Top & Flop MTG Arena: le classifiche del 2020

Top & Flop MTG Arena: le classifiche del 2020

Profilo di Cochi88
 WhatsApp

Ci stiamo avviando verso la fine dell’anno, ed è arrivato il momento di tirare le fila: quali carte, stampate nel 2020, hanno impattato maggiormente il metagame di Arena, in Standard e Historic? E quali hanno deluso le aspettative? Ecco i 10 top e flop di quest’anno, divisi per formato.

 

Historic – Top

  • 10. God-Pharaoh’s Gift (Amonkhet Remastered). Tra i Tier di uno degli Standard passati, i mazzi con GPG come protagonista si sono affacciati nel panorama Historic, non sfigurando affatto.
  • 9. Dualcaster Mage (Jumpstart). Abbiamo un mazzo combo in Historic, e il maghetto rosso è il protagonista indiscusso: gran bella scoperta, per questa carta che prima di allora non era stata per nulla considerata altrove.
  • 8. Torrential Gearhulk (Kaladesh Remastered). In un loop interessante con Sublime Epiphany, con l’Hulk blu sia UW che soprattutto UB hanno acquisito una grossa freccia al loro arco.
  • 7. Chandra, Torch of Defiance (Kaladesh Remastered). Removal, ramp, vantaggio carte: la Chandra (forse) più forte di sempre è un top scontato di questo 2020.
  • 6. Paradox Engine (Kaladesh Remastered). Un nuovo tier all’orizzonte, che darà nuova luce a carte quasi dimenticate come Emry, Kinnan e “ovetti” (stile Sfera Cromatica) vari… e forse anche a Paradoxical Outcome.

Paradox Engine, carta focale per il nuovo mazzo combo Historic Arena

  • 5. Bomat Courier (Kaladesh Remastered). Un ottimo refuel per i mazzi aggro, che spesso svuotano la propria mano in pochi turni: col prossimo possibile ban di Uro, potrebbe diventare la stella indiscussa del formato.
  • 4. Fatal Push (Kaladesh Remastered). Il removal per eccellenza ha trovato ovviamente gioco in tutti i mazzi a base nera. Con le poche fetch nel formato però, ottenere Revolt non è sempre facile: in alcuni casi poi, alternarlo ad altre rimozioni come Eliminate non è così sbagliato.
  • 3. Collected Company (Amonkhet Remastered). Stesso discorso di Bomat: quando la tua mano sfiorisce, Company riesce a ridare linfa ai tuoi turni. Jund Sacrifice, GW Lifegain, GR, Mono Green e così via: ovunque ci siano creaturine, e il Verde, l’instant a 4 è un must.
  • 2. Thoughtseize (Amonkhet Remastered). Scartino di primo è una giocata assai forte, se poi giochi Rubapensieri la partita comincia molto bene; una carta molto forte che aveva fatto gridare allo scandalo, una volta spoilerata per Arena: BR e Sultai ringraziano.
  • 1. Muxus, Goblin Grandee (Jumpstart). Poco da dire: Goblin è un Tier soprattutto grazie a lui!

 

Historic – Flop

  • 10. Allosaurus Shepherd (Jumpstart). Grande successo in Legacy, ma Elfi in Historic può fare a meno di lui: non ci sono counter così cheap da dover esigere l’amico dei dinosauri nel mazzo.
  • 9. Aetherworks Marvel (Kaladesh Remastered). Ci aspettavamo la rinascita di un mazzo Energy costruito attorno a questo artefatto, nemmeno così “costoso” rispetto al suo effetto. Qualche prova qua e là, ma niente di stravolgente: non si è sicuramente affermato ai livelli pre ban 2017.
  • 8. Knight of the Reliquary (Historic Anthology II). Anche questa creatura ha per anni monopolizzato il Metagame Modern e Legacy: non ha preso piede in Historic, sebbene ci siano alcune terre non basiche molto interessanti, come Ghost Quarter e Bojuka Bog.

