Ecco le nuove Meccaniche di “Trono di Eldraine” – Via Wizards of the Coast

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Tra le tantissime novità di Throne of Eldraine arrivate oggi durante l’evento in streaming vediamo anche, tramite il sito ufficiale della Wizards of the Coast, alcuni chiarimenti riguardo le nuove meccaniche che vedremo in azione con la prossima espansione.

Parliamo quindi di “Avventura” e “Adamantino”. Scopriamo inoltre di quest’ultima, in quanto non era ancora uscita nessuna carta che rivelasse l’abilità nello specifico. Interessante anche scoprire come saranno i nuovi “Food Token”.

Riportiamo l’articolo uscito sul sito ufficiale della Wizards of the Coast:

Meccaniche di Il Trono di Eldraine

C’era una volta un mondo non troppo diverso dal nostro, popolato da cavalieri, spiritelli, giganti, streghe e… biscotti di pan di zenzero animati?! D’accordo, forse Eldraine è un po’ diverso, ma allo stesso tempo è tremendamente familiare. Ispirato alle fiabe della nostra infanzia, Il Trono di Eldraine è dietro l’angolo, quindi diamo un’occhiata alle nuove meccaniche che ha in serbo. Dopotutto, la tua storia è appena all’inizio!

Avventure

Dalla ricerca del re misteriosamente scomparso alla scalata di piante di fagioli giganti per ammirare il panorama, tutti su Eldraine sembrano avere un’avventura che li attende. Le Avventure sono la grande novità di Eldraine e non sono così difficili da trovare. Ecco il Gigante dei Fagioli con l’elegante bordo inedito delle Avventure.

Gigante dei Fagioli

Alcune creature dell’espansione hanno la propria avventura personale: un istantaneo o una stregoneria che occupa l’angolo in basso a sinistra delle carte. Le Avventure hanno un nome specifico, un costo di mana, una riga del tipo (che include il nuovo sottotipo di istantaneo e stregoneria Avventura) e un testo delle regole. Il nome, il costo di mana, la riga del tipo e il riquadro di forza/costituzione della creatura compaiono nelle loro posizioni abituali. Il suo testo delle regole, invece, è spostato a destra.

Mentre lanci questa carta minacciosa eppure stranamente incantevole, scegli quale parte intendi lanciare, se la creatura o l’Avventura. Se lanci il Gigante dei Fagioli, viene messo in pila come una normale magia creatura, è possibile neutralizzarlo e rispondere ad esso normalmente e, se si risolve, entrerà nel campo di battaglia sotto il tuo controllo. Ottimo!

Lanciare un’Avventura è molto simile. Se lanci i Passi Fertili, vengono messi in pila come una normale magia stregoneria, è possibile neutralizzarli e rispondere ad essi normalmente e, se si risolvono, seguirai le loro istruzioni… e qui arriva la prima sorpresa del nostro racconto. Mentre una magia Avventura si risolve, non la metti nel tuo cimitero: invece la esili e, da quel momento, parte all’avventura. Elettrizzante!

E ora arriva la parte divertente di partire all’avventura: tornare sani e salvi! Se una carta esiliata che possiedi è all’avventura, puoi lanciare la creatura. Puoi farlo nello stesso turno in cui lanci l’Avventura o in un turno successivo. Questo funziona solo se la magia Avventura si risolve e la carta rimane in esilio. Se lanci l’Avventura e viene neutralizzata, non è il tuo giorno fortunato. Naturalmente, non è obbligatorio lanciare l’Avventura. Potresti semplicemente lanciare il Gigante dei Fagioli se senti un irrefrenabile desiderio di calpestare tutto subito o se non vuoi rischiare che i Passi Fertili vengano neutralizzati.

Mentre il Gigante dei Fagioli è sul campo di battaglia, ignora l’Avventura e tutto il suo testo. Mentre la carta è nella tua mano, nel tuo cimitero, nel tuo grimorio e anche in esilio, ha solo le caratteristiche della creatura, non quelle dell’Avventura. Ad esempio, se lanci una magia che ti permette di passare in rassegna il tuo grimorio e trovare una carta creatura, puoi trovare il Gigante dei Fagioli. Ma se lanci una magia che ti permette di passare in rassegna il tuo grimorio e trovare una carta istantaneo o stregoneria, non potrai trovare i Passi Fertili.

