Dal disastro “Londra/Seoul” ai numeri di Linkzr: le pagelle della Overwatch League!

Dal disastro “Londra/Seoul” ai numeri di Linkzr: le pagelle della Overwatch League!

Profilo di Shepard
 WhatsApp

Nuovo stage e, come al solito, tutti si aspettano un nuovo meta in seguito ai cambiamenti apportati e alla introduzione della tanto discussa Brigitte nell’ambito competitivo.
Come si poteva prevedere c’è chi ha digerito bene e chi meno queste modifiche, quello che parzialmente stupisce invece è il fatto che la nuova arrivata sia stata meno presente del previsto, a sottolineare ancora una volta quanto sia diverso il meta per noi comuni mortali rispetto a chi lo fa per professione.
Le danze si aprono con i grandi delusi delle precedenti fasi finali, quella Los Angeles che ancora si sta leccando le doppie ferite prese da entrambe le parti.

I Gladiators sono i primi a contrapporsi agli Shock che appaiono non ancora adeguatamente preparati alle novità e cedono il passo 3 a 1 offrendo una ben scialba resistenza.
Subito dopo tocca ai Valiant contro i Dynasty e qui invece la scena finalmente si anima sul serio con scontri tiratissimi (il 5 a 4 su Gibilterra ne è l’emblema) per poi chiudersi 3 a 2, ancora una volta Seoul esce a testa bassa e con la città della east coast che può finalmente tornare a sorridere dopo quei play off tanto amari.

Arriva poi il tempo per i nomi più “illustri”, i Boston dopo la finale persa ma un intera fase da imbattuti hanno altissime aspettative che gravano sulle loro spalle mentre i Philadelphia devono scrollarsi di dosso un po’ di mediocrità di troppo che li aveva accompagnati nelle ultime partite.
King’s row è un preambolo molto bugiardo di ciò che poi sarà. 3 a 2 molto combattuto in favore degli Uprising che poi non riescono a ripetere sulle successive 3 mappe e chiudono sconfitti 3 a 1 con dei Fusion che appaiono molto a loro agio con queste novità e un meta che favorisce le qualità dei tank.

Poche cose sono certe in questa lega ma tra queste vi è la sconfitta dei Dragons, i drammi umani dei Fuel e che Houston batterà London alla prima partita del nuovo stage.
Ovviamente anche questa volta nessuna delle 3 viene disattesa e gli Outlaws si impongono con grande autorevolezza sugli azzurrini londinesi, ciò che sorprende è il risultato davvero a senso unico. 4 a 0, senza storia e senza appello.

Houston ripete poi il 3 a 1 contro quei Boston che, dopo la seconda sconfitta, appaiono completamente suonati e, forse, inadatti al meta attuale.
Anche gli Spitfire ripetono il disastro contro gli Excelsior (già facilmente vittoriosi contro i Mayhem) facendosi distruggere 3 a 1 con quell’unico punto frutto di un moto d’orgoglio che però non può che essere un singolo episodio in un match dai risultati sulla singola mappa piuttosto impietosi.

Si possono consolare constatando di essere in buona compagnia perchè i Dynasty cedono male e fragorosamente contro gli Shock, 3 a 1 anche qui, una crisi che non sembra vedere fine e sconfitte che arrivano da squadre che navigano in zone sempre più basse.
I Fusion invece, insieme agli Outlaws, sembrano essere quelli capaci di sguazzare meglio in queste novità, recuperato Sado dopo la squalifica, fanno a pezzi anche i Florida (che effettivamente non offrono troppa resistenza) con un 4 a 0 facile facile e arrivato in tempi record.

PAGELLE

  • 10 a Linkzr: probabilmente deve essere passato sulle pagine di Powned, in occasione di una delle scorse pagelle, dove il suo nome era accostato ad un misero 2 perchè torna più furente che mai, porta in campo la sua miglior Widow e fa a pezzi tutti, nessuno escluso. Scusi Mr. Linkzr, non la criticheremo più! Promesso!
  • 9 a Houston e Philadelphia: 7 mappe vinte e una persa per entrambi, troppo presto per fare pronostici ma sicuramente sembrano essere a loro agio con queste novità.
  • 8 a Neptuno: Mercy è un eroe che non può fare la differenza ma lui non lo sa e la fa lo stesso. Combina cure, ress e uccisioni facendo giocate audaci e dando certamente qualcosa in più al suo team che gli altri non possono vantare. Un grande orgoglio per tutti i main Mercy.
  • 7 a Sinatraa: la vita per tutti gli utilizzatori di Tracer sembrava durissima con l’introduzione di Brigitte ma lui fa letteralmente impazzire tutti i Dynasty, al punto di arrivare a modificare mezza formazione solo per trovargli delle contromisure e poi fallire comunque, letteralmente monumentale.