Knight of the Reliquary, creatura importante nei mazzi GW Company

  • 7. Thragtusk (Jumpstart). Non ha sfondato in nessun mazzo blink, che sia con Yorion o Thassa: ce lo aspettiamo in pompa magna quando troveremo su Arena anche Restoration Angel o Flickerwisp.
  • 6. Winding Constrictor (Kaladesh Remastered). In mancanza di Walking Ballista, il serpentello BG ha provato a sfondare con Conclave Mentor e Luminarch Aspirant; non molto il successo di questo Abzan: lo attendiamo in futuro con grande ansia.
  • 5. Glorybringer (Amonkhet Remastered). Historic si è rivelato un formato molto veloce e spietato, che non attende questo tipo di drop a 5; Mono Red gli preferisce Hazoreth come finisher alternativa ad alto costo: peccato, nessuna nota per una star di uno Standard passato.
  • 4. Meddling Mage (Historic Anthology II). Humans ha tutte le carte in regola per essere un mazzo Tier, ma non riesce a prendere piede. Il mago UW poi, con Fatal Push che monopolizza il reparto removal neri, avrebbe potuto trovare molto gioco anche nelle sideboard di mazzi Mid-Control: e invece no, è rimasto nell’anonimato, sebbene abbia un potenziale enorme.
  • 3. Grim Lavamancer (Jumpstart). Anche su questo maghetto c’erano grandi aspettative: fallite quasi sicuramente dopo l’uscita di Push…
  • 2. Approach of the Second Sun (Amonkhet Remastered). Una finisher bella e buona per UW/Bant Control, e invece… e invece questi mazzi preferiscono altro per chiudere le partite, come Shark Typhoon: grossa delusione, con riserva però, visti i pochi mesi dalla sua rinascita.
  • 1. Panharmonicon (Kaladesh Remastered). Un flop di quelli clamorosi. C’erano grandissime aspettative, vista la stampa di Yorion e della grande quantità di creature con ETB abilities rilevanti: Panarmonico, purtroppo, vede la sua disfatta perché Historic è diventato un formato assai complesso, e spendere il proprio quarto turno per appoggiare un artefatto che da solo non fa nulla, beh, suona già come una sconfitta.

Panharmonicon, artefatto di Kaladesh basilare in UW Blink

 

 

Standard – Top

  • 10. Shatter the Sky (Theros). Un’Ira di Dio con un piccolo drawback: è sicuramente stata un’aggiunta molto gradita, per un semplice motivo. Wratta a 4, con l’uscita di Kaya’s Wrath, mancava nello standard: ma soprattutto, con un cc senza doppio nero specifico, anche UW Control è diventato un Tier grazie ad essa.
  • 9. Ugin, the Spirit Dragon (M21). Una ristampa gradita che ha fornito ai ramp deck una finisher alternativa al bannato Agent of Treachery, e alla Nissa ruotata fuori da poco.
  • 8. Scavenging Ooze (M21). Ributtata nella mischia per arginare Uro (poi bannato), Melma è il drop a 2, forte anche in late, che mancava ai mazzi a base G: indispensabile.
  • 7. Anax, Hardened in the Forge (Theros). Un drop a 3 con vantaggio se muore, che si pompa con altri pezzi rossi, e che crea pedine quando i suoi “amici” muoiono. Anax fa tutto: ha permesso ai vari deck di aggirare le wratte, ma soprattutto diventa minaccia letale in combo con Embercleave.
  • 6. Bloodchief’s Thirst (Zendikar). Il Fatal Push dello Standard, con un kicker che lo rende forte anche in late. Che dire di più: un signor removal, che diverrà sempre più forte con l’uscita di nuove carte.
  • 5. Skyclave Apparition (Zendikar). Il Bianco, fino a prima bistrattato da mamma Wizards, acquista un “removal con le gambe” che ha permesso la nascita di nuovi archetipi, prima inesistenti proprio per la mancanza di rimozioni giocabili ad alti livelli.

