Intervista ad Andrea Gambacorta: Vincitore tappa italiana del Red Bull Untapped

Profilo di Tyrann
 WhatsApp

Domenica 21 Giugno 2020, Andrea Gambacorta è il vincitore della tappa tutta italiana del Red Bull Untapped Qualifier, importantissimo evento competitivo dedicato al bel paese che ha visto alcuni tra i migliori giocatori di Magic Italiani. Tra di loro spunta fuori Andrea, un “underdog” che però, forte di una ottima conoscenza del meta, ovvia bravura e di un mazzo tra i più brillanti in termini di risultato, giocabilità e, perchè no, di freschezza, riesce a vincere.

Abbiamo voluto scambiare, incuriositi, qualche parola con il gentilissimo e super disponibile Andrea e abbiamo parlato non solo del torneo vinto e delle sue sensazioni, am anche dell’importanza della sua preparazione ai tempi di Magic Arena, del suo mazzo (Orzhov Yorion, qui la decklist) e delle nuove carte di Core Set 2021.

Signori e Signore, ecco a voi Andrea Gambacorta per le nostre pagine digitali!

Intervista ad Andrea Gambacorta, vincitore del Red Bull Untapped Qualifier Italia

Ciao Andrea e Benvenuto! Prima di tutto congratulazioni per la tua importante qualificazione…

<<Grazie mille! Non riesco ancora a credere che sia tutto vero!>>

Parlaci un po’ di te Andrea, chi sei e cosa fai nella vita?

<<Sono uno studente di Ingegneria Informatica all’Università degli Studi di Napoli Federico II , abito ad Ariano Irpino (AV) e ho 24 anni.>>

Durante le nostre prime conversazioni ci hai detto che questo è stato il tuo primo torneo importante. Come è stato vincere a questi livelli? Cosa ha cambiato in te?

<<Onestamente non mi sarei mai aspettato di arrivare così in alto in un torneo a cui hanno partecipato molti grandi nomi del Magic italiano.  Èstata un’emozione indescrivibile e questa vittoria è stata una grande fonte di ispirazionein vista del torneo che mi aspetta a Londra a Novembre!>>

Ci sono stati dei momenti di difficoltà a livello organizzativo del torneo?

<<L’organizzazione è stata impeccabile, sia per quanto riguarda le tempistiche sia per quanto riguarda la coordinazione e la comunicazione con i partecipanti. Organizzare un torneo che comprende così tanti giocatori non è affatto facile da gestire, e non posso che fare i miei complimenti a tutto lo staff e ai moderatori di Red Bull e della piattaforma MTGMelee.>>

Come reputi il livello complessivo del torneo nonostante la sua entrata “libera”?

<<Il livello del torneo, sebbene non avesse una quota di partecipazione, è stato decisamente alto, considerando appunto la partecipazione di campioni nazionali e mondiali, streamer famosi e proplayer in generale.>>

“Vediamo nel dettaglio la tua scelta per il torneo”

Che mazzo giocavi prima di passare a Orzhov e cosa avresti scelto come seconda opzione?

<<Devo essere onesto, fino al giorno precedente al torneo ero convintissimo di portare un SultaiRamp, un mazzo molto solido che ha dalla alcune delle carte migliori dello Standard attuale, ad esempio “Casualties of War” e “Nissa, Who Shakes the World”. Per puro caso, mentre testavo il Sultai, mi son trovato control’OrzhovYorion. Son rimasto stregato dal gameplay del mazzo e dopo averlo provato ho pensato “Questo è il mazzo che porterò!”.>>

Quale è stato il mazzo che ti sei trovato contro più spesso? come è stato il suo matchup?

<<Il mazzo in cui mi sono imbattuto più spesso durante il torneo è stato il Bant Flash, ben 3 volte di cui 2 in Top. In linea di massima credo che il matchup sia stato favorevole per me, anche considerando le pescate sfortunate da parte dei miei avversari che mi hanno permesso di partire a mille. Alla fine, si sa, che Magic è anche fortuna!>>

Ti ricordi di partite o matchup particolarmente complessi o situazioni “al limite” incontrate?

