Il Dietro le quinte di “Cacciatori di Taglie” di Overwatch

Il Dietro le quinte di “Cacciatori di Taglie” di Overwatch

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con l’ultimo aggiornamento pubblicato per celebrare il Capodanno cinese (e quindi anche l’inizio dell’Anno del Bue), gli sviluppatori di Overwatch hanno presentato alla community una nuova modalità chiamata “Cacciatori di Taglie“.

In questo nuovo contenuto, i nostri eroi si trovano protagonisti in un deathmatch in cui ogni uccisione equivale a 100 punti, e che viene quindi vinta dalla prima squadra che raggiunge i 4000 punti. La modalità ha anche un’altra peculiarità, infatti il giocatore che firma la prima kill del match diventa il “ricercato”, ed avrà diritto ad un bonus di 200 punti extra per ogni uccisione che avrà portato a termine.

Tutto questo avverrà fin quando un altro giocatore non avrà abbattuto il ricercato, diventando a sua volta il nuovo ricercato della partita (come mostrato nell’immagine sotto).  In merito a questa caotica e divertente modalità, abbiamo recentemente letto le parole rilasciate dal progettista di gioco senior Michael Liaw, che attraverso un editoriale sul sito ufficiale ha voluto parlare del dietro le quinte che c’è per “Cacciatori di Taglie“, approfondendo quindi come è stata sviluppata la mode, ma andando anche a fornire alcuni preziosi consigli sul come affrontarla al meglio.

In questo caso è Tracer la “ricercata” di questa sfida

Ecco di seguito il pezzo completo:

Liaw, un progettista di gioco senior del team ecology, ha iniziato a lavorare in questo ambito individuando errori e problemi da risolvere per il controllo qualità. Ora, trascorre le sue giornate creando e perfezionando le decine di nemici che i giocatori affronteranno in Overwatch 2.

“Ho studiato informatica all’università e speravo di farmi strada nel mondo dei videogiochi, ma non sapevo proprio come,” ha dichiarato Liaw. “Dopo i primi anni, ho fatto domanda per una posizione nel controllo qualità alla BioWare e ho ottenuto un colloquio. Mi sono presentato a quel colloquio di lavoro nervoso, con indosso il mio miglior completo, e ho incontrato un gruppo di sviluppatori rilassati e tranquilli, curiosi solo di sapere quali fossero le mie capacità nella risoluzione dei problemi e se fossi stato adatto per l’azienda. Ed è venuto fuori che sì, lo ero. Ho lavorato nel QA per alcuni titoli, poi sono diventato un progettista di gioco.”

Un giorno, un amico gli ha segnalato una posizione aperta per Overwatch, e Liaw, un fan di lunga data che aveva accumulato un gran numero di ore a giocare a diversi giochi Blizzard, si è unito al team e non si è più guardato indietro. “Più conoscevo le persone che lavoravano qui e scoprivo com’era la vita a Blizzard e come tutti fossero umili, più non vedevo l’ora di lavorare insieme a loro.”

Cacciatori di Taglie è la prima Rissa cui ha lavorato Liaw e la sua implementazione aggiunge qualcosa di nuovo a Overwatch, un deathmatch selvaggio tutti contro tutti, in cui i giocatori possono dare la caccia ai ricercati per riscuoterne la taglia e ottenere punti. All’inizio è stata un’esperienza scoraggiante, ma Liaw ha trovato il ritmo giusto grazie ai colleghi del team. “Non ho mai progettato una modalità di gioco come questa,” ha dichiarato Liaw. “Ho trascorso la maggior parte della mia carriera lavorativa lavorando alla progettazione dei nemici e dell’intelligenza artificiale, quindi mi sentivo fuori della mia normale comfort zone. Ma qui viene il bello di lavorare in questo team: quando vuoi provare cose nuove, ti incoraggiano e ti aiutano a farcela.”

Inizi promettenti

La modalità Cacciatori di Taglie affonda le proprie radici nell’evento del Capodanno Lunare, in cui Cattura la Bandiera è diventato un punto di riferimento annuale per i giocatori. “Questa modalità, in realtà, è nata come una versione tutti contro tutti di Cattura la Bandiera,” ha ricordato Michael Heiberg, un progettista di gioco principale del team di Overwatch e l’individuo responsabile del concepimento di Cacciatori di Taglie. “Adoro la nostra modalità Cattura la Bandiera, specialmente nella versione Blitz, ma mi sono sempre chiesto se potesse esisterne una variante interessante e divertente per quei giocatori che desiderano un’esperienza in solitario più rilassata. Quindi, abbiamo provato a fare una versione in cui il ricercato portava una bandiera e l’obiettivo dei cacciatori era ucciderlo e rubargli la bandiera. Dopo alcuni test abbiamo abbandonato l’idea della bandiera, perché i giocatori avevano la sensazione di doverla consegnare da qualche parte.”

