La storia dietro il singolare logo dei New York Excelsior

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dodici team in corsa per l’Overwatch League, dodici emblemi incarnano ciascuno lo spirito della propria squadra e della città di appartenenza. Tra tutti spicca quello dei New York Excelsior. Non per spettacolarità o colori, ma perché fra gli altri emblemi sembra fuori posto.
Mentre i loghi degli altri team sono appunto molto colorati e fanno sfoggio di figure animali o cartoonesche, il logo dei NYXL è semplice, sobrio, elegante.
Il design è curato da Mother Ney York, artefice di progetti in collaborazione con Nike Golf, Reebok, New York Fashion Week, per citarne alcuni.

Non vi è dubbio che il  team incarni al massimo lo spirito della grande mela, facendosi carico del motto ufficiale della città (appunto, Excelsior). Il logo vuole rappresentare anch’esso lo spirito di una città sempre con un piede nel futuro, così Mother New York se n’è uscita con questa bandiera dalle linee blu elettrico su uno sfondo blu notte. Un design non per tutti i palati a quanto pare, dato che è stato accolto abbastanza tiepidamente dalla community.

L’intenzione era quella di spiccare al di sopra del resto dei team con un logo non convenzionale, e un po’ “più avanti degli altri”, come Spencer Gervasoni, il brand strategist di Mother New York ha dichiarato a Dot Esports. NYXL parla di New York come un posto in cui tutto è “più grande, più cattivo, migliore”, continua Gervasoni. “E’ il posto dove ci sono più costruzioni, più persone, più fan degli sport. E’ più atteggiamento, più creatività, più tutto.”

NYXL

“Disegnando l’identità dei NYXL abbiamo guardato ad un sacco di riferimenti che parlano dell’iconica dimensione e ambizione di questa città, ma eravamo egualmente ispirati dalla trama ad-hoc che esiste a livello stradale quasi ovunque guardi a New York. I segni degli attraversamenti pedonali, le barriere di costruzione, le prese d’aria a vapore striate Con Edison. Abbiamo visto ciò come un davvero potente linguaggio visivo che è quasi poetico nella sua funzionalità. Tutto ciò ci ha portati ad una storia che riguarda tanto vette ambiziose e successi quanto l’audacia e l’energia senza senso che spinge avanti la città ogni giorno.”

Queste le parole del Creative Director Jason Miller.Tutto, della mappa della metropolitana e della mappa a griglia della città è servito da ispirazione; entrambe sono così tanto parte integrante dei flussi e riflussi che costituiscono la città. “E’ una cosa così costante. E’ questo costante trasferimento di energia lungo le linee, e ci è sembrato che portare ciò in vita nel logo ci abbia davvero parlato,” ha detto Gervasoni.

Parlando poi del nome del team, è  quantomeno inusuale che sia al singolare, così come quello del team Londinese. Ma Gervasoni afferma che Excelsior rappresenta più un’attitudine e uno spirito rispetto ad un nome plurale come Rangers o Warriors.

E voi, cosa ne pensate di questo esperimento futuristico di Mother New York? Vi intriga, o preferite i loghi più tradizionali adottati dagli altri team?

Fonte: Dot Esports

Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701