Winota, Joiner of Forces

Jeskai Winota: guida completa alla strategia e alla sideboard

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il mio benvenuto a chiunque legga questa guida! Ho deciso di scrivere questo articolo perchè c’è un mazzo che mi ha davvero colpito per la velocità con la quale può chiudere una partita, durante le mie scalate su MTG Arena, permettendomi di raggiungere il rank Mythic nel mese corrente dopo soli 9 giorni dall’inizio della stagione: ovvero Jeskai Winota.

Mythic proof Maggio 2020

Da persona che ha sempre e soprattutto giocato mazzi Aggro, l’archetipo del quale oggi scrivo rientra in questa categoria, ma include anche degli elementi da “mazzo Combo“.

Sin dagli spoiler di Ikoria, Winota, Joiner of Forces è una carta che mi ha colpito molto per la sua abilità innescata che consente di mettere in gioco dal mazzo creature Umano semplicemente attaccando con una qualsiasi creatura non-Umano.

In un metagame Standard dove le strategie più ricorrenti ruotano attorno a Fires of Invention, Yorion, Sky Nomad ed al tentare di mettere in gioco il prima possibile Agent of Treachery, questo mazzo rientra nell’ultima categoria nominata, poichè, grazie a Winota, abbiamo la possibilità di mettere in gioco Agent dal nostro mazzo al quarto turno di gioco, prima di qualsiasi altro mazzo del formato.

La lista utilizzata da me per giungere a Mythic è quella pubblicata su Twitter da Mattia Oneto (Schiapponetor), giocatore italiano molto forte che l’anno scorso ha conquistato il titolo di Campione del Mondo su MTGO (Magic: the Gathering Online, l’altra piattaforma digitale di Magic: the Gathering). Per raggiungere il risultato non ho cambiato nulla nella lista di partenza.

Jeskai Winota di Mattia Oneto, utilizzata per raggiungere il Mythic da BattaMTG – 09/05/2020

Tuttavia, i recenti tornei (Weekly Championship e Season Finals del MagicFest Online) hanno portato ad un cambiamento nel metagame Standard per il quale questo mazzo inizia a faticare un po’ di più a ritrovare il suo posto tra i tier1 del formato.

Ho pensato fossero necessari dei cambiamenti alla sideboard del mazzo (per i quali trovate le motivazioni in una sezione apposita di questa guida), per cui, ecco a voi la nuova lista sulla quale questa guida si basa:

Jeskai Winota di BattaMTG – 18/05/2020

Agent of Treachery art
Agent of Treachery by Igor Kieryluk

Scelta delle carte

Creature Non-Umano

Fblthp, the Lost: l’unica creatura non-Umano del mazzo a costo 2 è Fblthp. Questo simpatico Omuncolo 1/1 (del quale nessuno sa’ pronunciare con certezza e correttamente il nome, eccetto forse solo Mark Rosewater) si dimostra utile nei primi turni di gioco poichè appena entra in campo ci consente di di pescare una carta extra. Un prezioso aiuto per tentare di pescare le terre necessarie a lanciare Winota, Winota stessa oppure le altre creature del nostro mazzo (pregando di non pescare Agent of Treachery nelle prime fasi della partita). Inoltre, non essendo Umano, Fblthp innesca l’abilità di Winota. Vista l’utilità, ne giochiamo 4.

Brazen Borrower: la nostra prima creatura a costo 3 è questa versatile Fatina di Throne of Eldraine che si dimostra particolarmente preziosa quando il nostro avversario gioca delle pedine (vedi Jeskai Yorion Lukka) oppure magie che richiedono molto mana per essere lanciare poichè possiamo costringere l’avversario a lanciarle nuovamente ed essendo la magia correlata a questa creatura un istantaneo e quindi è possibile lanciarla alla fine del turno avversario, possiamo far perdere turni di gioco grazie a questa giocata. Inoltre, è un 3/1 volante, quindi evasivo, che può vincere le partite con un race costante ed essendo non Umano innesca l’abilità di Winota. Ne giochiamo 4.

