<  Torna alla lista mazzi

Wall Priest da Legend di Thijs

Mazzo creato 3 mesi fa - Ultima modifica 3 mesi fa
0
0

Introduzione

Oggi portiamo alla vostra attenzione il Wall Priest, mazzo che si basa sulla carta Spirito Divino in grado di raddoppiare la salute dei nostri servitori in combo con Fuoco Interiore così da rendere l’attacco del nostro servitore uguale alla sua difesa per provocare un ingente quantitativo di danni (è possibile fare ben 224 danni in un turno).

Meccanica tutt’altro che innovativa ma che in questo momento del meta di Hearthstone sta dando i suoi risultati. Complice la composizione del mazzo, che presenta quasi esclusivamente servitori con provocazione caratterizzati dalle ottime statistiche difensive. Il mazzo al suo interno ha anche il pacchetto “resurrezione” che ci permette di evocare i servitori morti in questa partita, così da avere continue minacce sul terreno che con poche magie possono eliminare l’avversario.

Come quasi ogni mazzo prete, anche questa lista soffre l’aggressività nei primi turni di partita. Dato che prima del turno 5 noi non possiamo utilizzare rimozioni se non peschiamo i nostri servitori da early game (principalmente il Custode della Pece ) la nostra partita è altamente compromessa.

Mulligan

chierica della contea :

Essendo il nostro unico drop ad 1 mana è logico volerla avere.

In alcuni match up però è sconveniente giocarla direttamente a turno 1, soprattutto quando il nostro avversario ha la possibilità di eliminarla senza consentirci nemmeno una pescata.

In casi simili è meglio conservarla e giocarla solo quando sarà possibile pescare grazie al suo effetto, ovviamente vale solo nel caso in cui voi vogliate usarla per pescare.

Attenzione a giocarla contro un altro prete quando avete molte carte in mano, dato che il suo effetto è facilmente attivabile dall’avversario rischiate di andare in overdraw e di bruciare qualche carta chiave.

parola del potere: scudo :

Buona, ma c’è di meglio.

Se sospettate che il vostro avversario possa utilizzare una lista con il geist predatore è consigliabile utilizzarla prima del turno sei così da non perdere una pescata.

custode della pece :

Contro mazzi aggressivi, tipo odd paladin è da cercare, oltre che da tenere in mano in caso lo trovassimo prima di cambiare le carte.

Unico servitore che permette di contrastare una partenza molto aggressiva dell’avversario.

isteria di massa :

Buona da tenere anche questa carta contro match up che tendono a giocare servitori grossi e con statistiche simili l’uno con l’altro.

Buona anche contro odd paladin, dato che permette di pulire board molto efficacemente grazie alla poca vita dei servitori avversari.

diamante magico inferiore :

La maggior parte delle volte è bene scartare questa carta al mulligan per cercare carte utilizzabili nelle fasi iniziali della partita.

Può essere tenuta se siete sicuri di giocare contro mazzi piuttosto lenti, a volta anche contro dei midrange,

Tenendola in mano da inizio partita è possibile averla già potenziata al massimo per il turno sette, ma potrebbe darsi che a quel punto della partita non ci siano servitori validi da rievocare.

mastro cuordiquercia :

Carta fortissima che se giocata al turno 9 può vincere la partita da sola.

Se non peschiamo i nostri servitori, questa carta è capace di evocare un 5/5 un 3/5 con provocazione, un 3/12 con provocazione ed un 2/14 con provocazione e scudo divino.

Ogni aggro muore quando vede questa carta.

Ottimo keep contro odd Warrior in quanto probabilmente l’avversario sarà costretto a giocare una rimozione molto forte, così da non averla per la spellstone.

Da valutare se tenerla contro mazzi molto aggressivi sia una buona idea, dato che alcune volte al turno 9 non ci si arriva.

servitù eterna :

Tendenzialmente non volete questa carta in mano.

Potete pensare di tenerla se avete un grizzly di boscotetro già nel mulligan con questa magia, così da avere al turno 6 un 3/12 assicurato.

Può essere una buona mossa contro mazzi aggressivi che non giocano rimozioni singole, ma si rischia di avere troppi pochi punti vita per chiudere la partita.

Matchup control:

Cercate al mulligan le carte che vi ho consigliato.

In questi casi è molto importante sfruttare al meglio le visioni d’ombra .

Per farlo dovete pensare innanzitutto a quanti danni vi serviranno.

Contro odd warrior ad esempio è quasi essenziale prendere almeno una copia aggiuntiva di spirito divino dato che due potrebbero non essere sufficienti per superare la sua armatura.

Contro un qualunque altro control che non riesce a guadagnare così tanta armatura è bene utilizzarle per la spellstone, sia utilizzando Visioni d’ombra per prendere questa magia, sia per prende un altra visione d’ombra così da potenziare la spellstone senza utilizzare magie necessarie.

Perche prendere uno, se non due, diamante magico inferiore ?