Skyclave Apparition, creatura essenziale in Mono W

  • 4. Winota, Joiner of Forces (Ikoria). Ha caratterizzato lo Standard per mesi, anche dopo il sopra citato ban di Agente. Una creatura che permette ai mazzi aggro di avere una chiusura inaspettata, e inattesa, così forte da aver sconfinato in altri formati.
  • 3. Shark Typhoon (Ikoria). Sembrava un meme, invece si è rivelata una signora carta. Creatura volante, instant, incounterabile, e pesco una carta: cosa volete di più? Ah, non è così nemmeno sbagliato castarlo, in situazioni di vantaggio.
  • 2. Companion – Lurrus/Yorion (Ikoria). Sono i due compagni che sono sopravvissuti al cosiddetto nerf (cambio regola); un vantaggio carte che li porta ad essere una minaccia da tenere conto in late game, il che cambia decisamente il modo con cui l’avversario conduce il suo gioco. D’altra parte, iniziare con una carta in più in mano, non dev’essere brutta come cosa…
  • 1. Elder Giants – Kroxa/Uro (Theros). Poco da dire qui, è all’occhio di tutti il vantaggio che portano queste due creature. In uno scontro 1 vs 1, la vince Uro: anche per questo è solo lui ad essere bannato in Standard.

 

Standard – Flop

  • 10. Scourge of the Skyclaves (Zendikar). Il nuovo Death’s Shadow aveva iniziato a vedere gioco in qualche BR, per poi eclissarsi. Manca qualcosa per lo Scourge, per diventare uno degli MVP del formato: che lo trovi in Kaldheim?
  • 9. Slitherwisp (Ikoria). Era partito molto bene, con un UB Flash cucito addosso che poteva spopolare e prendere il sopravvento… poi i Rogues gli hanno tolto le luci della ribalta. Bocciato, ma con riserva.

Slitherwisp, creatura base in mazzi UB Flash

  • 8. Underworld Breach (Theros). Una carta che ha scritto “combo” tra le righe; in un formato dove gli hate per il cimitero non sono molteplici, avrebbe dovuto prendere un posto importante tra le carte Top: peccato.
  • 7. Song of Creation (Ikoria). Discorso analogo di Breach, ma con meno attenuanti. Hanno provato in tutti i modi a metterla in un mazzo, ma niente: questa Canzone ha probabilmente gli accordi sbagliati.
  • 6. Lukka, Coppercoast Outcast (Ikoria). Dopo il ban di Agente, Lukka si è perso completamente di vista; nemmeno RG, che potrebbe abusarne, lo gioca in side, e preferisce altri planeswalker: un vero peccato, visto che la Ultimate non è molto lontana dai punti fedeltà iniziali.
  • 5. Fiend Artisan (Ikoria). Grandi aspettative per questo nuovo Pod, che però dopo i primi fasti è lentamente scomparso dalle scene. Strano, anche perché il suo doppio colore lo può far entrare in una miriade di combinazioni e archetipi.
  • 4. Containment Priest (M21). In un formato di Escape e Avventure, il chierico ha toppato alla grande. Forse la sua ristampa è più per altri formati che per questo Standard.
  • 3. Jace, Mirror Mage (Zendikar). Un Jace a 3 aveva fatto gridare allo scandalo, e invece nulla. Non lo si vede in nessuna main, e in pochissime side: anche perché i control preferiscono PW più grossi per controllare il board, e questo Jace, tra le altre cose, non si difende da solo.
  • 2. Teferi, Master of Time (M21). Un’altra carta per cui si prevedeva un ban dopo poco, anche per le sue abilità attivabili instant. Ruoterà fuori la prossima estate, e certamente non se ne sentirà la mancanza.
  • 1. Grim Tutor (M21). Tutore Demoniaco a 3 mana doveva essere fattibile per lo Standard, di solito formato lento. Il power level delle carte però è salito rispetto alla sua prima stampa: e quella che prima era una bomba da svariate centinaia di euro, è ora diventata un’ottima carta solo per Commander. Segno, anche questo, che i tempi stanno cambiando…

Grim Tutor, stregoneria di M21

Commander Legends 2 Battle for Baldur’s Gate: meccaniche e altri spoiler dal video Build Your Legend

Commander Legends 2 Battle for Baldur’s Gate: meccaniche e altri spoiler dal video Build Your Legend

Profilo di Bata
 WhatsApp

Ieri, 17 maggio 2022, Wizards of the Coast ha pubblicato un video speciale di Weekly MTG, intitolato Build Your Legend, nel quale ha introdotto ufficialmente Commander Legends 2: Battle for Baldur’s Gate.

