Hydration e quel pick di Doomfist a difesa di El Dorado

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Durante la sfida che ha visto protagoniste le squadre di Dragons e Gladiators abbiamo assistito al pick di Doomfist da parte del giocatore Hydration in difesa e nella mappa El Dorado.
Secondo il parere di molti esperti questa scelta è stata cruciale per poi determinare la vittoria dei Gladiators (vittoria tra l’altro conseguita con un secco 4-0) ed il protagonista, alla domanda relativa al perché Doomfist non abbia molto gioco nella Lega, ha risposto cosi “È piuttosto sottovalutato, ma bisogna essere veramente bravi per farlo funzionare come deve, altrimenti si muore e basta. Bisogna avere la composizione giusta. Se c’è D.VA, riesce a tenerlo in vita abbastanza bene, o anche Zenyatta, che può tenerlo costantemente sotto l’effetto del Globo dell’Armonia. Senza di loro, la maggior parte delle volte si continua a morire“.

Andiamo a leggere la storia di questa vicenda, discutendo anche delle risposte che il migliore giocatore di Doomfist della Overwatch League ha dato direttamente a Blizzard…vi auguriamo una buona lettura ed un buon divertimento community!

Hydration sul grande schermo

Questa storia fa parte della serie Opening Moves, che finora ha presentato un velocissimoSchianto Sismico, una solida difesa sulla Colonia Lunare Horizon e una strategia d’attacco unica per Junkertown.

A volte, la miglior mossa d’apertura è mandare un messaggio. Senz’altro è il caso della partita d’apertura dei Los Angeles Gladiators contro gli Shanghai Dragons, quando Joao Pedro “Hydration” Goes Telles ha scelto Doomfist per difendere a El Dorado. I Gladiators hanno consentito ai Dragons di portare il carico fino alla prima strettoia prima di far scattare la trappola. Il martellamento asimmetrico che ne è scaturito ha imposto lo standard di tutto il match, che è finito con un secco 4 a 0 per Los Angeles.

Philip “ChipSa” Graham, un professionista europeo specializzato in Doomfist, crede che Hydration abbia giocato questa partita in modo quasi perfetto.

“Ha giocato aggressivamente, isolando i tank e lasciando così campo libero alla sua Widowmaker,” ha detto ChipSa.

Per ChipSa, il punto di forza di Hydration con Doomfist è la presa di coscienza dei propri limiti. Questo gli consente di giocare in modo più aggressivo, infliggendo più danni ed eliminando più avversari senza morire.

Dopo qualche match, il Doomfist di Hydration ha offerto un altro exploit a Numbani, dove è stato fondamentale per la rimonta 3 a 2 dei Gladiators sui Philadelphia Fusion. Visto che la maggior parte delle squadre dell’Overwatch League è restia a usare Doomfist, il successo di Hydration con questo eroe acquista ancora più valore. Il coach dei Gladiators David “Dpei” Pei crede nell’efficacia di questo eroe, ma anche che non sia alla portata di tutti.

“Doomfist è sottovalutato solo perché richiede una grande bravura per esprimere le sue potenzialità,” ha detto. “Ha molte pecche, ma uno come Hydration sa farlo funzionare a dovere.”

Abbiamo parlato con Hydration per conoscere i dettagli della sua scelta, inconsueta ma efficace.

Justin: Cosa ti ha spinto a scegliere Doomfist a El Dorado per difendere contro i Dragons?

Hydration: A El Dorado, il primo punto di controllo è molto raccolto e ci sono parecchi muri, quindi puoi usare molto il Pugno a Reazione. Quando colpisci qualcuno, puoi nasconderti dietro il taco verde vicino alla fontana per aspettare che scada il tempo di recupero.

Doomfist viene scelto raramente nell’Overwatch League. Anche le altre squadre lo sottovalutano? Quali sono i segreti per farlo funzionare?

È piuttosto sottovalutato, ma bisogna essere veramente bravi per farlo funzionare come deve, altrimenti si muore e basta. Bisogna avere la composizione giusta. Se c’è D.VA, riesce a tenerlo in vita abbastanza bene, o anche Zenyatta, che può tenerlo costantemente sotto l’effetto del Globo dell’Armonia. Senza di loro, la maggior parte delle volte si continua a morire.

Sei tu il miglior giocatore di Doomfist della lega? C’è qualcun altro che ti ha colpito?

Mi piace pensare di sì. Effect, attaccante dei Dallas Fuel, è molto bravo a usarlo, ma non ha giocato molto nella lega.

Cosa differenzia il Doomfist di Hydration dagli altri Doomfist professionisti?

Lo gioco di più in difesa rispetto agli altri, tutto qui.

Cosa ne pensi della scelta di Doomfist dell’attaccante dei Seoul Dynasty Fleta a Numbani, la scorsa settimana?

Ho visto qualcosa contro i Fuel, quando usavano i tank. È stato furbo da parte sua giocare così, perché Doomfist è molto forte contro Reinhardt e Zarya. In questo modo è riuscito a fargli male e a contribuire alla vittoria.

Segui Hydration su Twitter e Twitch. La serie Opening Moves si conclude domani con un’occhiata alle formazioni difensive più comuni viste finora, e al perché i professionisti le scelgono.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701