Anteprima sul girone mondiale che scenderà in campo a Bangkok

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dopo le relativamente semplici qualificazioni di Canada, Corea, USA e (un po’ meno) della Finlandia, la Overwatch World cup sta per spostarsi a Bangkok dove si accenderà la sfida tra: Cina, Thailandia, Australia, Svezia, Spagna e Danimarca.
I pronostici per chi uscirà vincitore da questa selezione appaiono piuttosto scontati con la Svezia e il suo roster quasi interamente composto da giocatori della Overwatch League a farla da padroni.
Dando per favoritissimi i giallo/blu però non si può fare a meno di notare che il secondo posto buono per gli ottavi presenta un grosso punto interrogativo sul quale possiamo solamente fare supposizioni.

Partiamo dalla Cina, sicuramente la nazionale più criptica e difficile da prevedere, un solo giocatore della OWL derivante in ogni caso da un team che ha totalizzato 40 sconfitte, 0 pareggi e altrettante vittorie non risulta propriamente essere un cavallo di battaglia sul quale caricare le responsabilità dell’intero organico, gli altri poi sono un mistero però va dato credito che le organizzazioni sportive di quella nazione raramente prendono sotto gamba una competizione.

La Thailandia, nonostante l’eccelso e sempre sorridente Mickie, non sembra essere la candidata più accreditata per un girone da protagonista. Gioca in casa e questo potrebbe essere un vantaggio non indifferente ma in una competizione che viene giocata con cuffie antirumore il tifo difficilmente potrà ribaltare le sorti di un incontro.
Vi sono poi Australia, Spagna e Danimarca le quali vantano tutte nomi di prestigio da squadre protagoniste della OWL ma d’altro sono tutti nel ruolo di supporto, categoria fondamentale ma che da sola non può indirizzare le sorti di un match mentre, chi più chi meno, tutti possono schierare diversi protagonisti dei contenders, Cina e Thailandia compresi.

Si evince quindi che non si evince nulla, quello che inizierà domani sarà probabilmente il gruppo più incerto del torneo, il primo e (forse) l’ultimo nel quale ogni partita avrà un peso elevatissimo e anche la minima distrazione potrebbe rivelarsi fatale.
Di seguito andiamo a vedere il post ufficiale pubblicato da Blizzard con al suo interno tutte le informazioni sul girone di Bangkok.

Cosa c’è da sapere

  • Quando: Inizio match: 13 settembre, 20:00 PDT // 14 settembre, 05:00 CEST // 14 settembre, 10:00 ICT
  • Dove: Royal Paragon Hall, 5th floor, Siam Paragon (Acquista i biglietti)
  • Streaming in diretta:
  • Trasmissioni : Controlla la tua programmazione locale di ESPN 3 e Disney XD.
  • Patch: 1.27
  • Calendario match: Dai un’occhiata al sito ufficiale dell’OWWC.
  • Selezione mappe: Tutte! Ogni match inizierà con una mappa di controllo predeterminata: Nepal, Torre di Lijiang, Ilio oppure Oasi. A partire dalla seconda mappa, la squadra sconfitta potrà scegliere la mappa successiva dalle seguenti categorie:
    • Seconda mappa: ibrida
    • Terza mappa: conquista
    • Quarta mappa: trasporto
    • Quinta mappa (spareggio): controllo (deve essere diversa dalla prima mappa)

Roster delle nazionali

Thailandia

  • Teetawat “Teetawat” Teerayosyotin (Contenders Pacific: MEGA Esports)
  • Vuthichai “Rocket” Posawad (Contenders Pacific: MEGA Esports)
  • Ubon “oPuTo” Dara (Contenders Pacific: MEGA Esports)
  • Kantapat “SaiyajinGOD” Tangteekarak (Contenders Pacific: Xavier Esports)
  • Patiphan “Patiphan” Chaiwong (Contenders Pacific: Xavier Esports)
  • Pasavit “Pannys” Svasti-Xuto
  • Riserva: Pongphop “Mickie” Rattanasangchod (Dallas Fuel)

Conosciamo tutti l’incredibile storia di Mickie, che ha giocato per la Thailandia nell’Overwatch World Cup 2016 da perfetto sconosciuto, senza neanche superare la fase a gruppi. Ma le prestazioni individuali di Mickie sono state sufficienti a farlo notare dal Team EnVyUs, che l’ha poi ingaggiato come riserva per gli APEX in Corea. Il resto è storia. Gloriosa, sorridente storia. La squadra thailandese vanta anche la presenza di oPuTo, a lungo compagno di squadra di Mickie e membro della nazionale per tutti i tre anni dell’Overwatch World Cup. Sappiamo che qui possono nascere grandi talenti e siamo emozionati all’idea di cosa può riservarci la Thailandia nel 2018.

Cina

  • Shilong “Krystal” Cai (Contenders China: T1w Esports Club)
  • Qiulin “Guxue” Xu (Contenders China: LGD Gaming)
  • Xianyao “Yveltal” Li (Contenders China: LinGan e-Sports)
  • Junjian “Sky” He (Shanghai Dragons)
  • Tianbin “LateYoung” Ma (Contenders China: Team CC)
  • Xin “Leave” Huang
  • Riserva: Yangjie “Shy” Zheng (Contenders China: LGD Gaming)

Con un solo giocatore dell’Overwatch League nel proprio roster, scopriamo quali talenti la Cina ha da offrire nei Contenders. La squadra di Guxue e Shy, LDG Gaming, ha di recente terminato al secondo posto la Stagione Due dei Contenders China, il che è una buona base di partenza. I LinGan e-Sports di Yveltal e il Team CC di LateYoung sono arrivati ai quarti di finale. I T1w Esports sono finiti sotto i LinGan in classifica, ma sono arrivati alle semifinali. La Cina è una regione forte e non vediamo l’ora di scoprire cos’hanno da offrire oltre al roster degli Shanghai Dragons.

