Il Migliore, il peggiore e la giocata più bella della 1° week del Contenders!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il girone dell’ormai unico superstite rappresentante la nostra nazione (Midna) vede, oltre alla sua squadra chiamata We Have Org, i CIS Hope, i Copenhagen Flames, il Team Gigantti, gli Eagle Gaming e gli One.Point.
Nella prima sfida si sono contrapposti i CSI contro i Copenhagen e fin dalla prima mappa ci si rende subito conto che la vita per i danesi non sarà affatto semplice: Oasi si chiude 2 a o con uno schiacciante dominio degli Hope che si ripresenta anche su King’s Row e quasi diventa grottesco su Tempio di Anubi dove i flames impiegano 2 minuti e mezzo per mettere insieme la prima (e fallimentare) offensiva verso il primo punto e chiudono senza nemmeno conquistarlo.
Tutto fin troppo facile per i CSI anche su Rialto dove riescono a conquistare 3 punti senza cederne nemmeno uno, davvero un pessimo inizio per i ragazzi di Copenhagen.
La seconda partita contrappone il Team Gigantti e gli Eagle Gaming. Qui si vede un maggiore equilibrio nonostante i secondi non abbiano mai ottenuto una vittoria contro i primi nelle precedenti sfide. 2 a 0 su Oasi con uno Shadder2k sugli scudi e gli avversari incapaci di trovare le contromisure. Eichenwalde invece ci mostra qualcosa di piuttosto inusuale con i Gigantti in difesa con un triplo dps e le aquile in attacco con 4 tank. In tutta questa confusione creata ne escono vincitori gli Eagle che riequilibrano il risultato con una grande prestazione che non sarà però poi ripetuta nelle successive due mappe prese con autorevolezza dai Gigantti che chiuderanno con un 3 a 1 un difficile pomeriggio.

Tocca poi a Midna e C. contro il team One.Point. Oasi apre le danze ufficiali della sfida con i WHO che prevalgono 2 a 0 e con il nostro rappresentante autore di una brillante prestazione; bene anche Danned che si rende autore di un piccolo miracolo con Doomfist sul secondo punto.
Eichenwalde è sicuramente la mappa più combattuta della serie con entrambe le squadre capaci di portare il carico fino in fondo con un avanzo di quasi 2 minuti; si va quindi allo spareggio e qui i One.Point riescono nell’impresa di prendere il primo punto a tempo ormai scaduto salvo poi fermarsi poco dopo.
Ma sul pareggio accade qualcosa tra le fila degli Who che si spengono fino al crollo per 3 a 2 su Route 66.
Sicuramente un inizio che poteva andare meglio per questi ragazzi ma che comunque lascia ottime speranze per il futuro considerata la prestazione e gli ottimi valori visti in azione in campo.

IL MIGLIORE: Unfixed
Con il suo Hanzo ha tirato tronchi in faccia ai poveri Copenhagen per tutto il tempo disboscando mezza Amazzonia. Certo i suoi avversari ci hanno messo del loro per fare brutta figura con quel disastro da antologia su Anubi ma questo non sminuisce la sua brillante prestazione.

IL PEGGIORE: Il quadruplo tank degli Eagle
Certamente contrapposto al triplo dps dei Gigantti questa scelta strategica si è rivelata determinante: la confusione dell’apparente nonsense generata da questa scelta ha premiato gli Eagle che però non sono stati molto bravi a capire che, davanti ad una nuova scelta tattica degli avversari, avrebbero dovuto “cambiare”nuovamente  approccio anche loro. Hanno invece deciso di proseguire con la formula del quadruplo tank…scelta che li ha irrimediabilmente poi portati alla sconfitta.

LA GIOCATA MIGLIORE: Danned con Doomfist su Oasi
Muore, torna con Doomfist con gli avversari al 99% e l’overtime che sta per scadere, fa una doppia a suon di cazzotti, ribalta la situazione, guadagna tempo fino al ritorno del team che conquista il punto (già portato in precedenza all’80% circa) e non cambia pg per l’assalto finale. Qui con una Ulti ormai carica realizza la combo con Zarya e il suo graviton, fa una doppia e indirizza la battaglia verso gli WHO che sentitamente ringraziano.

La classifica

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701