Contenders Europa: i Morning Stars conquistano Parigi per 3 a 1

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

I nostrani SMS insieme agli Angry Titans chiudono vittoriosi la seconda giornata di Contenders

Young and Beautiful 0 – Angry Titans 4

Prima mappa: Oasis, con gli YaB che si inchiodano immediatamente sul punto con la chiara intenzione di non mollarlo fino alla fine del match. Kafeeeeee sforna Graviton come se fossero un’abilità a cooldown, e la formazione tedesca fatica anche solo a poggiare un piede sul punto, ed è solo all’83% che la formazione degli AT riesce a posizionarsi in modo stabile e a contrastare l’avanzata degli Young and Beautiful, arrivando addirittura a ricacciarli nel proprio spawn ed aggiudicandosi il primo punto.
Sul secondo sono proprio i tedeschi a spingere sull’acceleratore, schiacciando ogni tentativo di assalto degli YaB con Lullsish che mette il chiodo definitivo nella bara del team avversario con un magistrale Earthshatter.

La conquista del primo punto su Eichenwalde è abbastanza veloce per gli Young and Beautiful, ma non è roba da Titans arrendersi così facilmente, nonostante l’insistenza del team avversario. La battaglia nella prima frazione del ponte è serrata e, complice una Graviton mancata da Kafeeeee, sembra che gli AT possano mantenere la posizione, ma un ultimo push della formazione degli YaB spinge il carico fino alla terza frazione di mappa. Sembra che i giovani possano farcela, ma non hanno fatto i conti con Lullish che riesce a ribaltare la situazione con un Earthshatter che ferma il payload a pochi metri dalla fine.

I tedeschi dal canto loro sono rapidissimi nella conquista del punto e nel trasporto del carico fino al ponte, rallentati solo dalle lunghissime teamfight dovute al mirror match dovuto alle due composizioni GOATS. Dopo essere stati ricacciati in spawn, però, è ancora il turno dei Titans attaccare il portone di quercia del castello con la frontline, e Spectr9l riesce a dare un ottimo valore aggiunto con la sua Graviton appena dopo l’apertura del terzo punto. I Titans sono spietati: il terzo punto arriva in fretta, e il team tedesco si porta in netto vantaggio per due mappe a zero.

Anche su Volskaya Spectr9l fa la sua bella figura, stavolta con Widowmaker, limitando notevolmente la difesa degli YaB dalla sua particolare posizione su un cornicione appena fuori dallo spawn, dal quale elimina prima Hanzo e poi Mercy degli avversari.
Anche il secondo punto è istantaneo per la formazione tedesca, che completa l’intera mappa con cinque minuti e più di tempo extra.
La difesa dei Titans si rivela molto forte con Erki e Spectr9l che difendono con le unghie e i denti il punto anche se in netta inferiorità numerica, a non basta: gli Young and Beautiful riescono con una costante pressione sul punto a conquistarsi l’accesso alla seconda metà di mappa.
Qui Emil si sposta su Ashe mentre Spectr9l passa a Hanzo, e questa formazione riesce a tenere testa per qualche tempo agli avversari.

Ben presto, però, i Titans sono costretti a buttarsi sul punto per far passare del tempo prezioso, ma al termine della cattura rimangono ancora quattro minuti a disposizione per gli YaB. Il secondo attacco degli Young and Beautiful sul primo punto è rapidissimo e letale, ma non si vede la snowball che questo team cercava, grazie a Emil che mangia con gusto la Graviton di Kafeeeeee. Solo dopo altri due minuti gli YaB sono capaci di mettere piede sul punto, ma i Titans riescono a tenere botta nonostante le ingenti perdite e a ricacciare a casa la formazione avversaria.

I Titans iniziano il loro secondo attacco con un reset dovuto ad uno sfortunato suicidio di Spectr9l, e due minuti passano per la formazione tedesca mentre gli YaB eliminano uno o due membri ad ogni teamfight. La terza volta è quella buona, però, e si passa al secondo CP con tre minuti e zero Ultimate disponibili per gli attaccanti. Qui la battaglia si trasforma in un massacro, ma la resistenza degli Young and Beautiful viene schiacciata a più riprese senza che la formazione tedesca sia mai nemmeno spostata di un millimetro dal punto.

Rialto viene giocata solo per completezza, e i Titans difendono molto bene sul primo punto con una 2-2-2 nonostante le prodezze di Kafeeeee.
B.O.B. e gli AT fermano il carico proprio mentre questo sta per conquistare il primo CP. Gli YaB tornano in spawn ed Emil li bullizza con le sue Concussive Blast che gettano i giocatori in attacco dentro il fiume e perla formazione degli Young and Beautiful l’attacco si ferma nella piazza del primo punto. L’attacco tedesco è rapido e brutale (per quanto rapido la GOATS possa permettere), e ben presto la situazione è critica per gli YaB.
La Graviton di Spectr9l chiude il match in un minuto, e i Titans si portano a casa tutte e quattro le mappe di questo match.

Eternal Academy 1 – Samsung Morning Stars 3

Oasis parte molto male per il team nostrano. Sul primo punto l’accesso viene immediatamente negato agli italiani che non riescono ad essere incisivi con la loro composizione ricca di DPS, mentre gli Eternal si dimostrano affiatati e dominanti, non lasciando nemmeno un tick del punto ai giocatori dei Morning Stars.

Sul secondo punto la storia è completamente ribaltata: KSP domina la scena con Ashe mentre Mowzassa decima la formazione avversaria, e questa parte di mappa termina per 100 a 0 in favore degli SMS. Qualche pausa tecnica spezza il ritmo della gara, ma ben presto si passa al terzo ed ultimo punto della mappa: i francesi iniziano al meglio grazie ad un decisivo engage di Superplouk ed è sempre il Reinhardt avversario la costante del successo degli Eternal, sventando più volte gli attacchi dei bergamaschi.

