terra racchiusa da un vasto territorio molto più spazioso?

Farzam Kamel

“Ci siamo ispirati a questi aspetti quando abbiamo creato il franchise: gente che si è fatta da sola, umile, affamata, affascinata da New York e con abbastanza talento da fare tutto ciò che è necessario per avere successo nella vita.”

—FARZAM KAMEL

“New York è il più grande melting pot culturale del mondo, dove ogni lingua e ogni comunità non solo sopravvive, ma prospera,” afferma Farzam Kamel di Sterling.VC, la venture capital a capo dei New York Excelsior, o NYXL. Kamel, cittadino di New York, adora l’identità audace, ambiziosa e instancabile della città. Se si è giocato bene le sue carte, i NYXL imbriglieranno questa energia e perpetueranno l’incredibile eredità sportiva di New York anche nell’Overwatch League.

UNA SQUADRA DAL TALENTO COMPROVATO

Alcune squadre dell’Overwatch League hanno puntato tutto su nuove combinazioni tra giocatori provenienti da tutto il mondo. Gli Excelsior si sono invece diretti verso il fulcro mondiale del gioco competitivo di Overwatch, la Corea del Sud, reclutando una squadra di campioni con credenziali ben consolidate. Questa mossa, audace e ambiziosa, è stata fatta con un solo scopo: dominare l’Overwatch League.

“Overwatch è un gioco che richiede una squadra con varie abilità e una grande alchimia tra i suoi membri,” dice Kamel. “Abbiamo quindi cercato di creare una formazione con giocatori che avessero già giocato insieme, invece di creare una squadra da zero, allenata da uno staff esperto che, dati alla mano, ha cercato di instillare nei giocatori una cultura vincente sin dal primo giorno.”

Going Up

SEMPRE PIÙ IN ALTO

Dal Ponte di Brooklyn all’Empire State Building, New York non è abituata a fare le cose in piccolo. Ecco perché gli Excelsior hanno scelto questo nome, che in latino significa “sempre più in alto”, abbreviandolo in una sigla che indica chiaramente tali eccessi: XL.

Se questo sembra un modo fin troppo orientato al business di gestire una squadra di eSport, beh, è così: gli Excelsior mirano a essere la squadra più ambiziosa, calcolatrice e furba dell’Overwatch League. Ciò non significa che la gestione è in mano a dei freddi e arrivisti calcolatori. La proprietà possiede “solo” un approccio onesto, logico e cerebrale all’ambiente competitivo di Overwatch perché lo ritiene il modo giusto per assicurarsi che New York venga rappresentata da dei vincitori sin dalla stagione inaugurale.

“Ogni decisione che prendiamo per questo franchise è per il bene della città,” sostiene Kamel. “Questo significa non solo ottimizzare le prestazioni, ma anche reclutare e allenare giocatori con un buon carattere, entusiasti di rappresentare la città di New York e di costruire un rapporto autentico con i fan locali di Overwatch, numerosi come pochi altri nel mondo.”

Scott “BEARHANDS” Tester, direttore dei giocatori dei NYXL, è un esuberante pilastro della community di Overwatch che chiaramente ama il suo lavoro (“Non vedo l’ora,” mi ha scritto quando l’ho invitato a illustrarmi le personalità di ogni giocatore).

“[Park] “Saebyeolbe” [Jong-yeol] ha giocato nella World Cup e usa Tracer come pochi altri al mondo,” dice Tester. “Gioca anche molto bene con Roadhog.”

Biggest Rivals

I PIÙ GRANDI RIVALI NELL’OVERWATCH LEAGUE?

Boston e Filadelfia sono i rivali più logici di New York. Ci sono molti motivi, principalmente d’orgoglio, che spingono una squadra a voler essere la migliore della costa orientale. “A parte questo, le rivalità si costruiscono con la storia e noi, come franchise, dobbiamo ancora scriverla,” dice Farzam Kamel di Sterling.VC. “Siamo ansiosi di iniziare la competizione e sviluppare delle rivalità non appena la prima stagione avrà inizio.”

Ha qualcosa di ugualmente positivo da dire su ogni membro della squadra. Sentirlo mentre la descrive fa pensare che i NYXL abbiano i migliori giocatori del mondo per ogni ruolo. E forse è davvero così.

Ne avranno bisogno, perché i NYXL non vogliono solo vincere la stagione inaugurale: vogliono dar vita a un franchise che porti a casa un campionato dietro l’altro per quella che ritengono la più grande città del mondo.

“New York è un crogiolo internazionale di moda, media, entertainment e sport,” afferma Kamel. “Abbiamo due squadre professionistiche per ogni sport di rilievo del Paese e un numero impressionante di location da riempire con fan estremamente appassionati. Abbiamo pensato a questi aspetti creando il franchise, dal nome al logo, dai giocatori ai coach che sono venuti a New York come molti altri prima di loro nella lunga storia della città: gente che si è fatta da sola, umile, affamata, affascinata da New York e con abbastanza talento da fare tutto ciò che è necessario per avere successo nella vita.”

Non sono dichiarazioni da poco, ma centrano l’obiettivo: i NYXL amano la loro città e hanno intenzione di dimostrarlo chiaramente non appena avrà inizio l’Overwatch League.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701