Guerra legale ai distributori di cheat!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Blizzard non si è fatta bastare il ban di ormai qualche migliaio di giocatori “furbetti” di Overwatch, scoperti ad utilizzare svariati cheat.

Ecco infatti che la cara mamma ha deciso di perseguire legalmente una celebre ditta distributrice degli odiati programmi illegali, la tedesca Bossland, famosa appunto principalmente per il Watchover Tyrant che consente di vedere perennemente la posizione di tutti gli avversari.

watchover tyrant

Si legge sulla denuncia:

I Buddy Bots e il Cheat di Overwatch (conosciuti insieme come i “Bossland Hacks”) hanno causato e stanno ancora causando un grosso e irreparabile danno per Blizzard. Gli affari di Blizzard dipendono dal fatto che i suoi giochi siano divertenti e giusti per i giocatori di tutti i livelli di abilità e Blizzard spende un enorme quantità di tempo e soldi per assicurarsi che sia così. I Bossland Hacks distruggono l’integrità dei titoli di Blizzard, alienando e frustrando i giocatori corretti, con i ricavi che passano da Blizzard all’accusato.

Sperando nel buon esito dell’azione legale, ci auguriamo che Blizzy possa al più presto portare in tribunale gli altri creatore di cheat per il suo giocatissimo FPS.


Guerra legale ai distributori di cheat!
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701