Forza, preparati: l’avventura ti attende!

Adamantino

Su Eldraine esistono cinque corti che costituiscono “il reame”. Ogni corte è allineata a un colore e dedita a una virtù specifica (lealtà, sapienza, tenacia, coraggio e forza), e ciascuna ricompensa generosamente coloro che coltivano la rispettiva virtù con perseveranza. In pratica, le nuove carte con adamantino includono bonus se spendi almeno tre mana di un determinato colore per lanciarle.

Paladino di Bracerocca

Ecco il Paladino di Bracerocca, un intrepido Cavaliere del Castello di Bracerocca. Con forza e costituzione 4/1 e rapidità, si lancerà in battaglia senza la minima esitazione. Mentre il Paladino di Bracerocca entra nel campo di battaglia, ricorda con nostalgia i giorni felici in cui venne lanciato per la prima volta… cioè, 10 o 15 secondi prima. Se sono stati spesi almeno tre mana rossi per lanciarlo, entrerà nel campo di battaglia con un segnalino +1/+1.

Anche istantanei e stregonerie possono unirsi al divertimento. In molti casi, l’abilità adamantino fornirà un effetto addizionale. Diamo una sbirciata alla corte di Ardenvalle e al Rituale della Fiammargento.

Rituale della Fiammargento

In alcuni casi, l’abilità adamantino può sostituire l’effetto base con un vantaggio superiore. Tali abilità, come quella sul Fuoco Sgominante, includono la parola “invece” per aiutarti a comprenderne il funzionamento.

Fuoco Sgominante

Le abilità adamantino considerano tutto il mana speso per lanciare la magia in questione, inclusi eventuali costi addizionali o alternativi che paghi. Ovviamente, devi anche tenere conto delle riduzioni di costo o della possibilità di lanciare una carta senza pagare il suo costo di mana. Se lanci il Fuoco Sgominante senza pagare il suo costo di mana in qualche modo, probabilmente non hai speso almeno tre mana rossi per lanciarlo, quindi il bonus di adamantino non si applicherà.

Se agisci con onestà e dimostri totale dedizione a una delle corti, l’intero reame sarà ai tuoi piedi e le ricompense saranno dolci come il miele. Ah, a proposito di leccornie…

Cibo

Pan di zenzero, mele, fagioli magici, cestini per la merenda pieni di bontà, anche qualche torta. Nelle fiabe abbondano i riferimenti al cibo e sarebbe stato un errore imperdonabile se non fosse comparso qua e là nei nostri racconti.

Cuocere in una Torta

Il Trono di Eldraine segna l’introduzione delle pedine Cibo. Come le precedenti pedine Tesoro, anche queste sono un tipo di pedina predefinito creato da varie carte nell’espansione. Una pedina Cibo è una pedina artefatto incolore con “2, T, Sacrifica questo artefatto: Guadagni 3 punti vita”. Mangiarsi… ehm… sacrificare le pedine Cibo in cambio di punti vita non è male, ma troverai anche altri utilizzi per queste pedine nell’espansione.

Food 1Food 2
Food 3Food 4

Cibo è un sottotipo di artefatto, quindi è logico che compaia anche su carte artefatto. Prova a prenderle, se ci riesci!

Per il reame!

Il Trono di Eldraine offre di tutto: scherma, battaglie, vendette, giganti, mostri, inseguimenti, fughe, vero amore, miracoli e molto altro. Ci vediamo al Prerelease!

 

fonte: Wizardsofthecoast.it

Davide "Tyrann" Giungato

Affascinato sin dalla tenera età di videogiochi dei più svariati generi e soprattutto dai Giochi di Carte Collezionabili. Approdo al lato "competitivo" del gaming per pc con Hearthstone nel 2015 per poi decidere di provarli TUTTI; da Faeria a Duelyst e da TES: Legend a MTG: Arena. Giungo poi su Gwent e trovo Powned.it nel novembre del 2017 dove comincio a scrivere di Gwent e di tanto altro. Da sempre appassionato di discussioni sui CCG, trovo interessante parlare per ore e ore di come un buon drop a 2 possa cambiare le sorti di una intera partita.. e anche del mio tempo!