Izzet Phoenix Historic

Izzet Phoenix Historic | Videoguida di Akira – Archivio Mistico

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Da oggi fino a sabato pubblicheremo, in collaborazione con Akira, una serie di videoguide dedicate a mazzi che giocano carte del nuovo archivio mistico. Il primo mazzo di cui ci ha parlato Akira è Izzet Phoenix Historic!

IZZET PHOENIX DI AKIRA

[Prima di iniziare Akira ci tiene sottolineare come la lista del video, e che trovate esportabile qui sopra, è una prima bozza. Infatti secondo lui andrebbero inseriti almeno due Ox of Agonas e alcune Anger of The Gods per gestire al meglio il meta Historic.]

Izzet Phoenix è un archetipo che da molto tempo sta cercando di entrare tra i tier1 del formato Historic e oggi potrebbe essere giunto il momento.
Con l’arrivo dell’archivio mistico è diventata giocabile una carta, bannata in modern, che potrebbe rendere questo archetipo davvero molto competitivo. La carta è ovviamente Faithless Looting. 

Izzet Phoenix è un mazzo tempo che punta a gestire i primi turni mentre riempie il proprio cimitero con le sue fenici e varie magie a costo molto basso.

Al centro dell’archetipo ci sono numerose magie a costo uno che ci permettono di manipolare il nostro mazzo e la nostra mano, oltre a varie rimozioni a bersaglio singolo.

L’archivio mistico ha portato all’interno del formato due delle magie migliori per questo archetipo:

Faithless Looting ci permette di pescare e scartare 8 volte (tra il primo cast e quello con flashback), è il motore principale del mazzo. Una buona mano iniziale ne comprende sempre almeno una copia.

Brainstorm, una delle carte più forti di Magic che in questo archetipo, e in Historic in generale, non mostra tutta la sua vera potenza a causa dell’assenza di Fetchland. Nonostante ciò ci aiuta tantissimo contro scartino e ha una buona sinergia con Stormwing Entity.

Concludono il reparto “manipolazioni” quattro copie di Opt e Chart a Course.

Il mazzo, essendo un mazzo tempo, deve controllare il board e prendere “tempo” al nostro avversario. Per questo motivo la lista di Akira gioca Shock, Lightning Axe, Spikefield Hazard e quattro copie di Brazen Borrower.

Le quattro copie di Borrower sono necessarie per gestire eventuali creature pericolose ma soprattutto quelle carte che uccidono questo mazzo come: Narset, Parter of Veils, Grafdigger’s Cage, Leyline of the Void e Rest in Peace.

Completano la lista ovviamente 4 copie di Arclight Phoenix e Stormwing Entity, due copie di Crackling Drake (ottima chiusura alternativa anche con i due incantesimi sopracitati in campo) e due copie di Finale of Promise, che se castata nel momento giusto ci permette di rimettere in gioco le nostre fenici.

LA SIDEBOARD

Le 15 carte presenti nella sideboard di Akira permettono al mazzo di spostarsi verso un gameplay più simile a un control deck.

Ci sono ulteriori rimozioni, sia per creatura che per vari permanenti fastidiosi. Sono presenti cinque counter, necessari contro i control e midrange deck. Infine sono presenti tre copie di Narset, Parter of Veils e Chandra Awakened Inferno, entrambe fortissime nei mirror match.

Akira ha provato ben tre copie du Stone Rain non rimanendo però soddisfatto dal loro impatto all’interno dei game. Infatti consiglia di sostituirle con delle copie di Anger of The Gods perchè al momento è importante poter gestire i vari mazzi aggro.

Ora vi lascio al video dedicato a Izzet Phoenix Historic! Mi raccomando iscrivetevi al canale!

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701