Karn the Great Creator, planeswalker di War of the Spark

From Pioneer to Historic: Mono Green Ramp

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Col formato Historic sempre più sulla cresta dell’onda, vorrei iniziare un ciclo di articoli in cui proverò a trasporre nel formato “Extended” di Arena alcuni mazzi di successo provenienti da altri formati.

Cominciamo oggi con Mono Green Ramp (o Planeswalker), deck Pioneer recentemente portato alla ribalta da Michael Jacob, fresco vincitore dell’edizione 2019 di Magic Online Championship.

Mono Green Ramp Planeswalker by Michael Jacob

 

Come chiudiamo le partite?

Questo è il consueto mazzo ramp che, nello specifico, utilizza come finisher questi tre Planeswalker:

  • Karn, the Great Creator. La sua -2 ci dà la possibilità di prendere da subito artefatti rilevanti dalla sideboard, permettendoci così di avere praticamente una seconda mano oltre la nostra iniziale.
  • Nissa, Who Shakes the World. L’ultimate ramp, che ci dà doppio mana e crea 3/3 ad ogni turno: forse la finisher per eccellenza di questi mazzi.
  • Vivien, Arkbow Ranger. Carta importantissima perché rende più pericolosi i nostri dork, funge da removal e, dopo la prima attivazione, è possibile già usare il suo -5 per attingere dalla nostra sideboard, che a questo punto è da costruire con molta attenzione.

Karn, the Great Creator

 

Cosa manca su Arena?

Quello che non troviamo in Historic sono essenzialmente alcuni pezzi che permettono un ramp più “veloce”.

  • Nykthos, Shrine to Nyx. In “combo” con Burning-Tree Emissary (che c’è in Historic, ma che ha poco senso senza la terra in questione), ci permette di attingere parecchio mana in un turno, così da lanciare facilmente i nostri Planeswalker.
  • Elvish Mystic. Il secondo drop a 1 dorky, molto importante per effettuare partenze a strappo.
  • Oath of Nissa. Qui ci sono le note dolenti, perché questo incantesimo a 1 fa tutto. Ci permette innanzitutto di giocare meno terre ancora, perché ci aiuta a trovarle, ma soprattutto riesce a “pescare” tutte le nostre minacce: una carta simile in Historic non c’è, ahinoi.

Oath of Nissa

 

Mono Green Ramp in Historic

La main…

Non toccando il reparto Planeswalker, sistemeremo il resto in relazione a una carta, Leyline of Abundance. Vedendola con un po’ di fortuna a turno 0, i nostri dork daranno il doppio del mana; ecco perché Gilded Goose prende il posto dell’elfo mistico, Incubation Druid (che con il segnalino +1+1 di Vivien darà ben 3 mana) sostituisce Wolfwillow Haven, mentre Elder Gargaroth… qui sta a voi, e mi spiego meglio.

  • Con 22 lande è una carta giocabile, molto legata al meta del momento ma pur sempre una bestia che, se sopravvive, sposta le partite dalla vostra parte. Ah, e poi dipende dal “formato”: in Bo1 è certamente molto rilevante.
  • Senza Oath of Nissa, e volendo rischiare 21 lande, proporrei come alternativa Track Down: ok, non ci prende Planeswalker, ma ci sistema le prossime pescate e soprattutto rende più giocabile la nostra mano.

Track Down

 

Le scelte per la sideboard…

Anche la sideboard risente del meta del momento. Tenendo buoni alcuni slot della versione Pioneer, mi permetto alcune aggiunte:

  • Golos, Tireless Pilgrim. Con annessa Cascading Cataracts, per i match-up di attrito (Sultai e Rakdos vari).
  • Platinum Angel. Come risposta agli attacchi letali dei Goblin… sperando non abbiano listato Gempalm Incinerator, o non riescano a trovarlo.
  • Shadowspear. Per portare dalla vostra la race… e togliere Hexproof a Nine Lives!!!
  • Craterhoof Behemot. In situazioni di stallo, un attacco letale improvviso con i vostri dork potrebbe strapparvi una vittoria insperata.

Mono Green Ramp + Planeswalker in Historic su Arena

 

E se volessimo giocare il Blu?!

Spostandoci un attimo dalla versione Pioneer, ma tenendo come base quella Historic appena esposta, ho pensato anche a splashare Blu fondamentalmente per una carta: Aether Gust.

Non prendetemi per matto, il Blu porta con sé altre carte molto più rilevanti; ma Gust è la risposta ad alcune spell (Collected Company e Mayhem Devil ad esempio) o mazzi interi (Goblin su tutti) a cui non abbiamo molto da dire.

  • Kinnan, Bonder Prodigy. Come sostituto di Leyline, anch’egli ci permette il doppio del mana, con annessa abilità che può cercarci alcune creature importanti, tipo…
  • Uro, Titan of Nature’s Wrath. Giochi Blu, giochi lui… poco da aggiungere.
  • Hydroid Krasis. L’alternativa ai nostri Planeswalker, darà nuova linfa alla nostra mana, per farci ripartire e non rimanere mai indietro rispetto al nostro avversario.
  • Mind Stone. In cambio di Incubation Druid, perché diminuiamo il numero delle Vivien e la nostra pietra, oltre a farci nel caso pescare in late, può essere animata dalla +1 di Karn.

UG Ramp Planeswalker in Historic

 

Conclusioni

Mono Green Ramp è certamente la scelta ottimale per chi ama i mazzi con le cosiddette “big spells”. In un gioco come Arena, dove non si possono “comprare” le carte, e dove craftare non sempre ci è possibile, questa può essere una valida alternativa a Temur Engine, mazzo assai complesso e che richiede un cospicuo utilizzo delle nostre Wildcards.

"Cochi88"

Giocatore di Magic dai primi anni 2000, amante della Cochina bella fresca, ricercatore seriale di topdeck mai visti prima

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701