From Pioneer to Historic: UR Breach (Video)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Underworld Breach è una delle carte più pericolose che sono state stampate in Theros Beyond Death. Il motivo? Beh, la parola combo va di pari passo con questo incantesimo Rosso: e un esempio è il mazzo che stiamo per presentarvi.

Underworld Breach

 

UR Breach in Historic (qui lista esportabile)

Il mazzo prende spunto da un vecchio Tier del formato Pioneer: come potete vedere qui, i colori usati erano tre, con l’aggiunta del Verde che serviva principalmente per Rampare. Ma come funziona la nostra versione Historic?

Oltre a Breach, l’altra carta chiave del mazzo è Diligent Excavator.

 

Diligent Excavator in UR Breach

Il nostro Umano, grazie ai numerosi Artefatti e Leggende presenti nel nostro mazzo, ci darà la possibilità di automillarci fino a quando non ci saranno più carte nel grimorio.

Ovviamente, il tutto grazie ad Underworld Breach: con due Excavator, e due Mox Amber (una nel cimitero e una in gioco) arriveremo al punto in cui avremo Mana infinito, no grimorio e una Thassa’s Oracle nel cimitero (o in mano); lanciamola, e vinciamo la partita.

Non avete capito? Don’t worry, c’è la nostra videoguida qui sotto!

(Clicca qui per iscriverti al mio canale YouTube, per non perderti nessuna novità del mondo Magic!)
(Qui invece il mio canale Twitch, con dirette frizzanti e improvvise: quattro risate sempre garantite!)

 

Cosa c’è da sapere ancora?

  • Emry ci aiuterà nel nostro Value, e ad automillarci i pezzi essenziali per la nostra combo (Mox su tutti).
  • Narset e Strategic Planning ci sistemano la mano, e permettono la costruzione lineare della nostra strategia.
  • Esiste anche una Side, ma occhio: stravolgere il mazzo per counter, rimbalzini o altri Planeswalker potrebbe rompere il sottile equilibrio che ha il mazzo. Ergo, vi consiglio di provarlo esclusivamente in Bo1.

"Cochi88"

Giocatore di Magic dai primi anni 2000, amante della Cochina bella fresca, ricercatore seriale di topdeck mai visti prima

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701