Legion Warboss: dopo Winota ed Agent of Treachery, questa è indubbiamente la creatura più forte del mazzo poichè genera una pedina Goblin attaccante ad ogni nostra combat. Se l’avversario non trova un modo di uccidere Warboss in fretta, finirà sommerso dai Goblin 2/2 (grazie al trigger di Mentor di Warboss) e morirà. Senza contare che sia Warboss che le pedine che genera sono creature non-Umano e di conseguenza ognuna di loro innesca Winota, dando luogo a molteplici trigger dell’abilità, dandoci praticamente la certezza statistica di avere in gioco un Agent of Treachery nel turno stesso in cui Winota entra nel campo di battaglia. Ne giochiamo 4.

Legion Warboss
Legion Warboss by Alex Konstad

Creature Umano

Charming Prince: il nostro principe è la creatura Umano dal costo di mana più basso che abbiamo a disposizione nel mazzo, 2. Prince è utile in numerosi modi: durante i primi turni di gioco, lo Scry 2 ci da’ maggiori possibilità di trovare ciò che ci può servire per arrivare a lanciare le carte che abbiamo in mano (terre, Winota, Warboss ecc…) mettendo le carte inutili in fondo al mazzo; guadagnare 3 punti vita può essere utile contro i mazzi Aggro (MonoRed è di recente tornato sulle scene grazie ad Obosh, the Preypiercer); mentre la terza abilità è utile se vogliamo pescare un’altra carta con Fblthp oppure ad  innescare un’altra volta l’abilità di un Agent of Treachery entrato in gioco in precedenza. Carta versatile che giochiamo in 4x.

Winota, Joiner of Forces: Questa Guerriera 4/4 a costo 4 è la carta chiave del mazzo poichè è con la sua abilità innescata che possiamo lanciare Agent of Treachery dal mazzo a turno 4. L’abilità di Winota ci permette di guardare le prime 6 carte del mazzo e di mettere in gioco una creatura Umano tra quelle carte. Nel mazzo giochiamo 14 Umani su 26 creature, per cui è abbastanza facile che con un paio di trigger salti fuori un Umano, dato che sono circa uno ogni 4 carte. Altri Umano molto forte da mettere in gioco a turno 4 è Kenrith, the Returned King perchè grazie alle sue 5 abilità ci faciliterà notevolmente la partita. Qualsiasi Umano messo in gioco da Winota è attaccante ed indistruttibile fino alla fine del turno, vantaggio notevole in combat. Giochiamo Winota in x4.

Kenrith, the Returned King: L’altra carta che ci fa’ piacere vedere oltre ad Agent of Treachery è il Re  di Eldraine, che grazie alla “regina” Winota può entrare in gioco un turno prima (di quarto anzichè di quinto). La quantità di cose che può fare questa carta è incalcolabile (basti pensare che è la win condition di Jeskai Fires da 3 espansioni): da’ rapidità alle creature, pompa una creatura mettendogli sopra un segnalino +1/+1 (non in questo mazzo perchè non abbiamo fonti di mana verde), fa’ guadagnare 5 punti vita, pesca una carta extra e resuscita una creatura dal nostro cimitero. Re Kenrith è devastante e troppo forte per non giocarlo, solo 2 copie di questa carta nel mazzo.

Agent of Treachery: la principale win condition del mazzo è questa carta che ci consente di prendere il controllo di una qualsiasi carta che il nostro avversario ha in gioco. Fatto al quarto turno grazie a Winota, questo moderno Lupin III si rivela letale poichè ruba all’avversario le risorse più importanti che è riuscito a mettere in gioco sino a quel momento. Ne giochiamo solo 4, ma ne vorremmo 8.