<<Sicuramente il mio mazzo soffre maggiormente i matchup che mi contrappongono a deck aggressivi, che puntano a chiudere velocemente la partita. Durante il mio torneo fortunatamente non ne ho incontrati molti, ma l’unica sconfitta che ho subito è stata proprio contro uno di questi, un JundSacrifice.>>

“Qualche parolina sul nuovo Set”

Che ne pensi del nuovo Core Set 2021? cosa sei più curioso di testare?

<<Sono molto incuriosito dal nuovo set, vista la presenza di ristampe iconiche che sicuramente daranno un bello scossone al meta attuale. Personalmente non vedo l’ora di provare il nuovo Teferi, Ugin e, la carta che mi ha incuriosito più di tutte, “Sublime Ephiphany”.>>

 Il mazzo da te scelto può resistere anche al nuovo set o è troppo meta dipendente?

<<È troppo presto per fare previsioni accurate, ma sono abbastanza sicuro che può riuscire ad integrarsi nel nuovo meta che si andrà a creare, visto che la tattica di far scartare le carte all’avversario esiste bene o male da sempre!>>

Carte di M21 che proveresti nel tuo mazzo?

<<La mia attenzione è caduta principalmente su “Liliana, Waker of the Dead” il suo +1 che sinergizza perfettamente con il mio gameplan, e “MassacreWurm”, che può rappresentare un’ottima risposta ai mazzi aggressivi nonché una possibile finisher.>>

“In generale su Magic Arena”

Quale è stato il percorso di giocatore di Magic che ti ha portato ad approdare su MTG Arena?

<<La mia storia con Magic inizia molto tempo fa, ai tempi di Mirrodin e Darksteel, quando giocavo esclusivamente for fun con mio fratello e i miei amici. Poi per un lungo periodo ho smesso di giocare, finché dietro la spinta di mio fratello ho ricominciato un annetto fa a giocare, stavolta nel competitivo. Al Napoli Comicon dell’anno scorso ho conosciuto Arena e me ne sono subito innamorato!>>

Reputi che Arena ti abbia dato una sorta di “spinta” e ti abbia permesso di arrivare a questo risultato? oppure è solo una questione di skill, indipendente dalla possibilità di giocare spesso?

<<Posso dire con certezza che Arena ha reso possibile questo mio risultato. La comodità di poter giocare da casa tutti i mazzi del formato e competere con giocatori da ogni parte del mondo in una situazione storica così particolare come questa è tratto distintivo del progresso che Arena sta portando nel mondo di Magic.>>

Grazie della chiaccherata Andrea, ti auguriamo solo il meglio per il tuo nuovo percorso nel competitivo di Magic!

<<Grazie a voi per lo spazio che mi avete dedicato e spero che possiate portarmi fortuna per il grande showdown di Londra!>>

“Il lavoro e la costanza alla fine ripagano sempre”

Hai qualcosa da dire alla commmunity italiana di Magic?

<<Vorrei dire a tutti i giocatori di Magic che il lavoro e la costanza alla fine ripagano sempre. Non smettete mai di giocare che la vostra occasione è dietro l’angolo. Buona fortuna a tutti!>>

Ringraziamo ancora una volta Andrea per essersi dimostrato così disponibile e gli auguriamo solo il meglio per la finale del Red Bull Untapped di Novembre e il suo futuro nel competitivo di Magic: The Gathering!

Articoli Correlati:

Andrea Gambacorta vince la tappa italiana del Red Bull Untapped

Analisi del Red Bull Untapped Qualifier Italia

Ban del 25 gennaio 2022: Alrund’s Epiphany saluta lo Standard, Ravagan dice addio al Legacy

Profilo di Bata
 WhatsApp

E’ uscito qualche ora fa il nuovo annuncio di carte bandite, previsto per oggi 25 gennaio 2022.

Ecco in sintesi.

Data annuncio: 25 gennaio 2022

Standard:

  • Alrund’s Epihpany è bandita
  • Divide by Zero è bandita
  • Faceless Haven è bandita

Legacy:

  • Ragavan, Nimble Pilferer è bandita

Historic:

  • Memory Lapse è bandita (in precedenza era sospesa)
  • Teferi, Time Raveler viene ribilanciata e non è più bandita

Il seguente annuncio è valido per il Magic cartaceo dal 25 gennaio 2022, su MTG Arena e MTGO dal 27 gennaio 2022.