  • 6 ai Valiant: una vittoria risicata contro chi è più in difficoltà di loro e un’altra contro i Dragons concedendo loro una mappa… dopo quei play off disastrosi non è comunque un inizio che faccia gridare al miracolo.
  • 5 ai Fuel: non hanno ceduto contro i loro diretti avversari (gli Shanghai) e questo gli vale quello che appare il voto più alto che potranno prendere in futuro… che triste destino.
  • 4 a Woohyal: sa giocare solo D.va e questo obbliga tutto il team a una formazione inadeguata ai loro avversari, non propriamente una sua colpa ma sicuramente un problema da risolvere.
  • 3 a Boston: dopo quella finale ci sta essere ancora suonati ma serve una sveglia rapida altrimenti si potrebbe ribaltare in negativo quella serie di vittorie della scorsa fase, appare comunque difficile poterli vedere di nuovo lassù in cima.
  • 2 a Wekeed: è lui la Brigitte designata dal team ma vedendo i risultati (specialmente contro gli Shock) sembra sia stata una scelta quantomeno azzardata. Non sembra fatto per tirare mazzate.
  • 1 a London e Seoul: i problemi di formazione derivano da un mercato statico che non ha portato ciò che appare necessario da ormai parechio tempo, manca qualcosa di importante che difficilmente potrà essere trovato da qui a fine stagione. La media classifica sembra ormai essere casa loro.
  • 0 ai Mayhem: va bene perdere, ma qui si parla di umiliazioni vere! Su Oasi contro i Fusion il conto uccisioni/morti segnava un impietoso 40 a 0. Due punti senza nemmeno una uccisione anche per sbaglio. Roba che solo cercando su Youtube bronze vs grand master può dare risultati simili. Sicuramente hanno stabilito un record negativo difficilmente eguagliabile.

Overwatch League: Proseguono i Kickoff con la WEEK3

Overwatch League: Proseguono i Kickoff con la WEEK3

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

Overwatch league WEEK3 – Prosegue la stagione 5 della Overwatch League, tra partite al cardiopalmo e colpi di scena. Quest’anno la competizione viene giocata interamente sul nuovo client di Overwatch 2 BETA in continuo aggiornamento. A prescindere dai risultati ottenuti in classifica tutte le squadre sono agguerrite e bramano il vertice della classifica.

Questo week end si apre la terza settimana di Kickoff clash e già si comincia a delineare una classifica che fa emergere quelle che sono le squadre più forti e talentuose.

In queste prime due settimane abbiamo visto competere solamente la Western Conference, con l’arrivo della WEEK 3 farà il suo debutto la Eastern Conference, dove a farne da padrona troviamo la squadra campione del mondo, gli Shanghai Dragons.

L’attuale classifica – WEEK2

Sapevo di non riporre male le mie aspettative quando, in un precedente articolo, feci notare la bravura dimostrata dai San Francisco Shock ed il loro feeling ad ogni match, già dalla prima partita della WEEK1.
I SFS sono agguerriti più che mai e fanno a cazzotti con chiunque cerchi di strappare loro il primo posto della classifica, gli unici ad avere un punteggio pieno con 4 vittorie, secondi i Gladiatori di Los Angeles.
A fare da coda alla lista gli sfortunati Vancouver Titans, purtroppo altre due sconfitte per la squadra Canadese, rispettivamente contro la squadra della “Grande mela” e i Florida Mayhem. Sembra non esserci nulla da fare per i Titans che ad oggi non hanno portato a casa nemmeno una vittoria.
Overwatch league WEEK3 – Se ne aspettano delle belle per questa WEEK 3, dove ad aprire le danze saranno i Philadelphia Fusion insieme ai dragoni di Shanghai.
Cosa ne pensate dell’attuale classifica delineata? La discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Overwatch 2, cosa verrà dopo la Beta? Gli sviluppatori rivelano un nuovo evento

Overwatch 2, cosa verrà dopo la Beta? Gli sviluppatori rivelano un nuovo evento

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Come anticipato in un nostro precedente articolo e come da comunicazioni ufficiali Blizzard con oggi si conclude il primo periodo di BETA test di Overwatch 2.

In queste settimane abbiamo potuto apprezzare il lavoro svolto dai developer su questo grande aggiornamento del titolo che comprende diversi aggiornamenti grafici, bilanciamenti degli eroi, party 5vs5 e molto altro.

Con la chiusura dei server BETA non sono mancati i ringraziamenti da parte del team di sviluppo rivolti a tutta la Community e a tutti i giocatori che hanno contribuito con i loro feedback a evidenziare criticitá e fornire spunti di miglioramento.

Annuncio sulla prossima fase BETA di Overwatch 2

In una comunicazione ufficiale abbiamo ricevuto da Blizzard la notizia che è in programma per il 16 Giugno uno speciale evento di Overwatch. Confidiamo che in tale circostanza ci possano dare maggiori ed importanti informazioni sul prossimo periodo di BETA test.

Le parole di ringraziamento di Aaron Keller

”Il team di Overwatch vorrebbe prendersi un momento per ringraziare di cuore tutti i giocatori che hanno preso parte alla nostra prima beta. È stato davvero emozionante veder giocare la nostra community. L’entusiasmo mostrato per questo gioco e il suo universo significa molto per noi; è sempre stato così, e sempre lo sarà.