Kenrith, the Returned King
Kenrith, the Returned King by Kieran Yanner

Non creature e terre

Raise the Alarm: Dal momento che solo 12 creature non Umano possono non essere sufficienti ad avere la certezza di innescare l’abilità di Winota al quarto turno, giochiamo 4 copie di questo istantaneo bianco a costo 2 che ci permette di creare 2 pedine Soldato 1/1 bianche. Attenzione: sebbene dalle varie art di questa carta e da quelle delle pedine, quest’ultime possano sembrare Umani, in realtà non lo sono. Wizards non ha cambiato il testo di questa carta (che risale a Mirrodin, anno 2003) e per questo le siamo grati, dal momento che i nostri soldatini innescano un trigger di Winota ciascuno, dando grande valore a questa carta nel mazzo che giochiamo.

Chandra, Acolyte of Flame: Chandra è un’altra carta che genera pedine creature non Umano, nella fattispecie Elementali. Poco importa a noi se sono Elementali, Draghi o Puzzole, le pedine di Chandra innescano anch’esse un trigger a testa di Winota e hanno Rapidità, dandoci la possibilità di sorprendere l’avversario innescando più volte Winota di quante potrebbe aspettarsi. Le altre 2 abilità di Chandra non le utilizzeremo praticamente mai, poichè rilanciare Raise the Alarm, grazie all’abilità -2, dal nostro cimitero è peggio rispetto a creare le pedine rapide (le pedine di Raise the Alarm non hanno rapidità), mentre rilanciare Incubation è una buona giocata, ma abbastanza situazionale. Nei game post-side può essere utile rilanciare Scorching Dragonfire, mentre l’altra abilità 0 serve solo a non far morire la nostra Planeswalker costo 3. Ne giochiamo 2 copie.

Incubation//Incongruity: delle 2 parti di questa carta, quella che a noi interessa è la prima Incubation, poichè ci permette ti guardare le prime 5 carte del mazzo, rivelare ed aggiungere alla nostra mano una creatura tra esse, dandoci quindi più possibilità di trovare ciò che cerchiamo. Per lanciare Incongruity non abbiamo fonti di mana verde, per cui non serve preoccuparsi di questa parte della carta. Ne giochiamo 2.

Terre: tutte le 26 terre che giochiamo in questo mazzo sono normali per Jeskai, ma casca l’occhio sicuramente sulla Palude in monocopia presente nella manabase del nostro mazzo. Questa terra serve per attivare la quinta abilità di Kenrith, the Returned King, che ci consente di resuscitare gli Agent of Treachery o qualsiasi altra creatura il nostro avversario ci abbia ucciso. Le probabilità di avere in gioco la Palude aumentano per via dei 4 Fabled Passage che giochiamo.

Raise the Alarm
Raise the Alarm (Mirrodin version) by John Matson

Altre opzioni non inserite in lista

Haktos, the Unscarred: Haktos è un bel picchiatore, essendo un 6/1, ma il fatto che debba attaccare tutti i turni e che non scegliamo noi da cosa non ha protezione, lo rendono una carta dalle prestazioni discontinue e per questo motivo non lo giochiamo.

Bonecrasher Giant: carta che ha trovato posto in liste di Jeskai Winota più “midrange” della nostra. I 2 danni che l’istantaneo legato a questa carta infligge sono un’ottima interazione contro Aggro, ma tralasciando MonoRed Obosh ed i mirror match, i mazzi Aggro in questo Standard non abbondano e contro Rakdos, sia Lurrus che Obosh, rischia di non infliggere mai danno e “fizzlare” per via di Priest of the Forgotten Gods o Witch’s Oven, che possono togliere il target alla magia del nostro Gigante prima che risolva e al tempo stesso portare avanti il gioco dell’avversario. Per questo motivo, non lo giochiamo.

