Archivi di Overwatch: il dietro le quinte delle skin leggendarie

Archivi di Overwatch: il dietro le quinte delle skin leggendarie

Profilo di Stak
 WhatsApp

Con l’evento “Archivi di Overwatch” sono state introdotte diverse novità all’interno del popolare sparatutto di Blizzard e, tra queste, abbiamo anche visto dei nuovi modelli per svariati eroi del gioco. In merito a questo argomento, i devs hanno quindi deciso di svelare alcuni interessanti “retroscena”, che vogliamo riportare qui di seguito.

In particolare la progettista Yusuke Kozaki ed i due bozzettisti di Overwatch David Kang e Daryl Tan, intervistati sul sito ufficiale, hanno illustrato quello che è stato il percorso di sviluppo che li ha portati alla creazione dei fantastici modelli Tracer Cavalleria, Soldato-1776, Genji Bushi e Zarya Polyanitsa.

Sperando che la lettura sia di vostro gradimento, ecco il contenuto pubblicato sul sito ufficiale:

Una sterminatrice di draghi, un samurai e due soldati rivoluzionari su fronti opposti: quattro personaggi distinti provenienti da epoche diverse uniti dagli inchiostri di talentuosi bozzettisti da tutto il mondo fanno la loro comparsa nell’evento Archivi di quest’anno. Per creare alcuni di questi modelli ricchi di storia, Overwatch si è alleata con Yusuke Kozaki, un progettista di personaggi giapponese che ha lavorato in precedenza per titoli come Fire Emblem, Pokémon e No More Heroes.

Ognuno dei modelli leggendari degli Archivi di quest’anno proviene da un’epoca storica diversa nelle rispettive zone geografiche d’appartenenza. Zarya veste i panni di un bogatyr, un cavaliere errante russo dotato di grande forza e coraggio e specializzato nel combattimento contro i draghi, ruolo che si confà perfettamente a uno dei personaggi più forti di Overwatch. Genji, con la sua armatura estremamente elaborata, è un samurai del periodo Sengoku, in cui guerrieri e signori della guerra rivendicavano con la forza brandelli di potere sulla scia del crollo del sistema feudale giapponese. Tracer e Soldato-76, intanto, si trovano su fronti opposti della guerra d’indipendenza americana, e vestono i tricorni e le giubbe colorate caratteristiche delle rispettive armate.

Scopri di più da Kozaki e dai bozzettisti di Overwatch David Kang e Daryl Tan sulla storia e il duro lavoro che ha portato a Tracer Cavalleria, Soldato-1776, Genji Bushi e Zarya Polyanitsa.


Allora, Yusuke, dicci qualcosa di te. Come hai iniziato la carriera di artista nell’industria dei videogiochi? Com’è la tua vita di tutti i giorni?

Yuzuke Kozaki: Il mio sogno quando avevo 10 anni era di diventare un disegnatore di fumetti. Quando avevo circa 19 anni sono persino riuscito a debuttare in una rivista di fumetti! Dopo quella esperienza, ho aperto il mio sito di illustrazioni personale e da lì sono iniziate ad arrivare sempre più richieste di disegni e illustrazioni. Credo che il resto sia storia. Per quanto riguarda la mia giornata tipo, ho iniziato un nuovo lavoro: accudire le mie due figlie. Mi piace molto cucinare e spesso lo faccio per rilassarmi. Penso che la cucina sia una forma d’arte tanto quanto il disegno, e l’effetto immediato che vedo sulla mia famiglia quando cucino è davvero gratificante. Inoltre, mi piace andare in bicicletta. L’anno scorso ho pedalato per quasi 600 chilometri da Tokyo a Osaka!

Qual è la cosa che preferisci di Overwatch?

Kozaki: Mi piace il gioco di squadra che si respira in Overwatch. Avere la possibilità di trovarsi con gli amici e combattere insieme è davvero divertente. Tuttavia, la mia cosa preferita è la forza dell’immaginario di Overwatch e le opere a esso correlate. Anche se ci sono dei limiti in quello che l’arte può offrire, ho l’impressione che l’immaginario di Overwatch li trascenda. Sono sempre sbalordito da quanto l’arte possa essere visivamente appagante e allo stesso tempo avere un effetto così profondo sull’inconscio umano.