Quindi, Heiberg ha passato le redini a Liaw. Il team ha iniziato a lavorarci intensamente, creando un prototipo approssimativo di ciò che alla fine sarebbe diventato Cacciatori di Taglie. All’inizio era un deathmatch per otto giocatori, in cui potevano vedere il ricercato (ora senza bandiera) attraverso i muri, il che permetteva ai cacciatori di seguirlo e ucciderlo. “Era molto divertente e incredibilmente caotico,” ha raccontato Liaw. “Ma il ricercato non sopravviveva mai a lungo. Abbiamo deciso di continuare a cambiare alcuni aspetti, chiedendoci come implementare al meglio il tema stesso del cacciatore di taglie.”

Liaw continuò a porsi domande, nel corso dello sviluppo: in che modo i giocatori potevano riscuotere le taglie? Cosa avrebbero ricevuto come ricompensa? La taglia del ricercato doveva aumentare con il passare del tempo, spingendo i cacciatori a uscire allo scoperto per attaccare? Quel caos omicida era entusiasmante sin dall’inizio per i cacciatori, ma non per la loro preda.

Liaw pensava a come premiare i giocatori che erano diventati un ricercato. Doveva essere un momento di forte impatto, come se la preda avesse effettivamente una possibilità di combattere contro il branco di predatori che all’improvviso si stava avvicinando per massacrarla.

“Fu Jeff Kaplan ad avere l’idea di fornire alla preda un’Ultra carica. Io ho pensato ‘Potrebbe essere divertente, chissà cosa ne penserebbero i giocatori?’,” ha ricordato Liaw. “E alla fine è andata proprio così, avere un’Ultra a disposizione era divertente.”

Nei test di gioco, i momenti in cui i giocatori ottenevano la loro Ultra dopo essere diventati la preda erano sempre, come ha ricordato Liaw, “un’assoluta delizia”. Il team si è divertito a valutare ogni partita e a cercare di capire quale sarebbe potuto diventare il meta e come contrastarlo. Dopo ogni prova, diventare il ricercato era sempre meno una questione di decisioni dettate dal panico tra fuggire o lottare e sempre più una sfida entusiasmante. “Mi piace particolarmente l’audio che ottieni quando diventi la preda e fai delle uccisioni come ricercato,” ha detto Liaw. “È molto gratificante e non vedi l’ora di continuare a ottenere sempre più uccisioni, e anche la grafica ti fa sentire sempre più potente. È come una folle corsa, in cui tutti combattono per diventare la prossima preda ed escogitano modi assurdi per ottenere il massimo con un’Ultra gratuita.”

Trucchi del Mestiere

Con la progettazione terminata e la modalità di gioco pronta per questo Capodanno Lunare (e oltre), Liaw non vede l’ora che i giocatori provino in prima persona l’anarchia dei Cacciatori di Taglie e la nuova esperienza che offre. “È un deathmatch tutti contro tutti, ma con un obiettivo condiviso,” ha affermato. “Fornisce uno scopo e consente ai giocatori di trovare facilmente degli alleati con cui combattere. Inoltre, le possibilità di riprendersi da una posizione bassa in classifica sono piuttosto alte: i giocatori ottengono il triplo dei punti ogni volta che uccidono il ricercato o ottengono uccisioni mentre sono loro il ricercato. Tutto questo, unito all’Ultra a disposizione quando si diventa il ricercato, significa che può bastare una buona serie di uccisioni per tornare in partita.”

Provare a giocare a una nuova Rissa e doversi adattare rapidamente a una serie di regole e limitazioni sconosciute può essere scoraggiante, ma, per fortuna, Liaw ha alcuni suggerimenti per i giocatori alla ricerca di quella buona serie di uccisioni.

Primo: si ottengono punti uccidendo gli altri personaggi, anche se non sono l’obiettivo. “Può tornare utile uccidere i personaggi che sono a caccia della preda,” ha spiegato. “Queste uccisioni non forniscono molti punti, ma visto che gli avversari molto probabilmente non saranno concentrati su di te, potrebbero essere uccisioni facili. L’obiettivo è visibile attraverso i muri: se vuoi combattere, cerca di raggiungerlo e probabilmente troverai qualcun altro lungo la strada.”