Hanged Executioner e Spectral Sailor: la prima di queste carte è stata giocata in alcune liste di Jeskai Winota al posto di Chandra, Acolyte of Flame. Tuttavia, Chandra è migliore di Executioner, perchè quest ultimo conta come 2 creature non-Umano solo nel momento in cui entra (dato che crea uno spirito 1/1), mentre Chandra fornisce 2 non-Umani ogni turno.
Il discorso su Spectral Sailor è semplicemente che è una carta che ci consente di pescare una carta in più per 4 mana, esattamente come Kenrith con la sua quarta abilità. Sailor ha il vantaggio di non essere Umano e di poter entrare in gioco prima di Winota, ma Kenrith è semplicemente più forte perchè fa’ un’infinità di cose e può essere messo in gioco con Winota.

Motivazioni sui cambi tra una lista e l’altra

Maindeck

Non è stato cambiato nulla tra le 2 liste per quanto riguarda il maindeck.

Sideboard

Come già detto, i recenti tornei (Weekly Championship e Season Finals del MagicFest Online) hanno causato una variazione del metagame Standard.

Grazie a questi eventi si è verificata la “resurrezione” (o se preferite “il ritorno”) di Temur Clover, che è un problema in più che Winota si trova ad affrontare, specie se consideriamo che il match up contro questo mazzo non è dei migliori.

Un altro problema potrebbe essere il mazzo con cui l’italiano Enrico Gobetti ha vinto il primo International Qualifier del Red Bull Untapped, ovvero Azorius Yorion Control. Tuttavia, non avendo ancora incontrato il mazzo non so’ dire come sia il match up contro di esso.

Ritornando a Temur Clover, dopo un po’ di test contro quel mazzo, mi sono convinto che andasse cambiato qualcosa alla sideboard di Jeskai Winota per reggere meglio le partite contro quell’archetipo. Pertanto, ho tolto tutte le Mystical Dispute, 1 Teferi, Time Raveler ed un Mythos of Vadrok, per aggiungere 3 Dovin’s Veto (utili perchè neutralizzano le magie legate alle creature con Avventura e di conseguenza la creatura stessa, oltre che una marea di altre carte pericolose per noi, come le rimozioni di massa) ed un paio di Disenchant (che distruggono Lucky Clover, Grafdigger’s Cage, Witch’s Oven, Elspeth Conquers Death, Fires of Invention ecc…).

Ho preferito Disenchant ad Heliod’s Intervention per evitare di sovraccaricare il mazzo di carte con costo di mana con doppio mana specifico, dal momento che Chandra, Acolyte of Flame costa doppio rosso e Brazen Borrower doppio blu (senza considerare un eventuale lancio della nostra mano di Agent of Treachery, altra carta con doppio blu nel costo di mana, a turno 7, quando il piano Winota fallisce).

Mythos of Vadrok
Mythos of Vadrok by Seb McKinnon

Come si Gioca Jeskai Winota

Jeskai Winota si gioca come un mazzo Aggro, puntando a riempire il board di creature non Umano per massimizzare il numero di trigger di Winota, Joiner of Forces.

L’obbiettivo principale dei trigger di Winota è fare Agent of Treachery a turno 4. La possibilità di mettere in gioco Agent in questo modo, al quarto turno, con un singolo trigger, è del 41.8% (a patto di non aver mulligato e di non aver altri Agent in mano).

possibilità di trovare Agent of Treachery con un singolo trigger di Winota

Mentre la possibilità che i trigger non vadano a vuoto, trovando quindi una qualsiasi creatura Umano, è del 86,1%. Insomma, si deve essere parecchio sfortunati perchè un trigger non metta in gioco nulla.

possibilità che i trigger di Winota metta in gioco un qualsiasi Umano del mazzo.

Nella mano iniziale cerchiamo di avere almeno 3 terre ed un paio di magie che creano creature non Umano e/o creature non Umano. Mani iniziali con 2 terre possono andare bene, ma sono più rischiose. Le mani iniziali senza Winota non sono sempre da mulligare, si può tenere una mano che abbia un discreto piano Aggro (mani del genere sono quelle che hanno Raise the Alarm, Legion Warboss/Chandra + almeno un’altra creatura).

Se avete nella mano iniziale più di un Agent of Treachery, mulligate.

