Kaldheim: esce anche il Trailer dell’espansione. Video e Commento.

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Venerdì scorso, 17 dicembre 2020, Wizards of the Coast ha pubblicato sul canale Youtube ufficiale (Magic The Gathering) il primo teaser trailer di Kaldheim.

Il video dura poco più di un minuto, ma ci da già qualche primo assaggio della lore riguardante la nuova espansione.

Vi lascio qui sotto il video da guardare e sotto il video una breve descrizione di quanto accade.

Commento al trailer di Kaldheim

Come potete vedere, il filmato parte con una voce che introduce il Piano di Kaldheim come un mondo fatto di leggende, con molti Reami e Saghe epiche unite da un’unica verità: i popoli di Kaldheim sono governati da alcuni Dei e tutti sono appartengono all’Albero del Mondo.

Se le prime informazioni forniteci su Kaldheim ce l’hanno descritto come un mondo ispirato alla mitologia norrena, qui ne abbiamo la conferma sin dai primi 15 secondi di video.

L’Albero del Mondo è un chiaro riferimento al mitico Yggdrasill, l’albero sorto dopo la morte di Ymir, il progenitore dei Giganti di Ghiaccio dei miti norreni. Allo stesso modo, Kaldheim è diviso in Reami, esattamente come l’universo nella cosmologia norrena è diviso in 9 Reami. Questi sono collegati tutti mediante Yggdrasill e sono:

  • Ásaheimr, mondo degli Asi (divinità),
  • Álfheimr, mondo degli elfi,
  • Miðgarðr, mondo degli uomini,
  • Jǫtunheimr, mondo dei giganti (detti Jǫtunn),
  • Vanaheimr, mondo dei Vani (altre divinità),
  • Niflheimr, mondo del gelo (o della nebbia secondo altre versioni),
  • Múspellsheimr, mondo del fuoco,
  • Svartálfaheimr, mondo degli elfi oscuri e dei nani,
  • Helheimr, mondo dei morti

Altro riferimento alla mitologia norrena sono i popoli nominati dalla voce narrante nel video, ovvero Elfi, Nani, Valchirie e Vichinghi, richiamo gli esseri che abitano i Reami menzionati precedentemente.

Vi sono, inoltre, le Saghe che sono i poemi epici della cultura norrena che raccontano le gesta degli eroi.

La narrazione prosegue dicendo che gli Dei di Kaldheim hanno la facoltà di spostarsi tra i Reami del mondo, intervenendo in favore della pace, della guerra o nella maniera che più li aggrada.

Successivamente, la voce narrante dice che vi è un’arma (che possiamo vedere forgiata dall’Albero del Mondo), creata per essere brandita da un Dio, in grado di incanalare il potere divino per proteggere tutti i Reami. (la voce narrante dice “what if there was a way to harness this power?” in riferimento al potere degli Dei di Kaldheim ed a quello della Spada)

Sappiamo già dai primi spoiler che l’arma che ci viene mostrata è la Spada dei Reami impugnata da Halvar, Dio ispirato alla divinità Tyr, dio della guerra e della giustizia della mitologia norrena.

Hlavar, God of Battle

Sword of the Realms

Quanto alla Spada, il fatto che “brilli” potrebbe essere un richiamo alla Claíomh Solais,Spada di Luce, la mitica arma della mitologia irlandese col potere di tagliare un corpo in 2, chiamata così proprio perchè brilla di luce.

Il fatto che la Spada incanali potere divino (oltre al fatto che brilla) mi richiama alla mente qualcosa di decisamente più vicino ai giorni nostri, ovvero la Spada dell’Olimpo della serie di videogiochi God of War. 

Chi ha giocato alla vecchia trilogia di God of War ricorderà che la Spada dell’Olimpo viene data da Zeus a Kratos e che quest’ultimo perde i poteri divini convogliandoli nell’arma. Successivamente, la Spada viene utilizzata per uccidere Atena e da Kratos per suicidarsi dopo la distruzione degli Dei dell’Olimpo.

 

La Spada dell’Olimpo di God of War

 

Kratos che uccide Atena, immagine ratta da God of War II (PS2, PS3), propietà di Santa Monica Studios
Kratos si suicida utilizzando la Spada dell’Olimpo, immagine ratta da God of War III (PS3), propietà di Santa Monica Studios

Infine, il trailer di Kaldheim mostra il personaggio che è la voce narrante di tutto il filmato, ovvero Tibalt. Il Planeswalker diavolo nativo di Innistrad è intenzionato ad impadronirsi della Spada dei Reami e ad usarla per portare distruzione.

Tibalt “interpreta” quindi Loki, Dio norreno dell’astuzia, degli inganni e della distruzione, per via di questo suo fine.

Vedremo Tibalt diventare un Dio, come già accaduto a Xenagos su Theros? Lo scopriremo solo con l’uscita delle storie ufficiali.

Luca "Bata" Battaiotto

Nato nel 1993, da sempre con una grande passione per videogiochi, Playstation, musica (Power Metal in particolare) e Magic: the Gathering, del quale sono un giocatore amatoriale dall'uscita di Quinta Alba. Gioco Modern dal 2013 e Standard dall'uscita di Amonkhet. Attivo su Magic: The Gathering Arena sin dalla Closed Beta.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701