Nel video si è parlato delle meccaniche del nuovo set pensato per Commander e si sono viste un po’ di nuove carte.

Come di consueto, parliamo prima dell’ambientazione dell’espansione.

L’ambientazione di Battle for Baldur’s Gate

Come Adventures in the Forgotten Realms, anche Commander Legends 2 Battle for Baldur’s Gate è ambientata nel mondo Forgotten Realms dell’universo di Dungeons&Dragons.

Baldur’s Gate è forse la più famosa città della Costa della Spada. Collocata tra Waterdeep e l’Amn si è guadagnata l’appellativo di città “a metà per ogni dove”. In realtà Baldur’s Gate è una doppia città. In origine vi era una cinta muraria con i cancelli a nord verso Waterdeep e a sud verso i moli. Con lo sviluppo del commercio però la città si trovò a crescere, fino a giungere ai moli. Fu allora costruita una seconda cinta di mure con i cancelli a sud che ora portano sulla strada verso l’Amn. Tra i cancelli nord e la prima cinta di mura vivono i nobili, i mercanti più ricchi e gli avventurieri che si sono arricchiti con le loro imprese. Tra le prime mura e le seconde vivono la gente comune, gli avventurieri che non hanno interesse nel vivere nella parte alta e i mercanti meno facoltosi. Inoltre gran parte delle compagnie mercantili che operano a Baldur’s Gate hanno o la sede, o filiali e comunque i magazzini nella parte bassa della città.

Baldur’s Gate è governata dai Gran Duchi. Il titolo di duca non delinea la nobiltà e viene attribuito alla persona scelta per quel ruolo indipendentemente dal sesso, razza o estrazione sociale.

Dal punto di vista della fede, a Baldur’s Gate vi sono tre grandi templi e qualche santuario. Il tempio di Gond, la Grande Casa delle Meraviglie, è forse il tempio più imponente della fede del dio. Il tempio di Tymora, il Palazzo della Signora, si trova nei quartieri nord-ovest della città. L’ultimo tempio presente è una rarità e solo in una città tollerante come Baldur’s Gate poteva sorgere. Esso infatti è un tempio dedicato a Umberlee chiamato comunemente la Casa della Regina delle acque.

In città vi sono le filiali di tre compagnie mercantili. Il Trono di Ferro; la Compagnia Ambulante dei Sette Soli, poiché uno dei fondatori è di Baldur’s Gate; e la Lega dei Mercanti. In città vi è anche una enclave di maghi rossi thayviani. Il khazark dell’enclave è Trazjak Telstar, un uomo credule e infido, che spera di ottenere molti vantaggi gestendo l’enclave.

Le meccaniche di Battle for Baldur’s Gate

Background

Alcune creature leggendarie di Commander Legends 2 Battle for Baldur’s Gate avranno nel proprio testo la dicitura “Choose a Background” (“Scegli un background”). I Background sono carte incantesimo leggendarie che possono essere abbinate a creature leggendarie e gli conferiscono bonus e abilità.

Background funziona un po’ come Partner, nel senso che al nostro comandante può essere abbinato un Background e sia il comandante che l’incantesimo background si troveranno nella nostra zona di comando all’inizio della partita. Anche l’incantesimo background può essere rimesso nella zona di comando se viene distrutto o esiliato e successivamente rigiocato pagandolo 2 mana in più della volta  precedente.

Gli incantesimi background che si trovano nella zona di comando influiscono sui colori del nostro mazzo. (se il comandante è una creatura bianca ed il background un incantesimo nero, il nostro mazzo dovrà essere BW).

Initiative

Alcune creature di Battle for Baldur’s Gate avranno nel testo l’espressione “take the initiative” (“prendi l’iniziativa”). Questa meccanica funziona in parte come Monarch ed in parte come Venture into a Dungeon. E’ in parte come Monarch perchè tutte le volte che una creatura avversaria ci infligge danno, perdiamo l’iniziativa, ed è in parte come Venture into a Dungeon perchè se abbiamo l’iniziativa, all’inizio del nostro mantenimento ci avventuriamo in un dungeon chiamato Undercity.

