Voi, giocatori di Overwatch: Alexundel

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Penultimo appuntamento (per ora) con la nuova rubrica di Powned pensata per far conoscere gli Italiani su Overwatch alla nascente ma già tosta community, nell’attesa del secondo torneo italiano di Overwatch di domani!

Oggi tocca ad Alexundel!

Come hai conosciuto Overwatch e perché ti ha entusiasmato?

Ho conosciuto Overwatch perché sono un grandissimo fan di “mamma” Blizzard. Ho seguito la Blizzcon nell’anno in cui hanno fatto vedere il primo video. Inutile dire che sono rimasto stregato dal primissimo character design. Non molti sapranno che qualche mese prima circolava l’idea di un segretissimo progetto “Titan” che doveva riguardare un MMORPG in chiave futuristica (pensavo fosse proprio Overwatch).
Guardavo continuamente video su YouTube e live su Twitch cercando sempre più informazioni su Eroi e storia.
L’attesa è stata snervante, ma dopo più di un anno sono riuscito a partecipare allo Stress test di fine Novembre ed a ricevere, nella wave di Gennaio, il tanto desiderato accesso alla Beta.

Hai mai provato titoli multiplayer simili? Hai giocato a livello competitivo in altri titoli multiplayer celebri?

È dalla piccola età di sei anni (quando ricevetti il mio primo game boy color) che cerco sempre il confronto con altri giocatori. I miei primi passi nel multiplayer competitivo li ho fatti nel mondo di Pokémon dove mi occupavo principalmente della creazione di schede per il Battling.
Sei anni fa, invece, ho iniziato a giocare a World of Warcraft che mi ha permesso di entrare in contatto con persone di tutta Italia. Raid a livello più alto e casual PvP.

Da quanto sei in Beta e come hai ottenuto l’accesso?

Ho già risposto, mi sa. 😛 

In quale ruolo preferisci giocare e quali sono i tuoi Eroi preferiti? Quali invece quelli che proprio non riesci a padroneggiare?

In Overwatch prediligo i Damage Dealer.
McCree è in assoluto il mio preferito. Lo reputo un Eroe abbastanza versatile perché riesce sia a mettere pressione dalla seconda linea, dietro un tank come Reinhardt, sia a flankare da solo e cercare la kill del malcapitato che si è spinto leggermente fuori dal proprio team. Purtroppo però la sua mancanza di mobilità lo rende un eroe con una spettacolarità da dietro le quinte. La sua Ulti è abbastanza pragmatica: deve mettere TERRORE negli avversari, non per forza uccidere qualcuno.
Non appena si sentono le sue parole nella mappa, la frase “Mezzogiorno di fuoco” rieccheggia nelle menti avversario costringendoli a trovare un rapido riparo. I più rapidi e temerari però riescono a fermare, e molte volte ad uccidere, il solitario cowboy. Se la si usa in attacco, i difensori escono dalle zone calde per cercare riparo lasciando libera la zona di controllo; in difesa fa recuperare dell’ottimo tempo costringendo gli attaccanti a backare.
Mi piace comunque usare tutti gli Eroi e molte volte nelle casual, per poter avere un minimo di possibilità di vittoria, sono costretto a pickare quello che serve e non quello che voglio usare in quella precisa partita. Tuttavia non trovo antipatico nessun eroe attualmente. Evito giusto la coppia  Roadhog e Junkrat solo perché preferisco usare altri Eroi dello stesso ruolo come Reinhardt e Hanzo/Widowmaker.

Quale skin hai voluto procurarti al più presto?

Attualmente sono in fissa per l’ultimissima skin “New Orleans” di McCree. Inutile spiegare il perché. 😉

In quale mappa ti trovi più a tuo agio? Quale invece proprio non sopporti?

Non ho preferenze sulle mappe, mi piace cambiare spesso. Anzi, trovo fastidioso dover rigiocare due volte di fila la stessa mappa.

Hai una tua Play of the game che ricordi come particolarmente epica? Ti va di raccontarcela?

Pochi giorni fa, Hollywood, Tracer, attacco, bloccati negli ultimi metri della mappa.
Ultimate pronta per essere usata, triplo scatto nella zona dove vi erano:
– Nano malvagio più annessa torretta;
– Bastion torrettizzato;
– Widowmaker;
– Junkrat.
Piazzo la bomba, torno indietro nel tempo, tutti morti.
Il carro avanza, faccio fuori gli ultimi due (Mercy e Roadhog).
Vinciamo.
Rivedo gli ultimi 10 secondi.
Chiudo Overwatch.
Spengo il PC.
😀

In pochi mesi Overwatch è cambiato parecchio arricchendosi di molte funzioni: cosa dovrebbero introdurre ancora gli sviluppatori per farti proprio felice?

Sono molto soddisfatto del lavoro degli sviluppatori in Overwatch. Credo che l’idea della Weekly brawl (presa da Hearthstone) sia ottima, bisognerebbe giusto dare una ricompensa successiva alla vittoria (forziere o valuta in game). Inutile dire che aspetto le competitive.
Mi piacerebbe anche vedere una modalità duello: il classico e vecchio 1vs1. Ma so benissimo che sarebbe abbastanza relativa una vittoria in una modalità simile.
Overwatch è un gioco di squadra ad obiettivi e non il classico FPS sfornato un anno sì e l’altro pure dalle solite case videoludiche.

Anche se è presto parlare di e-Sport nel caso di un gioco in Beta, pensi che Overwatch avrà un buon seguito in Italia? Perché?

Spero che in Italia venga tenuto in considerazione. Stimo tantissimo il lavoro svolto dai ragazzi di Powned.it e credo che loro e tutti gli altri ragazzi con questa passione riusciranno a far maturare non solo Overwatch ma gli e-Sports in generale.

Continuerai a giocare a livello competitivo? Tenterai magari addirittura la carriera di pro?

Spero di sì. Soprattutto spero di entrare a far parte di un team capace prima di tutto di divertirsi ed in secondo luogo di macinare non solo vittorie, ma anche belle partite.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701