Cosa ti ha emozionato di più lavorando con il team di Overwatch?

Kozaki: Devo dire che la cosa più emozionante è stato il costante botta e risposta per cercare di unire il design all’immaginario generale di Overwatch e il continuo processo di miglioramento e perfezionamento del lavoro. Il direttore artistico dei personaggi Arnold Tsang, che ha commissionato le mie opere, visitava spesso il mio sito quando era uno studente, ma anche se a quei tempi non ci conoscevamo, ora sono felice e onorato di aver lavorato con lui a un livello così elevato!

Qual è stata l’ispirazione storica specifica per i modelli che hanno progettato tutti?

Daryl Tan: Per Genji Bushi, abbiamo imparato qualcosa in più sulle armature dei samurai, dove era più importante la praticità rispetto alle decorazioni. Ricordo che abbiamo cercato diverse armature da samurai del periodo Sengoku durante la fase di ricerca, ma non abbiamo mai sposato l’idea.

David Kang: Per Zarya, abbiamo fatto una bozza e abbiamo inviato l’idea ai nostri talentuosi collaboratori esterni affinché la perfezionassero e finalizzassero il modello. Lavorare su questo design è stato divertente. Il modello Polyanitsa è basato su un cavaliere russo chiamato bogatyr che compare spesso nel folklore e nei dipinti. Non sarebbe stata un’impresa facile comprendere l’immaginario e progettare la sua armatura senza l’aiuto della nostra produttrice Natalia, che viene proprio dalla Russia. Ci ha dato molti feedback a riguardo durante tutto il processo.

Yusuke Kozaki: Per Soldato-76 e Tracer ho aggiunto ai miei progetti i dettagli delle uniformi dei soldati della guerra di secessione e della guerra d’indipendenza americana.

Come vedete legarsi il tema di ognuno di questi modelli al proprio personaggio?

Tan:Penso che sia stato facile vedere Genji come un samurai del periodo degli stati belligeranti. Lo si facilmente immaginare mentre colpisce rapidamente i suoi nemici sul campo di battaglia, con indosso un’armatura che riflette i raggi del sole e completamente ricoperto di sangue da capo a piedi. Parlando della progettazione di Genji Bushi, il mio primo passo è stato l’elmo. Come avremmo potuto creare una maschera che non fosse simile a quella del modello Genji Oni? Una volta deciso, il resto degli elementi è stato facile da includere.

Kang: Penso che il tema fosse perfetto per Zarya, dal momento che è un cavaliere moderno con un’armatura futuristica. Il design dell’armatura medievale le si addice molto e sembra quasi fatto apposta per lei. Un bogatyr è anche un uccisore di draghi, quindi abbiamo aggiunto anche il tema dei draghi al suo personaggio, specialmente nell’arma.

Kozaki: Trovo che la dicotomia Stati Uniti e Regno Unito rappresentata da Soldato-76 e Tracer sia stata la chiave per i design dei loro modelli.

Qual è stata la parte più interessante del processo di progettazione?

Kozaki: Mi sono divertito tantissimo dall’inizio alla fine! Direi che la parte migliore del progetto è stata cercare di prendere alcuni elementi dalle mie fonti d’ispirazione e ricrearli in un immaginario nuovo senza però stravolgerli.

Da oggi al 27 aprile, ritorna a sfogliare gli Archivi di Overwatch. Affronta missioni cooperative per rivivere i momenti più importanti del passato, metti alla prova la tua abilità con nuovi e letali modificatori delle Missioni Sfida e ottieni oggetti ispirati alla storia di Overwatch, inclusi i modelli Tracer Cavalleria, Soldato-1776, Genji Bushi e Zarya Polyanitsa.

 

Cosa ne pensate community?
La discussione, come sempre, è assolutamente aperta!

Articoli correlati: 

Overwatch League: Proseguono i Kickoff con la WEEK3

Overwatch League: Proseguono i Kickoff con la WEEK3

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

Overwatch league WEEK3 – Prosegue la stagione 5 della Overwatch League, tra partite al cardiopalmo e colpi di scena. Quest’anno la competizione viene giocata interamente sul nuovo client di Overwatch 2 BETA in continuo aggiornamento. A prescindere dai risultati ottenuti in classifica tutte le squadre sono agguerrite e bramano il vertice della classifica.