Il nostro primo turno sarà generalmente “Terra, passo”. Possiamo fare Incubation se abbiamo una mano mano con almeno 3 terre. Prestate attenzione al fatto che Incubation non da’ la possibilità di prendere terre, ma solo creature, per questo è importante avere almeno 3 terre in mano.

Il turno 2, invece, comporta già una scelta poichè abbiamo a disposizione Charming Prince, Fblthp e Raise the Alarm da poter fare. Se la vostra mano ha già Winota ed almeno 3 terre, passate il turno e giocate Raise the Alarm alla fine del turno del vostro avversario. Se non avete Winota in mano, ma almeno 3 delle terre necessarie a giocarla, giocate Fblthp. Se state cercando terre o Winota, giocare Charming Prince facendo Scry 2.

Per il turno 3, le opzioni sono Chandra, Acolyte of Flame oppure Legion Warboss. La carta migliore da giocare è Warboss, perchè genera una pedina ad ogni nostra combat, creandone nel turno nel quale entra in gioco ed un’altra nel turno successivo (se sopravvive), causando 3 trigger di una eventuale Winota fatta a turno 4.

Se la partita a turno 4 non si è conclusa, qui entra in gioco Kenrith che dovrebbe riuscire a dare il colpo di grazia al vostro avversario. Se ne avete la possibilità, prendete, con Fabled Passage, la Palude, per resuscitare i vostri Agent of Treachery/Winota/Warboss.

Se siete in vantaggio come numero di terre in gioco rispetto al vostro avversario, usate Agent of Treachery e rubategli le terre.

Winota, Joiner of Forces
Winota, Joiner of Forces by Magali Villeneuve

Side in, side out e breve analisi dei match up del mazzo Jeskai Winota

vs MonoRed Obosh:

Di recente, MonoRed è tornato alla ribalta in una nuova veste, grazie al nuovo Compagno, Obosh, the Preypiercer. Questa variazione non permette più di giocare Embercleave, Expermiental Frenzy, Runaway Steam-Kin e Torbran. Alla mancanza di quest ultimo rimanda Obosh, che si rivela una versione migliorata del Nano, sempre a portata di mano. L’elevato numero di creature costo 1 (16) e carte come Heraldic Banner e Anax rendono MonoRed ancora un aggro di tutto rispetto. Vista la sua aggressività nel primo game faticheremo a vincere, dal momento che MonoRed gioca anche Shock maindeck che non aiuta la riuscita del nostro piano. La situazione migliora leggermente post side perchè disponiamo di Aether Gust, Dragonfire e Mythos of Vadrok. Quest’ultima, in particolare, ci consentirà di ribaltare le partite, potendo uccidere fino a 5 creature (considerate che molte creature di Monored hanno costituzione 1 o 2). Attenzione, però, a Blazing Volley che può fare strage delle nostre pedine. Per quanto riguarda le carte da togliere nella sidata, Brazen Borrower è brutta contro MonoRed per via delle molte creature a costo 1 che questo mazzo gioca; Chandra non mi piace perchè le sue pedine possono solo attaccare e non difendere. Possiamo fare a meno di un Legion Warboss per lo stesso motivo e di un Fblthp perchè non è un gran bloccante contro gli 1/1 con first strike. Giocate tutti i game tenendo a mente che è un sfida tra mazzi Aggro, dunque la combo Winota per Agent of Treachery è forte, ma secondaria rispetto al mettere in tavola una buona race.

vs Cycling decks:

Contro i mazzi Cycling, il match up è un 50-50. Tutto dipende dalle partenze, sia la nostra che quella avversaria. Se il turno 1 del avversario includere una Flourishing Fox, allora le cose non partono bene, ma si può rimediare. L’istantaneo legato a Brazen Borrower può resettare i segnalini accumulati da Fox, risparmiandoci spesso da un gran numero i danni. L’altro problema è Zenith Flare: bisogna chiudere prima che questa carta diventi per noi letale.