Le ragioni dei ban – Standard

Il precedente aggiornamento delle carte bandite e limitate, di ottobre 2021, non riportava alcun cambiamento al formato Standard, in previsione del rilascio di Innistrad: Crimson Vow. Da allora, la community ha lamentato che non ci sono stati abbastanza cambiamenti nel metagame del formato nel corso del tempo. Mentre un buon numero di mazzi stanno avendo successo nella ladder di MTG Arena e ognuno ha punti di forza e di debolezza contro altri mazzi del formato, gli archetipi più giocati sono rimasti in gran parte gli stessi negli ultimi mesi.

Quindi, abbiamo operato una serie di ban mirati ad arginare alcuni dei mazzi più forti dello Standard, tra cui Izzet Epiphany e altri mazzi Control con il blu, Mono-White Aggro e Mono-Green Aggro. Il nostro obiettivo è quello di eliminare lo strapotere degli attuali top tier e lasciare spazio per ulteriori sperimentazioni e innovazioni con l’uscita di Kamigawa: Neon Dynasty.

Alrund’s Epiphany è una carta che abbiamo evidenziato nell’annuncio di ottobre come avente un potenziale impatto negativo sulla diversità del metagame. Mentre i mazzi control blu con potenti magie in lategame possono, a volte, fare un buon lavoro come predatori naturali dei mazzi Midrange, un mazzo che incatena turni extra può essere particolarmente difficile da fermare e frustrante da giocare quando rappresenta una porzione troppo grande del metagame. L’abilità Foretell di Alrund’s Epiphany rende ancora più difficile l’interazione, poiché una delle risposte tradizionali alle magie dal costo di mana elevato è l’hand disruption (scartare le carte in mano).

Pur non essendo del tutto dominanti in tutte le ladder di MTG Arena (specialmente in Best-of-One), i mazzi Alrund’s Epiphany sono stati particolarmente popolari e di successo ai più alti livelli di competizione e nei tornei. Per creare spazio nel metagame per più archetipi lenti e a media velocità, e per affrontare il modello di gioco spesso frustrante di incatenamento turni extra, Alrund’s Epiphany è bandita in Standard.

Anche senza l’accesso aa Alrund’s Epiphany, i dati ci fanno preoccupare del fatto che altri mazzi control blu siano pronti a ridurre la diversità del metagame escludendo certi tipi di strategie. In particolare, Divide by Zero dà a quei mazzi un’interazione precoce e flessibile che è particolarmente efficace contro magie e permanenti più lenti e potenti. La capacità di Divide by Zero di coprire un’ampia varietà di angoli di attacco spesso dà a questi mazzi abbastanza tempo per mettere in atto e proteggere un potente stato di soft-lock, spesso utilizzando Lier, Disciple of the Drowned o Hullbreaker Horror per vincere la partita. Pertanto, scegliamo di vietare Divide per Zero per rendere i mazzi control blu meno efficaci contro altri mazzi a media velocità e lenti e costringerli ad essere più selettivi nel rispondere alle varie minacce.

I mazzi più vincenti della ladder di MTG Arena, e tra i più popolari, sono Mono-White Aggro e Mono-Green Aggro. Anche se ciascuno deve parte del suo successo al buon match up con Izzet Epiphany, entrambi i mazzi hanno anche alti winrate contro il resto degli archetipi del formato, specialmente contro molti dei mazzi meno popolari e giocati marginalmente. Faceless Haven rappresenta gran parte della potenza di questi mazzi aggro monocolore, in virtù dell’essere efficiente da sola e fornendo resilienza contro rimozioni di massa e mirate. Per indebolire questi due archetipi aggressivi, senza cambiare radicalmente il loro piano di gioco, Faceless Haven è bandita.

Le ragioni dei ban – Legacy

La scorsa estate Modern Horizons 2 ha introdotto diverse carte ad alto impatto nel pool di carte Legacy, e da allora, abbiamo guardato il metagame svilupparsi ed abbiamo ascoltato la community. Anche se il feedback dei giocatori non è stato unanime, molti hanno espresso preoccupazioni circa i mazzi UR Delver, che hanno raccolto alcune nuove opzioni potenti da set recenti.

