Caos in casa Fuel: cosa sta succedendo a Dallas?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

La situazione sembra a dir poco tragica in casa dei Dallas Fuel. Dopo l’addio del coach Kyle “KyKy” Souder e di Kim “Rascal” Dong-jun, ecco che arriva anche l’ultimatum di EFFECT. Sul suo profilo Twitter il giocatore si sarebbe detto stanco della situazione del suo team, e che o si inizia a vincere o anche lui abbandonerà la nave.
Da tempo è ormai noto che il clima tra i ranghi del team sia irrespirabile, e anche nell’ AMA (Ask Me Anything) tenutosi il 17 aprile su Reddit, in cui Mike Rufail (proprietario e CEO dei Dallas Fuel) ha risposto ad alcune domande dei fan, è venuta a galla questa situazione.

Rufail, il quale ammette che l’organizzazione ha fatto più di un passo falso in questo ultimo periodo, asserisce che il più grosso errore è stato l’iniziare a prendere decisioni di vitale importanza per il team senza coinvolgere i giocatori. Ciò ha di certo generato un clima di insoddisfazione e frustrazione, che sommato alle situazioni spiacevoli in cui i singoli elementi sono potuti incappare nel corso della stagione, ha portato il team ad incrinarsi.

A sentire il CEO, questo errore è stato da poco corretto. D’altronde, sempre su dichiarazione di Rufail, era KyKy ad avere quasi tutto il potere decisionale sul team, ed essendo lui ora fuori dai giochi, una scossa alla situazione sarà inevitabile.

Per quanto riguarda il rilascio di Rascal, Rufail ha assicurato che l’ex pro di Starcraft 2 Kim “viOlet” Dong Hwan fosse sempre a disposizione come traduttore per i giocatori coreani del team, quindi non è possibile che Rascal sia stato escluso in alcun modo dalla comunicazione all’interno della squadra. Da quello che traspare (ovviamente il CEO non si è sbottonato su questo) sembra che il problema venisse più dal giocatore stesso, incapace di integrarsi con gli altri, che aveva assunto il ruolo di primadonna dello spogliatoio.

Questa situazione ovviamente ha ripercussioni negative sul resto dei ragazzi. L’esempio lampante è Taimou, che si è già scusato sul suo account Twitter per le recenti cattive prestazioni, affermando di non trovarsi in uno stato mentale adatto, attualmente. Il giocatore sarebbe arrivato al punto da risentire negativamente di qualunque suo errore commesso in streaming o sul palco, consumato dal senso di colpa per le sue performances.

E arriviamo infine all’ultima nota dolente, ovvero l’ultimatum di EFFECT. Tutti conosciamo l’abilità di questo giocatore, e il cuore che mette in ogni partita cercando di trascinare con sé il proprio team, ma a quanto pare anche lui si è stancato, soffocato da questo clima insostenibile. Tra decisioni discutibili dell’allenatore per quanto riguarda il reparto tank e comportamenti fuori luogo da parte dei compagni, si vede che EFFECT ha perso la pazienza.

“Non ho intenzione di fare stupidaggini come fidarmi di qualcuno e aspettare passivamente. O me ne vado, o il team cambia, una delle due. Finchè non arriverà quel risultato, non utilizzerò i social media. Cancellerò tutto.”

Vista la risposta a quest’affermazione da parte del suo compagno HarryHook, è evidente che anche tra loro due i rapporti non siano esattamente rose e fiori.

Cosa ne sarà quindi dei Dallas Fuel? Non c’è più nulla da fare per la nave che affonda, o il cambio di coach e magari qualche nuovo acquisto più in là riusciranno a farla arrivare in porto?

Link AMA https://www.reddit.com/r/Competitiveoverwatch/comments/8cpsdx/an_ama_with_mike_rufail_owner_and_ceo_of_dallas/

Link post di EFFECT tradotto

Link risposta di HarryHook

Link post Taimou


Caos in casa Fuel: cosa sta succedendo a Dallas?
Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701