Nel primo game possiamo comunque sorprendere l’avversario con i trigger di Winota ed aggiudicarci la vittoria.

Allo scopo di aumentare le nostre possibilità di vittoria e quelle di scampare agli Zenith avversari mettiamo nel mazzo Dovin’s Veto, mentre per provare ad uccidere le creature avversarie utilizziamo gli Scorching Dragonfire. Non sono un fan di Mythos of Vadrok in questo match up perchè rischia di essere lento e di non poterci salvare più da alcuna creatura.

Post side, possiamo privarci di una Brazen Borrower, dei Charming Prince (le 3 vite guadagnate sono abbastanza irrilevanti in questo match up) e delle Incubation.

In questo match up, non è mai forte sottrarre le terre al vostro avversario con Agent of Treachery, (ciclo spesso costa solo un mana e le creature avversarie non costano più di 2) cercate piuttosto di sottrargli una creatura chiave che possa ucciderne un’altra in combattimento (Nel caso ci siano 2 Flourishing Fox in gioco contemporaneamente, ricordate che anche rubandone una, molto probabilmente non riuscirete ad uccidere quella rimasta).

vs Bant Yorion:

Contro i mazzi Yorion abbiamo un match up positivo. Bant Ramp è più lento di noi nel lanciare Agent of Treachery ed apparte una Shatter the Sky a turno 4, non c’è nulla c’è nulla di Bant che ci faccia paura. Evitate di buttare tutte le creature che avete in mano sul board, attenetevi al piano Winota e la vittoria sarà a portata di mano.

Sidare serve, in questo caso, ad innalzare le nostre difese con Dovin’s Veto ed Aether Gust. I target di Disenchant sono Elspeth Conquers Death (evitare che i planeswalker rientrino in gioco aiuta) e le eventuali Glass Casket/Banishing Light che il nostro avversario metterà nel mazzo.

Charming Prince e Brazen Borrower sono entrambi brutti in questo match up perchè fanno poco o niente (In particolare rimbalzare permanenti al nostro avversario contribuisce al suo gioco, quindi evitate di farlo).

Attenzione alle Mystical Dispute senza in agguato sulle nostre Winota a turno 4.

vs Temur Clover:

Il neo-risorto Temur Clover è il nostro peggior match up. Un Lucky Clover risolto a turno 2 e seguito da almeno 3 avventure ci uccide, specie se queste sono le avventure di Bonecrasher Giant e Brazen Borrower che ci uccidono e/o rimbalzano il board che abbiamo costruito nei primi 3 turni di gioco, rendendo così una Winota, lanciata a turno 4, sola ed inefficiente.

Questo match up si vince solo se l’avversario pesca gran parte delle sue terre oppure non sa’ giocare il mazzo.

Post side proviamo ad arginare il vantaggio avversario con Dovin’s Veto (utile perchè neutralizza le avventure e di conseguenza la creatura correlata ad essa, Escape to the Wilds, che fondamentalmente fa’ pescare 5 carte all’avversario per 5 mana, e Clover, se siamo noi a partire), Aether Gust (che rimanda la maggior parte delle carte del nostro avversario), Disenchant (per rompere Clover o Grafdigger’s Cage, che l’avversario potrebbe prendersi in mano grazie all’avventura di Fae of Wishes) e Mythos of Vadrok (che uccide buona parte delle creature avversarie). Non mettiamo nel mazzo Scorching Dragonfire perchè uccide solo Innkeeper, le pedine di Lovestruck Beast, Brazen Borrower e Bonecrasher Giant.

Togliamo dal mazzo, le nostre Brazen Borrower (l’avventura fa’ più danni che altro in questo match up e come bloccante è brutta), Charming Prince (offre zero vantaggi) e una Chandra, Acolyte of Flame (perchè le sue pedine sono facilmente bloccabili dal nostro avversario).

vs Jeskai Yorion Lukka:

Con Jeskai Yorion Lukka abbiamo un match up positivo. Come con Bant, siamo più veloci di lui a lanciare Agent of Treachery e le avventure di Brazen Borrower possono far “fizzlare” l’abilità -2 di Lukka, togliendogli il bersaglio.