Gate Lands

Non una vera meccanica, quanto piuttosto una tematica, le particolari terre Gate (Cancello) introdotte in Ravnica: City of Guilds tornano in Battle for Baldur’s Gate. Ci saranno 9 nuovi inediti Gate in questa espansione.

 Battle for Baldur’s Gate: le tematiche delle carte dei vari colori

Nel video sono state illustrate brevemente anche le tematiche, le strategie, attorno alle quali le carte dei singoli colori sono incentrate.

In breve:

  • Bianco: creazione, sacrificio e sinergie con le pedine; potenziamenti di permanenti tappati e effetti di blink (esilia permanente, quindi rientra in gioco)
  • Blu: effetti di blink; Adventure; Take the Initiative; pescate extra; creature Drago
  • Nero: Take the Initiative; sinergie con cimitero e sacrificio
  • Rosso: creature Drago, Adventure, strategie prevalentemente Aggro e Burn
  • Verde: creazione di pedine, grosse creature (tra cui draghi) e strategie Ramp.
  • Multicolore: le carte multicolore saranno essenziali nella strategia dei mazzi che si andranno a creare poichè definiranno il mazzo che si sta facendo.
  • Artefatti e Incolore: molti degli artefatti di Battle for Baldur’s Gate creeranno pedine Tesoro e/o aiuteranno a fixare il mana necessario a lanciare le magie durante le partite.

Nuovi spoiler di Battle for Baldur’s Gate

Come già detto nel precedente articolo su Commander Legends 2 Battle for Baldur’s Gate, questa espansione avrà carte regular, extended art, borderless e Monsters’ Manual Shocase.

Ecco tutte le carte spoilerate durante il video.

Regular

Abdel Adrian, Gorion's Ward

Astral Confrontation

Bane's Invoker

Battle Angels of Tyr

Ellyn Harbreeze, Busybody

Lae'zel, Vlaakith's Champion

Lulu, Loyal Hollyphant

Noble Heritage

Roving Harper

White Plume Adventurer

Aarakocra Sneak

Blur

Gale, Waterdeep Prodigy

Goggles of Night

Illithid Harvester

Irenicus's Vile Duplication

Robe of the Archmagi

Sea Hag

Tymora's Invoker

Volo, Itinerant Scholar

Criminal Past

Cultist of the Absolute

Passageway Seer

Sarevok, Deathbringer

Scion of Halaster

Stirge

Summon Undead

Bhaal's Invoker

Fang Dragon

Livaan, Cultist of Tiamat

Nemesis Phoenix

Bramble Sovereign

Cloakwood Hermit

Dread Linnorm

Halsin, Emerald Archdruid

Jaheira's Respite

Raised by Giants

Silvanus's Invoker

You Look Upon the Tarrasque

Astarion, the Decadent

Baba Lysaga, Night Witch

Bhaal, Lord of Murder

Commander Liara Portyr

Dynaheir, Invoker Adept

Elminster

Gorion, Wise Mentor

Lozhan, Dragons' Legacy

Mazzy, Truesword Paladin

Myrkul, Lord of Bones

Oji, the Exquisite Blade

Raphael, Fiendish Savior

Rilsa Rael, Kingpin

Arcane Signet

Charcoal Diamond

Dungeoneer's Pack

Faceless One

Fire Diamond

Marble Diamond

Moss Diamond

Nautiloid Ship

Noble's Purse

Sky Diamond

Swiftfoot Boots

Wayfarer's Bauble

Tokens

Initiative

Undercity Token

 

Weekly MTG: primissimo sguardo, date ufficiali e prodotti di Dominaria United + prossime uscite Arena + info eventi negozi

Weekly MTG: primissimo sguardo, date ufficiali e prodotti di Dominaria United + prossime uscite Arena + info eventi negozi

Profilo di Bata
 WhatsApp

Chiudiamo la serie di annunci arrivati dall’ultimo Weekly MTG con le prime informazioni su Dominaria United, le prossime uscite su MTG Arena ed alcune novità per quanto riguarda gli eventi nei negozi.

Iniziamo da Dominaria United.