Anche se i recenti tornei (tra cui l’Eternal Weekend a novembre) non sono stati fruttuosi per UR Delver in termini di winrate generale, il mazzo ha rappresentato una parte molto grande del metagame e molti di questi mazzi sono finiti in top8. I dati delle Leghe di Magic Online mostrano che UR Delver ha vinto più del 56% delle partite e più del doppio dei trofei guadagnati dal secondo archetipo più vincente del formato nelle ultime settimane.

Oltre alle alte percentuali di vittorie e alla grande porzione di metagame nei tornei, abbiamo sentito molte discussioni sulla tendenza a giocare Ragavan, Nimble Pilferer protetto da carte come Daze e Force of Will. A causa dell’alto livello di potenza e l’efficienza del pool di carte di Legacy, i primi vantaggi di mana e carte possono determinare il controllo di una partita ancora più che in altri formati. Per indebolire i mazzi UR Delver ed incoraggiare più botta e risposta prima che una partita sia decisa, Ragavan, Nimble Pilferer è bandito in Legacy.

Le ragioni dei ban – Historic

I mazzi blu continuano ad essere forti, quindi Memory Lapse diventa da sospesa a bandita.

In aggiunta, abbiamo ribilanciato Teferi, Time Raveler per renderlo adatto all’Historic e l’abbiamo rimosso dalla banlist.

 

Jund Midrange è giocabile anche in Historic?! (Video)

Profilo di Cochi88
 WhatsApp

Che Jund sia una combinazione di colori tra le più affascinanti e vincenti in Modern è fuor di dubbio. Removal, scartini, vantaggio carte e creature surclassanti: che volete di più? Su Arena però questa Gilda ha sempre fatto molta fatica ad emergere: che sia la volta buona?

Sorin in Jund

 

Ed è così che mi imbatto in questo Jund per Historic e dico: vale la pena provarlo! Riuscirà a tenere testa ai Tier del formato?!

 

Jund Midrange (qui esportabile)

Vraska in Jund

 

E niente, vai col match di prova!

(Clicca qui per iscriverti al mio canale YouTube, per non perderti nessuna novità del mondo Magic!)
(Qui invece il mio canale Twitch, con dirette frizzanti e improvvise: quattro risate sempre garantite!)

Izzet Mill, la novità che non ti aspetti (Video)

Profilo di Cochi88
 WhatsApp

Sarà stato proprio un mazzo Mill ad avere salvato il formato Alchemy? Potrebbe essere una boutade, ma vi assicuro che non andiamo molto lontano dalla verità.

Ruin Crab in UR Mill

 

Nella settimana tra l’Arena Open, e il MCQ, entrambi Alchemy, i mazzi Control (Izzet ed Esper su tutti) sembrano i deck migliori, più solidi e sicuramente quelli da battere. Ed è qui che si inserisce il nostro Izzet Mill, anch’esso un Control ma che ha un ottimo MU contro i due mazzi suddetti.

Tasha's Hideous Laughter in Izzet Mill

 

Izzet Mill (qui esportabile)

Ed ecco che Ruin Crab nei primi turni, oltre ad essere un ottimo bloccante, è il nostro motore di millata: perchè noi non guardiamo il numero 20 dei punti vita, ma il 53 (su per giù) delle carte del mazzo avversario.

Madden Cacophony

 

Le nostre spell per millare, come Cacophony qui sopra, sono supportate, e copiate, da carte come Galvanic Iteration, fin qui usato esclusivamente nei Control deck (Epiphany su tutti). Finisco poi nominando l’altra Iteration, ovvero Expressive: fortissima nel topdeck, ci permette di avere sempre la mano con magie impattanti; perchè sì, il rischio di trovarci senza carte in mano è alto, perciò cerchiamo di utilizzare al meglio le risorse che abbiamo.

(Clicca qui per iscriverti al mio canale YouTube, per non perderti nessuna novità del mondo Magic!)
(Qui invece il mio canale Twitch, con dirette frizzanti e improvvise: quattro risate sempre garantite!)