Altra sconfitta per i Toronto Defiant!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Nella notte si sono consumate altre quattro importanti partite in Overwatch League, in una delle quali protagonisti erano i professionisti dei Titans, ancora una volta capaci di portare a casa una facile vittoria.
Per Vancouver continua una “striscia d’oro” di ben 10 vittorie e zero sconfitte in campionato, unici insieme agli Excelsior a raggiungere la seconda settimana del secondo stage ancora imbattuti.

L’ultima “vittima” di Vancouver è Houston, con gli Outlaws che provano a contenere le bordate nemiche, vincendo anche il primo round, per poi lasciarsi prendere un pesante parziale di 3-0 che darà la vittoria finale, ancora una volta, ai Titans.
Sorte simile a quella toccata agli Outlaws è quella dei Fusion, che in un grande “classico” della Overwatch League non riescono a superare i London Spitfire in una partita combattuta, frenetica e mai scontata.

Più netta la vittoria dei Gladiators sui Charge, che con un sicuro 4-0 si assicurano la vittoria ed un saldo quinto posto in classifica di campionato che fa sicuramente ben sperare.
Decisamente più rumoroso il capitombolo dei Defiant, con i canadesi che sembrano andare a corrente alterna, capaci di far sudare i Fuel sia nel secondo che nel quarto round, ma completamente assenti e disorganizzati nei round 1 e 2 che costano la partita ad Envy, Neko e soci.

Per Toronto la situazione appare a questo punto delicata: considerando che nelle ultime 48 ore i Defiant hanno registrato due delle 5 partite perse in tutto il campionato, è meglio che nella prossima sfida con gli Shock i ragazzi diano un’importante svolta alla loro avventura…sempre che Sinatraa e soci siano d’accordo, e viste le loro ultime prestazioni (tre partite vinte di fila per 4-0) non lo pensiamo affatto.

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.