Una ottima Self Destruct di DragonEddy riapre però la partita: i Morning Stars riescono a catturare il punto quando agli avversari manca solo un misero 15% alla vittoria. La battaglia infuria sul punto e gli Eternal arrivano al 99%, ma la situazione viene nuovamente ribaltata dai SMS, e al 99 a 99 avviene l’ultimo scontro del match. Mowzassa però muore subito, e i Morning Stars capitolano; punto e mappa vanno agli Eternal.

Si riparte con Eichenwalde con i SMS in attacco che però perdono prima Leaf e poi Druido per mano di Superplouk e vengono costretti due volte alla ritirata.
I bergamaschi non sono molto in partita: Hqrdest si fa mangiare una Graviton e poco dopo due membri del team vengono eliminati da una combo Graviton + Self Destruct.
Poco dopo tocca agli italiani la combo, e DragonEddy elimina tre membri del team francese in un batter d’occhio e i Morning Stars si conquistano un importantissimo primo punto. Il secondo punto va via veloce come un lampo, con i SMS che si fiondano in una serie incredibile di combo ben eseguite spazzando via i francesi a più riprese, e così si passa alla terza frazione di mappa.

Anche qui i Morning Stars danno spettacolo e il carico in un batter d’occhio è a destinazione. L’attacco francese è più lento e metodico ma anche meno efficace, e la difesa italiana è molto forte nonostante Pharah e Sombra siano difficili da counterare per la GOATS. Quando il primo punto viene sbloccato da una EMP la difesa si sposta davanti al primo bastione, ma stavolta è Kensi la minaccia con la sua Widomaker: il carico arriva fino al ponte del castello ma li la resistenza dei SMS si fa più intensa, e la battaglia è frenetica, ed è proprio li che il payload si ferma per non ripartire più, donando la mappa agli italiani.

La ripresa parte da Volskaya con la difesa dei Morning Stars che sfoggia Leaf su Hanzo e KSP su Widomaker, che viene sfondata solamente da Kensi che con Tracer riesce a flankare le linee difensive ed attaccare Exorath stazionario con il suo Zenyatta, permettendo agli Eternal di conquistare il primo punto. Rischiano la snowball i difensori italiani che riescono però a ricacciare la prima offensiva nonostante gli ingenti danni, ma già la seconda non lascia scampo alla formazione bergamasca, che nonostante la Graviton andata a segno non riesce a respingere l’ondata francese che si conquista anche il secondo punto della mappa.

L’attacco italiano è molto più rapido sul primo punto, con Superplouk che viene pizzicato fuori posizione ed eliminato rapidamente, e la fight snowballa in maniera magistrale sul secondo punto, che viene immediatamente espugnato regalando ai SMS una gargantuesca timebank da sei minuti e mezzo.
Il secondo tentativo dei francesi va peggio del primo: nonostante sulla carta la doppia sniper dei Morning Stars sia debole contro la Sombra Tracer degli avversari i francesi vengono a più riprese spazzati via dal punto più e più volte, non riuscendo nemmeno ad aggiudicarsi un terzo del primo CP. L’attacco italiano, nonostante la perdita prematura di Leaf, è rapido e brutale: Superplouk cade e poco dopo tutta la formazione francese cede sotto il peso di una ben piazzata Gravito Surge. Mappa e chance di vittoria sono nelle mani della formazione italiana.

Il match continua su Rialto con una partenza molto lenta durante l’attacco francese. Il primo a cadere è il Mecha degli Eternal ed immediatamente arriva una Graviton dai Morning Stars per cementare la posizione difensiva nella piazza del primo punto, ed anche la seconda fight è definita da un’ottima combinazione tra l’Earthshatter di Mowzassa ed una ottima D.Va Bomb di DragonEddy.
É una Combo Gigantti che sblocca la situazione per gli Eternal, che acchiappano ben tre membri nell’esplosione del Mecha e riescono a portare il carico nella seconda frazione di mappa.

Le fight si susseguono con le vittorie che arrivano per entrambi i lati, ma è Superplouk che riesce con la sua Ultimate a portare il proprio Payload fino alla terza frazione. I francesi provano a chiudere la mappa ma nulla passa dalla difesa bergamasca: un bodyblock ben piazzato da parte dei MorningStars impedisce a chiunque di avvicinarsi al carico e far partire il tempo supplementare.

Anche gli Eternal Academy prendono una posizione abbastanza passiva, ma non appena i due team si scontrano sono i SMS a farne le spese, ma nulla è perduto: anche dopo aver perso Leaf ed aver subito un Earthshatter i bergamaschi si rialzano e riescono a spingere ancora il carico. Il caos regna nelle battaglie sul secondo punto, ma il podio delle star va sicuramente a Mowzassa che, nonostante il suo team sia sotto di ben due giocatori, riesce ad eseguire un magistrale Earthshatter per dividere ed eliminare la formazione francese e portare il payload verso il terzo ed ultimo punto.
È la Graviton di Hqrdest la ciliegina sulla torta per la formazione dei MorningStars: i francesi sono schiacciati e, insieme al carico, anche i SMS si parcheggiano nella posizione di vincitori.

Ci vediamo giovedì prossimo sempre sul canale di GDivision per un’altra settimana di Overwatch Contenders!


Contenders Europa: i Morning Stars conquistano Parigi per 3 a 1
Gabriele "theGabro" Colombi

Nerd. Amante di giochi e videogiochi, Gabriele spende la sua infanzia tra un monitor e una console, e all'università scopre il fantastico mondo degli eSport. @theGabro_ su Twitter.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701