Questo week end si apre la terza settimana di Kickoff clash e già si comincia a delineare una classifica che fa emergere quelle che sono le squadre più forti e talentuose.

In queste prime due settimane abbiamo visto competere solamente la Western Conference, con l’arrivo della WEEK 3 farà il suo debutto la Eastern Conference, dove a farne da padrona troviamo la squadra campione del mondo, gli Shanghai Dragons.

L’attuale classifica – WEEK2

Sapevo di non riporre male le mie aspettative quando, in un precedente articolo, feci notare la bravura dimostrata dai San Francisco Shock ed il loro feeling ad ogni match, già dalla prima partita della WEEK1.
I SFS sono agguerriti più che mai e fanno a cazzotti con chiunque cerchi di strappare loro il primo posto della classifica, gli unici ad avere un punteggio pieno con 4 vittorie, secondi i Gladiatori di Los Angeles.
A fare da coda alla lista gli sfortunati Vancouver Titans, purtroppo altre due sconfitte per la squadra Canadese, rispettivamente contro la squadra della “Grande mela” e i Florida Mayhem. Sembra non esserci nulla da fare per i Titans che ad oggi non hanno portato a casa nemmeno una vittoria.
Overwatch league WEEK3 – Se ne aspettano delle belle per questa WEEK 3, dove ad aprire le danze saranno i Philadelphia Fusion insieme ai dragoni di Shanghai.
Cosa ne pensate dell’attuale classifica delineata? La discussione è aperta!

Articoli Correlati:

Overwatch 2, cosa verrà dopo la Beta? Gli sviluppatori rivelano un nuovo evento

Overwatch 2, cosa verrà dopo la Beta? Gli sviluppatori rivelano un nuovo evento

Profilo di Gosoap
 WhatsApp

Come anticipato in un nostro precedente articolo e come da comunicazioni ufficiali Blizzard con oggi si conclude il primo periodo di BETA test di Overwatch 2.

In queste settimane abbiamo potuto apprezzare il lavoro svolto dai developer su questo grande aggiornamento del titolo che comprende diversi aggiornamenti grafici, bilanciamenti degli eroi, party 5vs5 e molto altro.

Con la chiusura dei server BETA non sono mancati i ringraziamenti da parte del team di sviluppo rivolti a tutta la Community e a tutti i giocatori che hanno contribuito con i loro feedback a evidenziare criticitá e fornire spunti di miglioramento.

Annuncio sulla prossima fase BETA di Overwatch 2

In una comunicazione ufficiale abbiamo ricevuto da Blizzard la notizia che è in programma per il 16 Giugno uno speciale evento di Overwatch. Confidiamo che in tale circostanza ci possano dare maggiori ed importanti informazioni sul prossimo periodo di BETA test.

Le parole di ringraziamento di Aaron Keller

”Il team di Overwatch vorrebbe prendersi un momento per ringraziare di cuore tutti i giocatori che hanno preso parte alla nostra prima beta. È stato davvero emozionante veder giocare la nostra community. L’entusiasmo mostrato per questo gioco e il suo universo significa molto per noi; è sempre stato così, e sempre lo sarà.

Overwatch come mondo, come universo, è diventato qualcosa di molto personale per tutto il team, qualcosa nel quale abbiamo investito il nostro tempo, le nostre energie creative e la nostra passione. Non è facile mettere qualcosa di così importante davanti agli occhi di tutti. Specialmente quando sai che non è ancora finito e chiedi delle critiche vere e costruttive su quello che hai creato finora.

Ma il motivo per il quale lo facciamo è importante: è per creare un grande gioco, e sono i nostri giocatori e la nostra community a renderlo possibile. Test come questo sono una fase fondamentale nel miglioramento di Overwatch.

Non vediamo l’ora di mettere a frutto tutto quello che abbiamo imparato dalla beta e di applicarlo al gioco. Grazie ai giocatori per il loro tempo, la loro energia e la loro passione. Grazie per aver giocato al nostro gioco.”

