Torna alla lista mazzi

Wall control priest

Mazzo creato 3 anni fa - Ultima modifica 3 anni fa

1

0

Introduzione

Molti dicono che non esista un Wall priest in wild. Provate questo, poi mi dite.

Gameplay

Oltre ad essere molto divertente, questo mazzo ha 2 possibili condizioni di vittoria. La prima consiste nell’avere servitori robusti in board, raddoppiargli la salute, pareggiare l’attacco con essa, ed attaccare direttamente. Ad esempio, buttando Barnes, si ottiene una copia 1/1 di un nostro servitore. Silenziandolo, diventerà, nel caso di Ragnaros, un 8/8. Buttandogli due volte spirito divino, e poi sottosopra o fuoco interiore, si realizzano 32 danni all’eroe nemico. Con la dissoluzione di massa, si possono facilmente eliminare gli scudi nemici. La seconda win condition è realizzabile con il continuo spawn di Ragnaros o altri servitori, in modo da fare ad ogni turno almeno 8 danni a nemici casuali. Il problema principale sono le prime fasi del match, in quanto non potendo fare quasi nulla, siamo costretti a soffrire e a subire danni importanti. Se abbiamo la combo in mano, possiamo già effettuarla a partire dal turno 5. Il diamante magico è da giocare solo ed esclusivamente se potenziato al massimo, perchè è una carta chiave della seconda win condition. Bisogna stare attenti all’urlo psichico, di non buttare nostri servitori nel mazzo nemico. Le visioni d’ombra vanno giocate per pescare carte in base alla nostra win condition. Io consiglio di prendere il diamante magico se dovesse uscire, in qualunque caso e circostanza.

Mulligan

Il mulligan non sarà cosi determinante, in quanto per i primi 4-5 turni giocheremo pochissime carte, se non zero. Barnes è sicuramente una carta da tenere sempre, in quanto al turno 4 potremmo già avere in board una copia di Ragnaros, che silenziato, sarebbe 8/8. Sarebbe meglio non tenere servitori in mano, ad eccezione di Taldaram, che serve strettamente alla difesa. In più, avendolo in mano non corriamo neanche il rischio di farlo uscire da Barnes. Essendo un mazzo molto control, non ho inserito Anduin perchè ci darebbe meno possibilità di curarsi. Una sferzata spiritica al mulligan è da tenere al 99% dei casi.

Sostituzioni

Nel caso sia difficile per qualcuno difendersi all’inizio del match, si potrebbero sacrificare le statue d’ossidiana per inserire due grizzly di boscotetro ed essere usati a scopo difensivo. Per i più difensivi, togliendo i due silenzio e mettendo due chieriche, la partita risulterà più fluida all’inizio, ma Barnes risulterà leggermente più inutile. In questo caso, servirebbe solo per attivare una servitù oppure un diamante magico.

Matchup

Sono positivi i matchup contro hunter, specialmente se l’opponent gioca midrange oppure spell hunter. Infatti, l’hunter è la classe che si cura di meno. Un odd warrior risulta impegnativo per la troppa armatura e quindi la prima win condition risulta quasi impossibile. Anche un hadronox druid, probabilemente il peggior matchup, risulta molto impegnativo per il numero eccessivo di servitori con provocazione. Con i mazzi aggro come l’odd rogue, odd pala, even lock o even shaman bisogna stare attenti ad ogni nostra singola mossa perchè potrebbe costarci la partita. In genere, con l’avanzare di grado, si riducono notevolmente i mazzi aggro, fino quasi a scomparire in top 300 legend.