Dominaria United: date ufficiali e prodotti sigillati

Dominaria United sarà la prossima espansione regolare le cui carte saranno legali in tutti i formati di Magic. Con questa espansione, Wizards of the Coast entra nell’anno in cui celebrerà i 30 anni di Magic: the Gathering, dal momento che la primissima espansione del gioco, Limited Edition Alpha, è uscita il 5 agosto del 1993.

Dominaria è un Piano simbolico per MTG in quanto le espansioni uscite nei primi 10 anni del gioco (da Antiquities a Scourge) sono tutte ambientate in questo mondo.

Dunque nulla di meglio che ritornare nuovamente su questo Piano, con Dominaria United, e rivivere la prima grande storia della lore di MTG, con The Brothers’ War.

simbolo d’espansione
Dominaria United Commander simbolo d’espansione

 

Le date ufficiali per Dominaria United sono:

  • 2-8 settembre 2022: Eventi Prerelease
  • 9 settembre 2022: Release ufficiale dell’espansione

Non sono state rivelate le date di inizio e fine degli spoiler, ne quelle di pubblicazione delle storie.

La sigla dell’espansione sarà DMU, mentre quella dei mazzi Commander DMC.

Sono stati rivelati i prodotti sigillati attraverso i quali Dominaria United verrà distribuita.

Booster Box

Booster Box sono i classici box di buste da 15 carte che accompagnano le espansioni di Magic: the Gathering ed i principali mezzi attraverso i quali un set viene distribuito in tutto il mondo.

Da ormai decenni, i Booster Box contengono 36 buste di espansione l’uno (tranne per set speciali, come Modern Horizon, Modern Masters, Ultimate Masters ecc… e delle primissime espansioni che hanno avuto box da 24 buste; ed i Collector Booster Box che hanno al loro interno solo 12 buste).

Questo sarà l’aspetto di Draft Booster Box di Dominaria United.

Collector Booster Box

Collector Booster Box ed i Collector Booster contenuti in essi sono stati introdotti con Throne of Eldraine e tornano con la loro sedicesima apparizione per Dominaria United.

Un Collector Box è un Box che contiene 12 bustine speciali da 15 carte l’una, tutte foil o versioni full-art o alternative delle carte dell’espansione alla quale si riferiscono. Ad esempio, nei Collector Booster di Theros Beyond Death vi erano le 11 carte di Dei e Semidei dell’espansione in versione Costellazione.

L’aspetto dei Collector Booster Box e Booster di Dominaria United sarà questo:

Set Booster Box

La novità introdotta con Zendikar Rising torna anche con Dominaria United.

I Set Booster contengono, oltre alle normali carte, una carta illustrazione ciascuno e possono contenere una ristampata limitata di carte di altre espansioni prese da una serie di carte detta La Lista.

Le carte illustrazione sono come le carte extra presenti nelle buste di Modern Horizons, ovvero carte plastificate raffiguranti soltanto l’immagine di una carta per intero. L’immagine sottostante chiarisce sicuramente meglio…

Le carte illustrazione hanno immagini delle carte dell’espansione e potranno essere normali oppure con l’autografo del disegnatore in color oro (c’è il 5% di possibilità di trovare una carta autografata).

Le carte della Lista sono carte storiche ristampate nella loro versione originale. Una busta su 4 può contenere una di queste carte.

Questo sarà l’aspetto dei Set Booster Box di Dominaria United.

E c’è una novità.

Jumpstart Booster Box

A partire da Dominaria United, i Theme Booster cesseranno di esistere e saranno rimpiazzati dai Jumpstart Booster, vale a dire da buste tematizzate di 20 carte ciascuna.

Ogni espansione le cui carte sono legali in tutti i formati avrà i Jumpstart Booster tra i prodotti acquistabili.

I Jumpstart Booster saranno venduti in Box da 18 buste ciascuno.

I pacchetti Jumpstart per Dominaria United includono carte dell’espansione, tra cui una rara o mitica rara, due terre base foil e una rara meccanicamente unica progettata per il pacchetto Jumpstart. Inoltre, questi pacchetti Jumpstart saranno disponibili come parte degli eventi Prerelease dal 2 all’8 settembre!

Ecco l’aspetto di queste buste e dei box di Dominaria United.

Prerelease Kit

Anche Dominaria United, come ogni espansione di Magic, avrà dei Prerelease Kit.