Post side aggiungiamo Dovin’s Veto e Teferi, allo scopo di ritardare ulteriormente il piano avversario e togliamo i Charming Prince, perchè poco incisivi, e una Chandra, Acolyte of Flame.

Attenzione a Shatter the Sky e Deafening Clarion.

vs Temur Reclamation:

Quello contro Temur Reclamation è un match up leggermente negativo. Non è impossibile vincere, ma per via del piano da simil-mazzo Flash che questo archetipo ha iniziato ad adottare da qualche tempo a questa parte, le cose si sono un po’ complicate. Frilled Mystic, Bonecrasher Giant, Brazen Borrower, Shark Typhoon e Nightpack Ambusher tutte insieme sono una brutta clientela.

La side sistema un po’ le cose: Dovin’s Veto è una ottima risposta a Explosion, Wilderness Reclamation e le Flame Sweep che l’avversario metterà nel mazzo. Teferi impedisce all’avversario di lanciare magie nel nostro turno, incluse le Explosion a fine turno, stappando le terre grazie a Reclamation. Aether Gust ritarda l’entrata in gioco di Reclamation, Ambusher, Explosion e tanto altro. Disenchant rompe Reclamation e Shark Typhoon.

Le carte brutte contro Reclamation sono Brazen Borrower e Charming Prince. Una delle Chandra viene tolta solo perchè il resto del mazzo è leggermente meglio (di pochissimo) di lei.

vs Rakdos Lurrus & Rakdos Obosh:

 

Questi sono altri 2 match up leggermente negativi. Per quanto riguarda Radkos Lurrus, ha un piano più veloce del nostro, ma quello che ci da’ speranza è il fatto di avere più carte che creano mettono in gioco più creature insieme (Chandra, Raise the Alarm, Legion Warboss) dal momento che Priest of the Forgotten Gods e le altre carte giocare dal nostro avversario ci uccidono solo una creatura alla volta. Per via di questo fatto, innescare l’abilità di Winota più di una volta si rivelerà possibile, nonostante il gioco avversario.

Rakdos Obosh non ha Priest e Kroxa, ma gioca tutte le altre carte del vecchio Rakdos Sacrifice (Cauldron Familiar, Witch’s Oven, Mayhem Devil, Woe Strider, Judith ecc…). Mayhem Devil rende difficile per le nostre pedine rimanere in gioco, ma il fatto di avere molte creature è un vantaggio.

Nemico comune nei 2 match up è Claim the Firstborn: fateci attenzione perchè questa carta vi può scombinare completamente i piani.

Da un lato è piuttosto semplice decidere cosa mettere nel mazzo post side: Scorching Dragonfire e Mythos of Vadrok, per uccidere le creature chiave dell’avversario (Lurrus e Priest per Rakdos Lurrus, Mayhem Devil e Woe Strider per Rakdos Obosh); Aether Gust, per prendere tempo (sia sulle creature che su Claim the Firstborn e Act of Treason); e Disenchant, per distruggere Oven.

Dall’altro è molto difficile capire cosa togliere dal mazzo. Sicuramente Brazen Borrower non è performante perchè i mazzi che affrontiamo hanno molte creature a costo 1, inoltre, contro Obosh, avendo costituzione 1, Borrower ci lascia facilmente le penne. Fblthp non è un buon bloccante, quindi possiamo toglierne un paio. Possiamo fare la meno di Incubation e di una copia di Winota ed Agent of Treachery, per non basarci solo sulla combo.

vs Jeskai Fires:

Jeskai Fires è un match up positivo per noi. A turno 4, noi possiamo fare Winota che scaglia in gioco Agent of Treachery, l’avversario Fires of Invention+Sphinx of Foresight o Narset of the Ancient Way. Le partite che perdiamo sono quelle in cui l’avversario gioca Deafening Clarion a turno 3, perchè ci azzerano il board.