Secondo: sfrutta i vantaggi a cui hai accesso quando diventi il nuovo ricercato. Vieni curato al massimo immediatamente quando dai il colpo di grazia al ricercato precedente e ottieni un’Ultra gratuita. “Può valere la pena provare a portare a termine l’uccisione del ricercato. Se ci riesci, puoi ottenere altre uccisioni o allontanarti dalla mischia.”

Una volta interiorizzati questi concetti, Liaw spera che i giocatori possano affrontare la prima delle loro numerose battute di caccia e perdersi nel caos della nuova Rissa.

 

Cosa ne pensate community? Vi piace questa nuova modalità pubblicata da Blizzard?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Overwatch League: Proseguono i Kickoff con la WEEK3

Overwatch League: Proseguono i Kickoff con la WEEK3

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

Overwatch league WEEK3 – Prosegue la stagione 5 della Overwatch League, tra partite al cardiopalmo e colpi di scena. Quest’anno la competizione viene giocata interamente sul nuovo client di Overwatch 2 BETA in continuo aggiornamento. A prescindere dai risultati ottenuti in classifica tutte le squadre sono agguerrite e bramano il vertice della classifica.

Questo week end si apre la terza settimana di Kickoff clash e già si comincia a delineare una classifica che fa emergere quelle che sono le squadre più forti e talentuose.

In queste prime due settimane abbiamo visto competere solamente la Western Conference, con l’arrivo della WEEK 3 farà il suo debutto la Eastern Conference, dove a farne da padrona troviamo la squadra campione del mondo, gli Shanghai Dragons.

L’attuale classifica – WEEK2

Sapevo di non riporre male le mie aspettative quando, in un precedente articolo, feci notare la bravura dimostrata dai San Francisco Shock ed il loro feeling ad ogni match, già dalla prima partita della WEEK1.
I SFS sono agguerriti più che mai e fanno a cazzotti con chiunque cerchi di strappare loro il primo posto della classifica, gli unici ad avere un punteggio pieno con 4 vittorie, secondi i Gladiatori di Los Angeles.
A fare da coda alla lista gli sfortunati Vancouver Titans, purtroppo altre due sconfitte per la squadra Canadese, rispettivamente contro la squadra della “Grande mela” e i Florida Mayhem. Sembra non esserci nulla da fare per i Titans che ad oggi non hanno portato a casa nemmeno una vittoria.
Overwatch league WEEK3 – Se ne aspettano delle belle per questa WEEK 3, dove ad aprire le danze saranno i Philadelphia Fusion insieme ai dragoni di Shanghai.
Cosa ne pensate dell’attuale classifica delineata? La discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Overwatch 2, cosa verrà dopo la Beta? Gli sviluppatori rivelano un nuovo evento

Overwatch 2, cosa verrà dopo la Beta? Gli sviluppatori rivelano un nuovo evento

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Come anticipato in un nostro precedente articolo e come da comunicazioni ufficiali Blizzard con oggi si conclude il primo periodo di BETA test di Overwatch 2.

In queste settimane abbiamo potuto apprezzare il lavoro svolto dai developer su questo grande aggiornamento del titolo che comprende diversi aggiornamenti grafici, bilanciamenti degli eroi, party 5vs5 e molto altro.

Con la chiusura dei server BETA non sono mancati i ringraziamenti da parte del team di sviluppo rivolti a tutta la Community e a tutti i giocatori che hanno contribuito con i loro feedback a evidenziare criticitá e fornire spunti di miglioramento.

Annuncio sulla prossima fase BETA di Overwatch 2

In una comunicazione ufficiale abbiamo ricevuto da Blizzard la notizia che è in programma per il 16 Giugno uno speciale evento di Overwatch. Confidiamo che in tale circostanza ci possano dare maggiori ed importanti informazioni sul prossimo periodo di BETA test.

Le parole di ringraziamento di Aaron Keller

”Il team di Overwatch vorrebbe prendersi un momento per ringraziare di cuore tutti i giocatori che hanno preso parte alla nostra prima beta. È stato davvero emozionante veder giocare la nostra community. L’entusiasmo mostrato per questo gioco e il suo universo significa molto per noi; è sempre stato così, e sempre lo sarà.

Overwatch come mondo, come universo, è diventato qualcosa di molto personale per tutto il team, qualcosa nel quale abbiamo investito il nostro tempo, le nostre energie creative e la nostra passione. Non è facile mettere qualcosa di così importante davanti agli occhi di tutti. Specialmente quando sai che non è ancora finito e chiedi delle critiche vere e costruttive su quello che hai creato finora.

