Lore di Overwatch: Oasis, il paradiso della scienza

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Benvenuti ad un nuovo appuntamento con la lore di Overwatch!

Oggi ci occuperemo di quella che è la più recente novità introdotta nel gioco, la mappa Oasi, in prova da poco più di una settimana sul PTR. Ovviamente, Blizzard ha come sempre fornito pochissime informazioni sulla storia del luogo, ma altre giacciono nascoste nella mappa stessa e c’è già molto di cui parlare (e speculare) su questo nuovissimo pezzo del mondo di Overwatch che abbiamo solo iniziato a scoprire.

screenshot_16-12-05_15-04-43-000

Cominciamo dall’unica descrizione ufficiale di Oasi, fornitaci dalle patch notes del PTR:

“Oasi è una delle città più avanzate al mondo, un torreggiante gioiello che sorge nei deserti dell’Arabia. Un monumento all’ingegno e all’inventiva umana, una città dedicata al progresso scientifico senza limiti e restrizioni, fondata da studiosi e ricercatori di tutta la regione. La città e i suoi abitanti sono governati da un’assemblea delle menti più brillanti, che possiedono più di un segreto che potrebbe attrarre l’interesse di potenti organizzazioni di tutto il mondo.”

Ci troviamo dunque in Medio Oriente, in un vero e proprio paradiso della tecnologia e della ricerca scientifica, dominato da una congregazione di Ministeri, informazione non presente nelle note in italiano, dove viene semplicemente definita “assemblea”. Si tratta dunque di un governo di scienziati, come ci conferma Winston in una delle sue voice line dedicate. Ma le informazioni forniteci dagli sviluppatori non si fermano qui e, come abbiamo detto, gli indizi nascosti nelle tre parti di Oasi sono molteplici.

oasis-20-300x169

Lo youtuber Hammeh ha svolto un’analisi molto approfondita della mappa, scoprendo che in effetti i Ministeri sono quattro, ciascuno con la propria specializzazione scientifica: Fisica, Biologia, Geologia e Genetica. Questo si può dedurre dalla traduzione dei vari poster in arabo presenti in tutta la mappa e dai simboli ripetuti sui muri sia del Santuario, che Hammeh ha identificato come l’università della città, che dell’Altare, che sembrerebbe essere un luogo all’interno del Ministero della Biologia, vista la foglia presente su molte delle pareti.Sotto l’egida e la guida di quest’enclave di menti geniali, Oasi ha prosperato, una vera e propria Dubai del futuro votata all’avanzamento della tecnologia.

Questo è evidente anche solo facendosi una passeggiata per la città, cosa che personalmente ho fatto nei panni di Symmetra, la quale non solo sembra gradire il luogo, ma ha addirittura espresso l’interesse della Vishkar Corporation nell’insediarvisi (“La Vishkar Corporation sarebbe lieta di stabilire una succursale qui”). Partendo dall’architettura fino ai veicoli, che vanno dalle automobili modello Snail pubblicizzate nei cartelloni alle barche a vela ad alta tecnologia che vediamo navigare placidamente nella baia, tutto a Oasi sembra gridare al progresso e alle potenzialità della scienza umana. E i “segreti” dei Ministeri di cui parlano le patch notes potrebbero riguardare molte diverse aree del sapere, compreso il potenziamento dell’essere umano stesso.

Hammeh ha teorizzato che alcuni dei negozi presenti in città, “Giovinezza Rinnovata” e “Super Umani” (tradotti dall’arabo da Ally R), potrebbero proprio fornire questo genere di servizio, che si tratti di un fattore puramente estetico o di qualcosa di più radicale, però, non ci è dato saperlo. Che sia proprio qui che Sombra ha ottenuto i suoi impianti? D’altronde, la città sembra avanzatissima anche nel campo della robotica, visti gli inservienti omnic presenti nell’hotel, punto di partenza di una delle mappe, e nel ristorante Al Alabi.

screenshot_16-12-05_15-10-17-000

Parlando di Sombra, per altro, in molti abbiamo subito pensato che Oasis possa costituire un nuovo tassello del grande complotto che lei sta cercando di smascherare. Le ricerche dei Ministeri hanno attirato l’attenzione delle grandi corporazioni mondiali e, in effetti, è difficile credere che dietro la facciata paradisiaca della città non si nasconda un centro nevralgico di intrighi e spionaggio industriale. Nella zona di partenza del Santuario, ad esempio, vediamo direttamente uno dei laboratori dell’università, dove alcuni droni sono impegnati a studiare degli artefatti, tra cui uno che sembrerebbe essere qualche genere di antimateria contenuta da un campo gravitazionale.

Insomma, si parla di tecnologie all’avanguardia e potenzialmente pericolose, proprio il genere di ricerche che attirerebbero l’attenzione delle Industrie Volskaya, della Vishkar o della misteriosa organizzazione con il simbolo dell’occhio che abbiamo visto nel corto su Sombra.

Un’altra connessione, evidenziata ancora una volta da Hammeh, potrebbe essere quella fra Oasi e Mercy. Lo youtuber ha infatti notato che l’ultima posizione conosciuta della dottoressa Ziegler è proprio il Medio Oriente, come ci mostra Winston durante il corto Rinascita. Non solo, ma nel teaser trailer cinematografico del gioco la vediamo salvare una bambina dalle macerie di una città con grattacieli altissimi che potrebbe essere Oasi o un’altra città mediorientale.

Ovviamente è pura speculazione, ma che stia per arrivare il momento di un corto o un fumetto su Mercy, che ci sveli qualcosa in più sui Ministeri e il loro lavoro? Che la brillante dottoressa svizzera, dopo la fine disastrosa di Overwatch, sia volata in Medio Oriente per collaborare con gli scienziati di Oasi?

674942

Come sempre con gli indizi lasciati da Blizzard, tutto è possibile e non ci resta che attendere nuove rivelazioni. Per oggi, invece, è tutto. Fateci sapere nei commenti e sui nostri canali social cosa ne pensate di Oasi e di tutte queste speculazioni! Che ne dite, vi piacerebbe saperne di più sui Ministeri? E su Mercy?