I Kit Prelerelase avranno dentro:

  • 6 buste d’espansione (Draft Booster di Dominaria United in questo caso)
  • un dado a 20 facce
  • una carta promo foil (rara o mitica) 

prerelease kit sono i prodotti sigillati che vengono dati ai giocatori durante gli Eventi Prerelease per giocare l’evento che è in formato Sealed e si gioca, quindi, aprendo delle buste d’espansione.

Qui sotto potete vedere il Kit Prerelease di Dominaria United.

Il prezzo in un Evento Prerelease un in negozio è 28€.

Bundle Pack

Il Bundle è il prodotto sigillato da ha sostituito i Fat Pack.

vecchi Fat Pack includevano un mazzo precostruito, delle buste di espansione, un dado ed il libro con la storia dell’espansione.

Una seconda generazione di Fat Pack ha rimosso i libri dalla confezione e il suo contenuto è stato modificato in: 9 buste d’espansione, un dado a 20 facce, 80 terre base dell’espansione di riferimento (di cui solitamente 40 di una versione speciale, full-art oppure foil), un booklet e un poster.

C’è una novità: a partire da Innistrad Midnight Hunt, i Bundle conterranno 8 Set Booster, anzichè 10 Draft Booster.

Il loro contenuto sarà quindi:

  • 8 Set Booster dell’espansione
  • 40 terre base (20 regular e 20 foil)
  • un dado a 20 facce 
  • un carta versione promo foil con art alternativa di una carta dell’espansione (non sapiamo ancora quale sarà la promo dei Bundle di Dominaria United)

Il prezzo è di circa 35-40€.

L’aspetto di questo prodotto sarà questo:

Dominaria United Commander Decks

Con Streets of New Capenna usciranno 2 mazzi precostruiti da 100 carte l’uno, legati all’espansione principale.

Nulla si sa al momento di questo prodotto.

 

Non sono ancora state rivelate carte di Dominaria United.

Novità su MTG Arena

Per quanto riguarda MTG Arena, il 7 luglio arriverà una nuova espansione le cui carte saranno legli solo in Alchemy ed Historic: Alchemy Baldur’s Gate. Questa espansione introdurrà oltre 250 nuove carte da poter giocare e sarà correlata, a livello di flavour e ambientazione, alla Battle for Baldur’s Gate cartaceo.

L’altra cosa detta su Arena sono le date ed i formati dei prossimi Qualifier Play-In e Weekend Qualifier.

Il formato di tutti gli eventi sarà Phantom Sealed di Streets of New Capenna (le carte sbustate non vengono aggiunte alla nostra Collezione).

I Qualifier Play-In saranno il 21 (Best of One) e 27 maggio 2022 (Best of Three), mentre il Weekend Qualifier sarà il 28 e 29 maggio (Best of Three).

Eventi e iniziative riguardanti i negozi

Love Your LGS

Torna l’iniziativa Love your Local Game Store. Se si spendono 50$/50€ in prodotti sigillati all’interno di un qualsiasi negozio WPN, si riceve una promo: questa.

Sol Ring

Sol Ring promo è disponibile solo in lingua inglese ed è foil.

Store Championship

Anche gli Store Championship fanno il loro ritorno nei negozi. Questi eventi sono normali tornei che potranno essere organizzati formato Draft, Sealed, Standard, Modern o Pioneer. I giocatori riceveranno, però delle carte promo per la partecipazione all’evento e per il loro piazzamento nel torneo.

Le promo sono queste.

Flame Slash

Archmage's Charm

Dark Confidant

Flame Slash è regular e verrà data a tutti i giocatori che parteciperanno allo Store Championship, mentre Archmage’s Charm e Dark Confidant sono foil. Charm viene dato a chi raggiunge la top8 nel torneo, mentre il Dark Confidant textless è il premio per il vincitore.

Gli Store Championship possono essere organizzati dal 9 al 17 luglio 2022.

Wizards Presents

L’ultima cosa detta durante il Weelky MTG è un annuncio di un annuncio (mi scuso per la ripetizione, ma è così). Il 18 agosto 2022 ci sarà uno streaming di Wizards of the Coast nel quale verranno rivelati i nomi delle espansioni in uscita nel 2023, maggiori dettagli Dominaria United e ci sarà anche un parte che riguarda Dungeons&Dragons.

