Loot Boxes vietati in Belgio: a rischio Fifa, Overwatch e Cs:Go!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Attraverso una nuova nota pubblica il governo dello stato del Belgio, presieduto dal Primo Ministro Charles Michel (politico del Movimento Riformista, in carica dal 2014) ha fatto sapere che tutti i Loot Boxes sono da ora considerati “gioco d’azzardo” e che gli sviluppatori hanno 8 settimane per rimuoverli dal gioco.
I titoli protagonisti di questa inchiesta sono stati 4: Fifa, Overwatch, Counter Strike: Global Offensive e Battlefront 2; di questi quattro soltanto l’ultimo è stato escluso dalla lista dato che, almeno al momento delle indagini da parte del Governo Belga, non erano presenti sul titolo contenuti per la forza politica riconducibili al gioco d’azzardo.

Per gli altri tre giochi invece, Fifa 2018Overwatch e CS:Go, il Governo ha dato 8 settimane di tempo per risolvere questa situazione chiedendo ai publisher l’eliminazione dei loot boxes dal gioco e se questa situazione non si risolverà in qualche modo i tre titoli in discussione rischiano di non essere più disponibili per i giocatori.
Al termine delle 8 settimane infatti, se Blizzard, Valve ed EA Sports non avranno trovato una soluzione che soddisferà il governo belga, questo potrà anche decidere di proibire la vendita dei 3 titoli all’interno dei suoi confini.

Cosa ne pensate community? Come potrebbe svilupparsi in futuro il rapporto tra i publisher e le forze governative dei vari stati in merito a situazioni come questa?

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701