E se uno degli eroi di Overwatch morisse?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In una recente articolo pubblicato da Kotaku, sono state riportate alcune affermazioni di Jeff Kaplan circa la storia di Overwatch e la possibilità che all’interno di questa uno o più eroi possano, in un modo o nell’altro, trovare la propria fine.
Sembra infatti che la “storia” che si muove dietro ad Overwatch continui ad essere un’assoluta priorità per il team di sviluppo di Blizzard, che quindi necessita di momenti particolari, di episodi significativi che riescano a colpire nel profondo i giocatori permettendo una maggiore affezione verso i protagonisti del gioco.
Certamente ogni storia che si rispetti necessita di una sua strutturazione…più questa è complessa più il giocatore resterà affascinato da quello che, fino a quel momento, è stato per lui solamente un personaggio con cui sparare.
Nella storia di Blizzard c’è sempre stata una particolare attenzione al “lore” di un determinato gioco; il dettagliato e profondissimo mondo di Warcraft ne è la prova lampante, con milioni e milioni di affezionati fan talmente presi dalla narrazione degli eventi da passare poi alla lettura dei libri o alla visione del lungometraggio creato su questi.

Proprio per questo, Kotaku ha giustamente riportato alcune recenti affermazioni di Kaplan  sugli eroi di OW in cui il Game Director ha detto che, almeno al momento, non sarebbe utile far morire un eroe del gioco. Questo perchè non molti utenti sarebbero realmente interessati alla dipartita di uno dei protagonisti di Overwatch…c’è bisogno di più tempo prima di pensare di percorrere questa via, tempo nel quale i giocatori devono poter conoscere con maggiore profondità ognuno degli eroi presenti.
Certamente, anche se in futuro Blizzard dovesse decidere di far morire qualcuno degli eroi, questi continuerebbero ad essere utilizzabili in gioco andando a confermare l’idea per la quale solamente la storia vera e propria subirebbe una modifica.
Anche su questo però, Kaplan ha voluto ribadire che Overwatch non segue una linea temporale ben definita e che attraverso gli eventi PVE, come Ritorsione ad esempio, i devs possono decidere di balzare da un decennio all’altro, rendendo anche protagonisti degli eroi che o non ci sono più, o che sono molto cambiati (basti pensare a Reaper ad esempio).

In merito, Kaplan ha voluto anche parlare del marito di Widowmaker e di come questo, pur essendo ormai morto e sepolto da tempo, abbia un ruolo di assoluto primo piano nel più recente degli eventi di Overwatch, trovando spazio anche nel fumetto digitale pubblicato poche settimane fa.
Cosa ne pensate community di tutto questo? Quale degli eroi attualmente protagonisti vedreste maggiormente passabili di “sacrificio” nella storia di Overwatch?


E se uno degli eroi di Overwatch morisse?
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701