Australia

  • Ashley “Trill” Powell (Contenders Pacific: Blank Esports)
  • Huseyin “Hus” Sahin (Contenders Pacific: Blank Esports)
  • Leyton “Punk” Gilchrist (Contenders Australia: Dark Sided)
  • James “Yuki” Stanton (Contenders Australia: Dark Sided)
  • Dario “Akraken” Falcao-Rassokha (Contenders Australia: Sydney Drop Bears)
  • Scott “Custa” Kennedy (Los Angeles Valiant)
  • Riserva: Felix “ckm” Murray (Contenders Pacific: Blank Esports)

L’unico giocatore con esperienza nell’Overwatch League è Custa, un punto di riferimento per tutta la squadra. Dark Sided e Sydney Drop Bears sono entrambe riuscite a raggiungere le finali dei Contenders Australia, un evento LAN giocato di persona che ha dato a questi ragazzi la possibilità di salire su un palco vero e proprio prima di affrontare quello di Bangkok. Blank Esports, che giocano nella regione del Pacifico, hanno evitato per un pelo i Contenders Trials nella Stagione Due, ma hanno molta esperienza (hanno terminato al secondo posto la Stagione Uno dei Contenders Pacific), quindi l’Australia ha di fatto il potenziale per superare la fase a gruppi.

In ogni caso…

Svezia

  • Jonathan “Reinforce” Larsson
  • Tim “Manneten” Bylund
  • Kevin “TviQ” Lindström (Florida Mayhem)
  • Sebastian “chipshajen” Widlund
  • Hugo “SharP” Sahlberg (Contenders NA: GGEA)
  • Ludvig “Luddee” Håkansson (Contenders Europe: Angry Titans)
  • Riserva: Simon “Snillo” Ekström (Philadelphia Fusion)

Una ricetta svedese: una manciata di giocatori di talento dell’OWL, una spruzzata di Contenders, insaporire con un commentatore. Chi è nuovo alla scena di Overwatch potrebbe non comprendere l’aggiunta di Reinforce, ma è un uomo con un profondo background professionale di Overwatch. Durante 2BOWL (2016, due anni prima dell’Overwatch League) era il tank dei Rogue, una squadra che ha sfornato diversi giocatori di alto profilo dell’Overwatch League. Dopo si è unito ai Misfits, la squadra che sarebbe poi diventata i Florida Mayhem, ma è stato svincolato nell’agosto 2017. Il suo lavoro di commento piace a tutti, ma è chiaro che il desiderio di giocare con i migliori non l’ha mai abbandonato. Basterà osservare la Svezia a Bangkok per capire dove lo porterà questa strada.

Spagna

  • Ivo “Linepro” Kolev
  • Jonathan “HarryHook” Tejedor Rua (Dallas Fuel)
  • Alejandro “Networkz” Martín Pérez
  • Mario “PopiFresh” González
  • Joshua “Toxiken” Campos Buiza
  • Jose Antonio “Bromas” Ramos González
  • Riserva: Daniel “dhak” Martínez Paz

Anche se sulla carta questa squadra può sembrare una di quelle da metà classifica, non bisogna sottovalutare l’esperienza dei giocatori senza contratto di questa selezione spagnola. PopiFresh ha giocato con i Copenhagen Flames nella Stagione Uno dei Contenders Europe, mentre Toxiken faceva parte dei vecchi Dignitas insieme a Jiri “LiNkzr” Masalin degli Houston Outlaws dal 2016-17. Questi ragazzi si sono dati da fare per ottenere il giusto riconoscimento insieme alle loro controparti dell’Overwatch League, ed è per questo che Bangkok sarà un importante banco di prova per loro.

Danimarca

  • Kristian “Kellex” Keller (Boston Uprising)
  • Johannes “Shax” Alsing Nielsen
  • Gustav “Nerfdd” Guldager
  • Danni “Ding” Hylbæk Rasmussen
  • Mads “fischer” Josef Jehg (Contenders NA: GGEA)
  • Daniel “Danii” Lindblad Sørensen (Contenders Europe: Young and Beautiful)
  • Riserva: Nikolai “Nagga” Dereli

Anche i danesi non sono da sottovalutare. Kellex, il preferito dei fan dei Boston Uprising, ha un’intera squadra di giocatori di livello Contenders dietro di lui che combatte per il proprio paese. Un giocatore in particolare da tenere d’occhio è Fischer, balzato agli onori della cronaca nel 2017 come membro degli Hammers Esports durante il torneo TakeTV Overwatch TaKeOver 2. Fischer è diventato famoso tra i fan durante questo torneo in stile HomeStory Cup (StarCraft II), dove ha fornito grandi prestazioni contro squadre del calibro di Cloud9. Ora è nel team academy degli Houston Outlaws e ha un futuro brillante davanti a sé.

Commentatori

Soe
Soe Gschwind-Penski
talent-mica-th.jpg
Mica Burton
Wolf
Wolf Schröder
Achilios
Seth “Achilios” King
Bren
Brennon “Bren” Hook
Sideshow
Josh “Sideshow” Wilkinson
ZP
Andrew “ZP” Rush
Jake
Jake Lyon