New York e Parigi vincenti nella prima del nuovo stage!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Questa notte è ufficialmente iniziato il secondo dei 4 stage del 2019 della Overawatch League, competizione internazionale dell’omonimo titolo FPS Blizzard con in palio milioni e milioni di Dollari.
Il primo stage è stato vinto, lo ricordiamo, dal nuovo team dei Vancouver Titans che è riuscito a non perdere mai in neanche una singola sfida dell’intero primo stage.

Ieri sera sono quindi riprese le sfide del Campionato dopo la solita pausa di qualche giorno tra uno stage e l’altro e durante questa sono state diverse le notizie relative al mercato della OWL avendo assistito a vari trasferimenti…alcuni dei quali davvero importanti (come quello relativo al ritiro di Dafran).
La prima partita ha visto protagonisti i New York Excelsior contro i Philadelphia Fusion, con il team Newyorkese che è riuscito a vincere con molta facilità e con un netto, ed incontrovertibile, 4-0.
I Fusion non riescono mai ad impensierire Jjonak, Libero e Meko e per gli Excelsior giunge una vittoria sicuramente meritata che dimostra quanto potenziale abbia questo team…l’unica domanda che resta ancora “appesa” è: come è possibile che questo team domini il campionato ma perda ai playoff contro quelle stesse squadre che “ara” durante la fase di regular season?

Gli Excelsior, prima dell’inizio della sfida

L’altra sfida finita con un netto 4-0 è stata quella tra Parigi e Guangzhou con gli europei che sono riusciti a spuntarla sui cinesi diretti avversari in classifica.
La vittoria degli Eternal è forse stata ancor più netta di quella degli Excelsior sui Fusion, con Soon e Shadowburn che hanno guidato alla perfezione gli attacchi nei primi due round, lasciando addirittura a zero i Charge che riusciranno a trovare il primo punto parziale (che resterà comunque inutile ed ininfluente ai fini della sfida) solamente nel round 3.

Soon, pochi istanti prima della sfida contro i Charge

Nelle altre due sfide la questione è stata sicuramente più bilanciata rispetto alle due appena citate. Sia i Dragons che i Reigns (orfani di Dafran) perdono ma lottano come leoni lasciando il risultato incerto fino all’ultimo istante dell’ultimo round.
Queste sono sicuramente le partite che vogliamo vedere, e fa molto piacere vedere come lo Stage 1 dei Dragons non sia evidentemente stata una semplice “fiammata” di competitività dato che i ragazzi anche oggi hanno dimostrato di esserci e di potersela giocare tranquillamente anche con i team della parte alta della classifica. Contro i Gladiators i cinesi giocano bene e riescono anche a vincere il primo round, obbligando Los Angeles ad una reazione immediata e decisa.
Stesso discorso per i Reign che nonostante le perdite registrate durante la pausa a livello di roster riescono a contenere i sempre solidi Uprising, ora stabili in quarta posizione davanti ai Fusion con 5 vittorie e 3 sconfitte.

Il roster degli Uprising schierato nel Round 1 contro i Reign

Stasera le grandi sfide riprendono cara community, con le altre squadre del lotto pronte a sfidarsi per questo importante “day 2” del secondo stage iridato!

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.