Perché il mazzo avversario è ricco di rimozioni e così facendo avremo più risorse per creare la nostra board.

Matchup aggressivi/midrange:

Dipende molto dal mulligan e da quanto parte bene il nostro avversario.

Dobbiamo cercare di contenerlo come meglio possiamo utilizzando nei primi turni la chierica della contea ed il custode della pece .

Inoltre è essenziale la gestione ed ottimizzazione delle nostre limitate rimozioni.

Se abbiamo la possibilità, non è sbagliato investire una visioni d’ombra per cercare una rimozione da utilizzare in futuro.

Una win condition può essere urlo psichico al turno 7 in quanto potremmo lasciare senza risorse la mano del nostro avversario.

Un’ altra win condition può essere rappresentata da servitù eterna che permette di giocare nuovamente i nostri servitori ed in caso di un Grizzly esso non avrà il debuff del grido di battaglia.

mastro cuordiquercia può chiudere da sola una partitacse pescata al momemnto giusto, dato che mette un muro difensivo che difficilmente verrà oltrepassato dal nostro avversario.

Matchup OTK:

Non c’è molto da dire, cercate Grizzly di boscotetro , servitù eterna al mulligan e preparate già la combo con le visioni d’ombra così da averla pronta al turno 7 dopo aver rievocato il grizzly.

Sappiate però che questi tipi di matchup dipendono molto dalle pescate, quindi non adiratevi se il vostro avversario pesca meglio di voi.

Mirror match:

Non dovete mai. e sottolineo MAI, avere sul campo un solo servitore con provocazione che abbia più di 6 punti salute, anche se ò’avversario non ha servitori in campo.

Grazie alla carta folli d’ombra un servitore con tre o meno di attacco può trasformasi nel vostro peggiore incubo.

Una tecnica utile per vincere i mirror match è appunto aspettare che l’avversario commetta l’errore di rievocare un grizzly di boscotetro od uno scagnozzo mosh’oggcosì da rubarlo per quel turno all’avversario e chiudere la partita con i nostri spiriti divini.

In caso di board molto affollate da parte di entrambi i giocatori è utile non sprecare uno dei nostri assi nella manica, ovvero dissoluzione di massa , che ci permette di ignorare qualunque servitore con provocazione avversario.

Se usata al momento giusto può rivelarsi la carta vincente.

Esiste una combinazione di carte che in un mirror match può permetterci di fare 28 danni quasi assicurati in risposta al mastro cuordiquercia avversario che è: dissoluzione di massa così da silenziare i servitori nemici, successivamente utilizzate folli d’ombra sullo scagnozzo mosh’ogg così da prenderlo, raddoppiate la sua salute con spirito divino e successivamente giocate sottosopra.

In questo modo utilizzerete 10 cristalli di mana e nel caso il vostro avversario non sia full vita avrete una vittoria schiacciante con 4 carte.

Carte chiave:

visioni d’ombra :

Sta a voi essere abili nel capire quando e come usarle.

Prendere una carta al posto che un’altra o utilizzarla troppo presto o troppo tardi può compromettere l’esito di una partita.

Pensate con lungimiranza quando usate queste carte e scegliete la magia che più si adatta alle vostre necessità.

Ci sono situazioni in cui anche avendo del mana utilizzabile è bene tenere questa carta in mano così da aumentare la possibilità di pescare magie che restringono la scelta delle magie rinvenute.

sottosopra :

La lista che utilizzo usa una copia di questa carta ed una di fuoco interiore così da avere il “sedere parato” in caso il mio avversario giochi il geist predatore .

Inoltre il fatto che costi 0 mana è ottima per le combo con il mana contato.

folli d’ombra :

Vince da sola alcune partite.

Se l’avversario non gioca attorno a questa carta rischia di perdere la partita da solo.

Ottima contro gli aggro per controllare la board ma fate attenzione perché se il servitore che rubate muore mentre fate un trade è possibile che venga rievocato dalla spellstone!

Conclusioni

Il mazzo è solido, se la gioca bene contro la maggior parte dei mazzi presenti in meta ed ha molte vittorie quasi assicurate (odd warrior senza questa primo su tutti).

Versatile, ti permette di vincere in molti modi diversi a seconda della strada che sta prendendo la partita.

Se vi piace il prete ma non avete abbastanza polveri per il clone priest questo mazzo è una valida alternativa ed allo stesso tempo è più divertente dato che ci vogliono dei turni di pianificazione prima di attuare la nostra combo. Questi possono essere ribaltati dalle giocate del nostro avversario ed è proprio qui che la conoscenza del mazzo e le abilità di chi lo sta giocando vengono a galla dato che deve reagire ad una situazione non prevista.

Spero abbiate trovato utile questa breve guida su questo fortissimo mazzo, se volete vederlo giocato ai suoi massimi livelli vi consiglio di andare a cercare i video sul canale di Gera89, dove potrete vedere quasi tutti i match up possibili e come affrontarli.

Link utili