Blizzard semina i primi indizi sul 30° eroe di Overwatch?

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Durante la giornata di ieri, Blizzard ha rilasciato un teaser che potrebbe portare ad alcuni indizi sull’identità del futuro trentesimo Eroe del roster di Overwatch. Il video è breve, ma è accompagnato da un documento che mette in mezzo un bel po’ di nomi, facendo supporre ai fan che il prossimo a calcare le arene di gioco sarà proprio uno dei personaggi coinvolti nella vicenda.

Andiamo però con ordine, iniziando dal video. Questo, della durata di soli 6 secondi, mostra l’azione di un hacker il quale, creata una breccia nel server di Talon, trova quello che sembrerebbe un file criptato, i cui unici termini vagamente riconoscibili sono “Trung Le Nguyen“: il primo nome di persona in cui ci imbattiamo.
Il documento si rivela invece essere una comunicazione tra un certo F.McManaway e il sopracitato T. Nguyen, riguardante una missione guidata da un certo “Capitano Cuerva, D“, il quale aveva guidato una squadra d’assalto alla ricerca di un medico di Talon disertore chiamato Jean-Baptiste Augustin. Il bersaglio si sarebbe presumibilmente trovato a Port – de – Paix, Haiti. Il team, però, è andato disperso, e la comunicazione mostra anche l’ultimo messaggio inviato da Cuerva a Nyguyen prima che la squadra entrasse in azione.

Clicca qui per leggere la comunicazione

Blizzard mette un sacco di carne al fuoco con soli sei secondi di trailer e un documento di testo: chi è l’hacker che ha bucato il sistema di sicurezza di Talon? Una persona che ha bypassato un sistema di sicurezza probabilmente gestito dalla stessa Sombra sa di sicuro il fatto suo.

Oppure è stata la stessa Sombra, come suggerisce il teschio simbolo dell’Eroina che si intravede negli ultimi frame del video? C’è poi la questione del medico disertore, del capitano scomparso e dei due tra i quali avviene la comunicazione. L’Eroe 30 è uno di questi personaggi?


Blizzard semina i primi indizi sul 30° eroe di Overwatch?
Roberto "Robertstein" Venezia

Diplomato al Liceo Classico, è ora studente di Game Programming presso Event Horizon School a Padova. Appassionato di videogames, cinema, libri e fumetti, ha l'obiettivo di promuovere gli esport in Italia.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701