Overwatch come mondo, come universo, è diventato qualcosa di molto personale per tutto il team, qualcosa nel quale abbiamo investito il nostro tempo, le nostre energie creative e la nostra passione. Non è facile mettere qualcosa di così importante davanti agli occhi di tutti. Specialmente quando sai che non è ancora finito e chiedi delle critiche vere e costruttive su quello che hai creato finora.

Ma il motivo per il quale lo facciamo è importante: è per creare un grande gioco, e sono i nostri giocatori e la nostra community a renderlo possibile. Test come questo sono una fase fondamentale nel miglioramento di Overwatch.

Non vediamo l’ora di mettere a frutto tutto quello che abbiamo imparato dalla beta e di applicarlo al gioco. Grazie ai giocatori per il loro tempo, la loro energia e la loro passione. Grazie per aver giocato al nostro gioco.”

Non ci resta che attendere questo importantissimo evento e vedere cosa ci riserva Blizzard per il futuro di Overwatch, nella speranza che il suo futuro sia roseo. Cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

BETA test Overwatch 2: Chiusi i server di prova!

BETA test Overwatch 2: Chiusi i server di prova!

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

BETA test Overwatch 2 – Overwatch 2 si propone come un corposo aggiornamento di Overwatch, che introduce miglioramenti a livello grafico, modifica dell’interfaccia utente, party 5vs5, componente PvE e molto altro ancora. Nelle ultime settimane abbiamo potuto testare la componente PvP del gioco tramite la prima versione BETA open, che avrà termine oggi, 17 Maggio. (La componente PvE verrà testata in un secondo momento ed introdotta successivamente alla release del gioco).

Gli sviluppatori fin da subito hanno voluto ribadire che la loro intenzione è quella di non ricadere più negli errori commessi in passato e che hanno come obiettivo quello di prendere maggiormente in considerazione e soprattutto valorizzare il parere della Community, così da rendere i giocatori parte di questo grande progetto.

In questi giorni di BETA test gli sviluppatori hanno affrontato diverse problematiche e criticità relative ad alcuni aspetti legati alla giocabilità di alcuni eroi ed alcuni ruoli. In diverse pubblicazioni ufficiali abbiamo potuto apprendere in che modo il team di sviluppo si stia muovendo per cercare di risolvere prontamente tali problematiche per fornire ai giocatori un gioco bilanciato.

BETA test Overwatch 2: Criticità riscontrate nella fase di BETA test

Di seguito riportiamo le criticità riscontrate che maggiormente hanno impattato sul gameplay:

  • Vulnerabilità degli eroi di supporto
  • Lunghi tempi di attesa per le partite
  • Scarsa possibilità di utilizzo di alcuni eroi (Problematica scaturita dalla nuova composizione del party 5vs5)

Per risolvere le problematiche sopra descritte il team di sviluppo è intervenuto a favore degli eroi di supporto potenziando in taluni casi i loro scudi, la loro vita e la sua rigenerazione, oltre a modificare alcune abilità degli eroi singolarmente. Le modifiche apportate ai curatori hanno contribuito a ridurre i tempi di coda delle partite (-48% dai dati Blizzard), in quanto i giocatori erano restii ad utilizzare gli eroi di supporto vista la problematica sopra descritta.

Per quanto riguarda la problematica relativa agli eroi poco “prestanti” gli sviluppatori si sono concentrati principalmente su Junkrat e Symmetra, le modifiche e bilanciamenti su questi due eroi sono ancora fonte di discussione, gli sviluppatori comunicano che ci stanno ancora lavorando e ci rassicurano sul fatto che a breve verranno fatte modifiche importanti alle loro abilità.

BETA test Overwatch 2: Considerazioni e conclusioni

Purtroppo siamo giunti al termine di questa prima fase di BETA test, confido che Blizzard ci dia presto modo di ritornare a provare questo gioco e che il suo sviluppo proceda per il meglio e senza intoppi. Alla luce di quanto detto in questo articolo e prendendo in esame le comunicazioni ufficiali dei developer posso personalmente affermare di essere contento di come sta procedendo lo sviluppo del gioco. Sono inoltre felice dell’attenzione che il team di sviluppo volge ai pareri della Community.

Ricordo inoltre che è iniziata da poco la stagione 2022 della Overwatch League, la quale viene giocata sul client BETA di Overwatch 2 per tutta la durata della competizione annuale.

Non ci resta che attendere nuovi comunicati da Blizzard e dagli sviluppatori del titolo ed incrociare le dita nella speranza di vederlo presto ultimato!

Cosa ne pensate community? Fateci sapere la vostra opinione a riguardo!

Overwatch 2: BETA patch, miglioramenti agli eroi di supporto

Overwatch 2 patch: Blog dei DEV, IMPORTANTI cambiamenti.

Fall Guys diventa Free to Play: annunciato il Legacy Pack e nuove piattaforme