Accuse di molestie sessuali per DreamKazper: i Boston lo sospendono a tempo indeterminato!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Aggiornamento delle 20.20: il giocatore ventunenne Jonathan “DreamKazper” Sanchez, accusato di molestie sessuali nei confronti di una minorenne di 14 anni, non ha più alcun contratto con quella che fino a pochi minuti fa è stata la sua squadra…i Boston Uprising.
Ricordiamo che il giocatore in questione, come accennato anche in questo articolo, era stato preventivamente sospeso dal team.
Ora è ufficiale il divorzio tra le parti.

Brutte notizie per i Boston Uprising, franchigia protagonista della Overwatch League in vetta alla classifica dello Stage 3.
Uno dei loro giocatori, il ventunenne Jonathan “DreamKazper” Sanchez, è stato infatti accusato di molestie sessuali nei confronti di una minorenne (la ragazzina ha 14 anni) e per questo il team ha deciso di sospenderlo a tempo indeterminato e fino a quando non sarà stata fatta totale chiarezza sull’accaduto.
Prendiamo molto sul serio tutte le accuse di questa natura e come risultato DreamKazper è stato sospeso dai Boston Uprising a tempo indeterminato“: queste le durissime parole della dirigenza del team pubblicate attraverso un tweet ufficiale mentre sulla vicenda è ovviamente intervenuta anche la Overwatch League che ha avviato una serie di indagini per fare luce sulla questione.

La giovane donna ha affermato che il giocatore DreamKazper era perfettamente conscio della sua età, e che il giocatore ha anche mandato messaggi sessualmente espliciti mediante vari canali social alla ragazzina e ricevendo da questa delle foto in cui lei si è mostrata nuda (quindi ora DreamKazper rischia anche di essere incriminato per possesso di pornografia infantile).

I Boston Uprising, oltre al tweet mostrato sotto, hanno per il momento preferito non rispondere sull’argomento mentre resta confermata la sospensione per il giocatore che da questa settimana sarà indisponibile per il roster impegnato nella competizione.


Accuse di molestie sessuali per DreamKazper: i Boston lo sospendono a tempo indeterminato!
Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701