Ma il motivo per il quale lo facciamo è importante: è per creare un grande gioco, e sono i nostri giocatori e la nostra community a renderlo possibile. Test come questo sono una fase fondamentale nel miglioramento di Overwatch.

Non vediamo l’ora di mettere a frutto tutto quello che abbiamo imparato dalla beta e di applicarlo al gioco. Grazie ai giocatori per il loro tempo, la loro energia e la loro passione. Grazie per aver giocato al nostro gioco.”

Non ci resta che attendere questo importantissimo evento e vedere cosa ci riserva Blizzard per il futuro di Overwatch, nella speranza che il suo futuro sia roseo. Cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

BETA test Overwatch 2: Chiusi i server di prova!

BETA test Overwatch 2: Chiusi i server di prova!

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

BETA test Overwatch 2 – Overwatch 2 si propone come un corposo aggiornamento di Overwatch, che introduce miglioramenti a livello grafico, modifica dell’interfaccia utente, party 5vs5, componente PvE e molto altro ancora. Nelle ultime settimane abbiamo potuto testare la componente PvP del gioco tramite la prima versione BETA open, che avrà termine oggi, 17 Maggio. (La componente PvE verrà testata in un secondo momento ed introdotta successivamente alla release del gioco).

Gli sviluppatori fin da subito hanno voluto ribadire che la loro intenzione è quella di non ricadere più negli errori commessi in passato e che hanno come obiettivo quello di prendere maggiormente in considerazione e soprattutto valorizzare il parere della Community, così da rendere i giocatori parte di questo grande progetto.

In questi giorni di BETA test gli sviluppatori hanno affrontato diverse problematiche e criticità relative ad alcuni aspetti legati alla giocabilità di alcuni eroi ed alcuni ruoli. In diverse pubblicazioni ufficiali abbiamo potuto apprendere in che modo il team di sviluppo si stia muovendo per cercare di risolvere prontamente tali problematiche per fornire ai giocatori un gioco bilanciato.

BETA test Overwatch 2: Criticità riscontrate nella fase di BETA test

Di seguito riportiamo le criticità riscontrate che maggiormente hanno impattato sul gameplay:

  • Vulnerabilità degli eroi di supporto
  • Lunghi tempi di attesa per le partite
  • Scarsa possibilità di utilizzo di alcuni eroi (Problematica scaturita dalla nuova composizione del party 5vs5)

Per risolvere le problematiche sopra descritte il team di sviluppo è intervenuto a favore degli eroi di supporto potenziando in taluni casi i loro scudi, la loro vita e la sua rigenerazione, oltre a modificare alcune abilità degli eroi singolarmente. Le modifiche apportate ai curatori hanno contribuito a ridurre i tempi di coda delle partite (-48% dai dati Blizzard), in quanto i giocatori erano restii ad utilizzare gli eroi di supporto vista la problematica sopra descritta.

Per quanto riguarda la problematica relativa agli eroi poco “prestanti” gli sviluppatori si sono concentrati principalmente su Junkrat e Symmetra, le modifiche e bilanciamenti su questi due eroi sono ancora fonte di discussione, gli sviluppatori comunicano che ci stanno ancora lavorando e ci rassicurano sul fatto che a breve verranno fatte modifiche importanti alle loro abilità.

BETA test Overwatch 2: Considerazioni e conclusioni

Purtroppo siamo giunti al termine di questa prima fase di BETA test, confido che Blizzard ci dia presto modo di ritornare a provare questo gioco e che il suo sviluppo proceda per il meglio e senza intoppi. Alla luce di quanto detto in questo articolo e prendendo in esame le comunicazioni ufficiali dei developer posso personalmente affermare di essere contento di come sta procedendo lo sviluppo del gioco. Sono inoltre felice dell’attenzione che il team di sviluppo volge ai pareri della Community.

Ricordo inoltre che è iniziata da poco la stagione 2022 della Overwatch League, la quale viene giocata sul client BETA di Overwatch 2 per tutta la durata della competizione annuale.

Non ci resta che attendere nuovi comunicati da Blizzard e dagli sviluppatori del titolo ed incrociare le dita nella speranza di vederlo presto ultimato!

Cosa ne pensate community? Fateci sapere la vostra opinione a riguardo!

Overwatch 2: BETA patch, miglioramenti agli eroi di supporto

Overwatch 2 patch: Blog dei DEV, IMPORTANTI cambiamenti.

Fall Guys diventa Free to Play: annunciato il Legacy Pack e nuove piattaforme