Non ci resta che attendere questo importantissimo evento e vedere cosa ci riserva Blizzard per il futuro di Overwatch, nella speranza che il suo futuro sia roseo. Cosa ne pensate community? Come al solito la discussione è aperta!

Articoli Correlati:

BETA test Overwatch 2: Chiusi i server di prova!

BETA test Overwatch 2: Chiusi i server di prova!

Profilo di Tommaso AKY Rappazzo
 WhatsApp

BETA test Overwatch 2 – Overwatch 2 si propone come un corposo aggiornamento di Overwatch, che introduce miglioramenti a livello grafico, modifica dell’interfaccia utente, party 5vs5, componente PvE e molto altro ancora. Nelle ultime settimane abbiamo potuto testare la componente PvP del gioco tramite la prima versione BETA open, che avrà termine oggi, 17 Maggio. (La componente PvE verrà testata in un secondo momento ed introdotta successivamente alla release del gioco).

Gli sviluppatori fin da subito hanno voluto ribadire che la loro intenzione è quella di non ricadere più negli errori commessi in passato e che hanno come obiettivo quello di prendere maggiormente in considerazione e soprattutto valorizzare il parere della Community, così da rendere i giocatori parte di questo grande progetto.

In questi giorni di BETA test gli sviluppatori hanno affrontato diverse problematiche e criticità relative ad alcuni aspetti legati alla giocabilità di alcuni eroi ed alcuni ruoli. In diverse pubblicazioni ufficiali abbiamo potuto apprendere in che modo il team di sviluppo si stia muovendo per cercare di risolvere prontamente tali problematiche per fornire ai giocatori un gioco bilanciato.

BETA test Overwatch 2: Criticità riscontrate nella fase di BETA test

Di seguito riportiamo le criticità riscontrate che maggiormente hanno impattato sul gameplay:

  • Vulnerabilità degli eroi di supporto
  • Lunghi tempi di attesa per le partite
  • Scarsa possibilità di utilizzo di alcuni eroi (Problematica scaturita dalla nuova composizione del party 5vs5)

Per risolvere le problematiche sopra descritte il team di sviluppo è intervenuto a favore degli eroi di supporto potenziando in taluni casi i loro scudi, la loro vita e la sua rigenerazione, oltre a modificare alcune abilità degli eroi singolarmente. Le modifiche apportate ai curatori hanno contribuito a ridurre i tempi di coda delle partite (-48% dai dati Blizzard), in quanto i giocatori erano restii ad utilizzare gli eroi di supporto vista la problematica sopra descritta.

Per quanto riguarda la problematica relativa agli eroi poco “prestanti” gli sviluppatori si sono concentrati principalmente su Junkrat e Symmetra, le modifiche e bilanciamenti su questi due eroi sono ancora fonte di discussione, gli sviluppatori comunicano che ci stanno ancora lavorando e ci rassicurano sul fatto che a breve verranno fatte modifiche importanti alle loro abilità.

BETA test Overwatch 2: Considerazioni e conclusioni

Purtroppo siamo giunti al termine di questa prima fase di BETA test, confido che Blizzard ci dia presto modo di ritornare a provare questo gioco e che il suo sviluppo proceda per il meglio e senza intoppi. Alla luce di quanto detto in questo articolo e prendendo in esame le comunicazioni ufficiali dei developer posso personalmente affermare di essere contento di come sta procedendo lo sviluppo del gioco. Sono inoltre felice dell’attenzione che il team di sviluppo volge ai pareri della Community.

Ricordo inoltre che è iniziata da poco la stagione 2022 della Overwatch League, la quale viene giocata sul client BETA di Overwatch 2 per tutta la durata della competizione annuale.

Non ci resta che attendere nuovi comunicati da Blizzard e dagli sviluppatori del titolo ed incrociare le dita nella speranza di vederlo presto ultimato!

Cosa ne pensate community? Fateci sapere la vostra opinione a riguardo!

Overwatch 2: BETA patch, miglioramenti agli eroi di supporto

Overwatch 2 patch: Blog dei DEV, IMPORTANTI cambiamenti.

Fall Guys diventa Free to Play: annunciato il Legacy Pack e nuove piattaforme