Post side, mettiamo Aether Gust, perchè rimanda di un turno Fires, Clarion, Narset e Cavalier of Flame; Disenchant, per spaccare Fires; e Mythos of Vadrok, per avere una possibilità di uccidere le creature avversarie. Togliamo i Charming Prince, perchè non servono in questo match up; e possiamo togliere Incubation.

Questo è un match up dove l’avventura di Brazen Borrower è molto forte perchè ci salva da molti danni, quando l’avversario riesce a costruirsi una race con le sue enormi creature.

Adottate la stessa sidata anche contro Gruul Fires.

Nota: post side, se è il vostro avversario a partire, potete mettere nel mazzo anche un paio di Dovin’s Veto, togliendo 1 Fblthp ed 1 Warboss.

vs Temur Elementals:

Elementali è un match up positivo. Le minacce avversarie non arrivano prima del terzo turno ed il nostro avversario non ha un vero modo di ostacolarci, pertanto possiamo costruire il nostro piano senza ostacoli. L’unico problema è che dobbiamo chiudere le partite prima che si arrivi al lategame (partita inoltrata), perchè Genesis Ultimatum è una carta molto pericolosa e dà al nostro avversario un vantaggio tremendo.

La nostra sidata consiste semplicemente nel mettere nel mazzo Aether Gust, per prendere tempo; e Mythos of Vadrok, per uccidere le creature più grosse del avversario. Togliamo i Charming Prince perchè fanno poco.

vs Jeskai Winota (mirror match):

Arriviamo al match up che vi auguro di non dover mai giocare: il mirror match di Jeskai Winota. Come sempre, i mirror sono match up 50-50 e questo non fa’ eccezione.

I mirror di Winota si vincono se si fa’ Agent of Treachery prima del vostro avversario. La concessione del game avviene istantaneamente se con Agent rubate le terre all’avversario. Se lui ha fatto Winota prima di voi, e, per sfortuna, non ha trovato Agent con i suoi trigger, allora rubate la sua Winota.

Per i game post side, vogliamo tutte le interazioni possibili con il nostro avversario, quindi mettiamo: Aether Gust (rimanda Legion Warboss e Winota fino al turno successivo) e Scorching Dragonfire (per eliminare e creature non Umano dell’avversari). Prince ed Incubation sono le carte che possiamo togliere senza rimetterci troppo a livello di piano. Se siamo noi a partire, mettiamo anche i Mythos of Vadrok perchè con essi possiamo uccidere più di una creatura non Umano, provando a lasciare il board avversario vuoto. Per fare spazio ai Mythos possiamo levare un paio di Brazen Borrower, anche se possono rimbalzare Winota prima della combat avversaria e che venga innescata la sua abilità (sfruttiamo questa cosa sia in g1 che post side se non siamo partiti noi a giocare).

Conclusioni

Sebbene, la situazione per Jeskai Winota sia peggiorata notevolmente nel recente periodo, questo mazzo rimane una buona scelta nel metagame Standard attuale perchè potenzialmente può vincere qualsiasi partita contro chiunque per via dell’elemento sorpresa costituito da Agent of Treachery messo in gioco al quarto turno grazie a Winota.

Il mazzo soffre rimozioni e counter fatti su Winota e/o sulle creature non Umano giocate prima di lei. Inoltre, bisogna sempre fare attenzione a Shatter the Sky, Time Wipe, Deafening Clarion ed altre rimozioni di massa che ci complicano la vita.

 

Luca "Bata" Battaiotto

Nato nel 1993, da sempre con una grande passione per videogiochi, Playstation, musica (Power Metal in particolare) e Magic: the Gathering, del quale sono un giocatore amatoriale dall'uscita di Quinta Alba. Gioco Modern dal 2013 e Standard dall'uscita di Amonkhet. Attivo su Magic: The Gathering Arena sin dalla Closed Beta.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701