Per ora abbiamo questa immagine ad anticipare il tutto.

 

Weekly MTG: primissimo sguardo, date ufficiali e prodotti di Double Masters 2022

Weekly MTG: primissimo sguardo, date ufficiali e prodotti di Double Masters 2022

Profilo di Bata
 WhatsApp

Dopo aver visto i prodotti che costituiranno il crossover tra MTG e Warhammer 40000, sempre nell’ultimo Weekly MTG del 12 maggio 2022, Wizards of the Coast ha annunciato anche i primi dettagli su Double Masters 2022, la nuova espansione extra in uscita quest’anno.

Vediamo tutto quello che è stato detto.

Double Masters 2022: date ufficiali, prodotti e primi spoiler

Double Masters 2022 simbolo d’espansione

Come sappiamo per via del primo set Double Masters, uscito nel 2020, anche Double Masters 2022 sarà un’espansione che conterrà solo ristampe di carte già esistenti. La legalità delle carte nei vari formati non cambierà con la loro ristampa in questa espansione. Le ristampe sono pensate principalmente per i formati Commander, Vintage, Legacy e Modern.

Le date ufficiali per Double Masters 2022 sono:

  • 16 giugno 2022: inizio degli spoiler ufficiali
  • 24 giugno 2022: fine spoiler e pubblicazione della gallery completa di tutte le carte.
  • dal 1 al 7 luglio 2022: prerelease ufficiale nei negozi
  • 8 luglio 2022: release ufficiale dell’espansione

Double Masters 2022 avrà 331 carte (+ versioni alternative extra), la sigla dell’espansione sarà “2X2” e le sue carte verranno distribuite attraverso Draft Booster Box e Collector Booster Box.

Booster Box

Booster Box sono i classici box di buste da 15 carte che accompagnano le espansioni di Magic: the Gathering ed i principali mezzi attraverso i quali un set viene distribuito in tutto il mondo.

Da ormai decenni, i Booster Box contengono 36 buste di espansione l’uno (tranne per set speciali, come Modern Horizon, Modern Masters, Ultimate Masters ecc… e delle primissime espansioni che hanno avuto box da 24 buste; ed i Collector Booster Box che hanno al loro interno solo 12 buste).

Essendo Double Masters 2022 un set speciale, i Draft Booster Box avranno 24 buste l’uno.

Caratteristica di Double Masters è il fatto che i Draft Booster hanno 16 carte ciascuno e questi contengono 2 rare o mitiche e 2 foil garantite ognuna.

Questo sarà l’aspetto di Draft Booster Box e Draft Booster di Double Masters 2022.

Collector Booster Box

Collector Booster Box ed i Collector Booster contenuti in essi sono stati introdotti con Throne of Eldraine e tornano con la loro quindicesima apparizione per Double Masters 2022.

Un Collector Box è un Box che contiene 12 bustine speciali da 15 carte l’una, tutte foil o versioni full-art o alternative delle carte dell’espansione alla quale si riferiscono. Ad esempio, nei Collector Booster di Theros Beyond Death vi erano le 11 carte di Dei e Semidei dell’espansione in versione Costellazione.

L’aspetto dei Collector Booster Box e Booster di Double Masters 2022 sarà questo:

Per quanto riguarda le prime carte, ne sono state rivelate 5, in tutte le loro versioni, più le 2 promo Release.

Le carte di Double Masters 2022 saranno regular, foil tradizionali, etched foil con frame alternativo e Borderless. Ogni rara e mitica di questa espansione ha la sua versione etched foil, incluse le versioni Borderless.

Ecco quelle rivelate.

Regular

Kozilek, Butcher of Truth

Weathered Wayfarer

Liliana, the Last Hope

Bring to Light

Wrenn and Six

Borderless

Liliana, the Last Hope

Wrenn and Six

Kozilek, Butcher of Truth

Etched Foil con frame alternativo

Kozilek, Butcher of Truth

Weathered Wayfarer

Liliana, the Last Hope

Bring to Light

Wrenn and Six

Promo Release

Weathered Wayfarer

Bring to Light