Kaplan: non sfruttate le partite personalizzate per fare esperienza

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Anche su Overwatch funziona il detto: “fatta la legge, trovato l’inganno”.

Infatti, da quando le partite personalizzabili sono atterrate sui server live, i più furbetti hanno cominciato a sfruttare il nuovo sistema per guadagnare esperienza lontano dalla tastiera e senza investire il proprio tempo.

Per evitare questi comportamenti la Blizzard aggiungerà, entro la fine della giornata, un timer che porterà a essere eliminati dalla partita se inattivi per troppo tempo, proprio come già accade, per esempio, nelle partite rapide. Lo stesso Kaplan si è espresso a proposito del problema: “Non siamo impreparati ai comportamenti e alle motivazioni dei giocatori. Quando abbiamo aggiunto questa novità ai server live, avevamo già un piano interno su come combattere questi modi di fare”.

Arriveranno presto anche i ban, ma, se neanche la punizione massima riuscirà a risolvere il problema, si arriverà a eliminarlo alla radice smettendo di premiare i giocatori con i punti esperienza alla fine delle partite personalizzate. Kaplan ha anche fatto un appello ai giocatori: “noi, come la maggior parte di voi che si stanno godendo la nuova modalità, non vogliamo vedere sparire i premi esperienza. Per favore, dateci una mano a risolvere il problema.”

I giocatori che non stanno sfruttando il sistema (ma anche quelli che l’hanno sfruttato pensando che fosse un’attività innocua), sono quindi invitati a denunciare comportamenti di questo tipo e le partite stesse che li incoraggiano e sponsorizzano. 

E voi della community? Avete guadagnato qualche cassa facendo i birichini? Pensate che le contromisure della Blizzard siano giuste o che il ban sia una punizione troppo severa per un comportamento simile?

Fateci sapere cosa ne pensate e alla prossima!


Kaplan: non sfruttate le partite personalizzate per fare esperienza
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701