<  Torna alla lista mazzi

Stregone “Abatantuono”

Mazzo creato 6 anni fa - Ultima modifica 6 anni fa
0
0

Introduzione

Questo mazzo, come diceva il personaggio cinematografico che molti ricorderanno ridendo, ha un tema conduttore: “viuulenza”.
Non è particolarmente raffinato, non ha pregiate combo o carte memorabili, tuttavia risulta efficace, principalmente a causa della sua iper-aggressività.
Dettaglio non trascurabile, è tutt’altro che difficile da giocare e non ha un costo inarrivabile, perciò secondo il sottoscritto è adatto anche ai neofiti.

Gameplay

Secondo la classica dottrina aggro, dovremo cercare di infliggere quanti più danni possibile nel minor tempo, privilegiando l’eroe nemico e trascurando, in molti casi, i suoi servitori. Se la strategia funziona, il nemico dovrebbe sprecare le sue risorse contro i nostri minion buffati e restare a corto di alternative abbastanza presto.
Diventa perciò essenziale avere subito minion a 1 mana, possibilmente da buffare al turno 2 con altri minion.
Non ci si deve preoccupare più di tanto dei propri punti vita, che consumeremo molto presto pescando, quanto di non restare senza servitori. Con un po’ di fortuna, potremmo aver inflitto 15 danni già al terzo turno, cosa che metterà in difficoltà l’avversario e lo costringerà a scelte forzate. Dovremo quindi cercare di chiudere con carte del tipo Potere Travolgente, Golem Arcano o Demone Guardiano.
Ciò che temiamo di più sono le rimozioni ad area, le provocazioni e, in misura minore, i guadagna vita. Fate perciò attenzione ai turni dei tipici AoR, 4 in special modo. All’opposto, occhio anche a non saturare il proprio lato del campo di battaglia (non aver spazio per ulteriori servitori è poco elegante e poi ci si sente allocchi…).

Sostituzioni

Consigliato Gufo Beccoforte per Capobanda Imp, Ragno Infestato o Imp delle Fiamme, ché spesso un silenziatore è quello che occorre per passare con la nostra banda di rompiscatole.

Matchup

-Teme in particolare il guerriero control e le sue armi, giacché spesso questo riesce a toglierci servitori e accumulare armatura, costruendosi un fortino poi difficile da demolire. Se riusciamo ad essere abbastanza veloci, lo possiamo mettere in crisi.
-Vs mago (control, mid, mech e chi più ne ha più ne metta) scaturiscono partite divertenti a suon di botte, ma è generalmente un avversario accessibile se avremo l’accortezza o possibilità di far fuori le sue creature chiave, tipo Dragone di Mana o Destafiamme.
-Vs cacciatore, quasi tutti aggro, la cosa si risolve in una corsa al danno, perciò dobbiamo essere più veloci di lui (e spesso ci riusciremo). Occhio alle dannate trappole, facciamole saltare con servitori che non servono più se non ci aiuta la nostra MIstica…
-Vs ladro, toccando ferro non dovremmo avere problemi siccome di solito siamo davvero più veloci.
-Vs sacerdote, al contrario della strategia base, badate bene a far fuori le sue creature nei primi turni, ché non riesca a buffarle se non al turno 4. Se poi pesca solo provocazioni, pace, non è giornata.
-Vs druido, saremo morti se arriviamo al turno 8. Essenziale è che questo fastidioso nemico sprechi le sue creature contro i nostri piccoletti. Tenere Bomba Oscura e Imp-losione per i suoi provocazione.
-Vs paladino (che come al solito sarà un secredin, manco a dirlo…), dovremo cercare di portarlo a 10 punti vita o meno PRIMA del turno 6, per poi sorprenderlo con una giocata di chiusura. Matchup difficile, comunque.
-Vs stregone, le cose cambiano un po’ se siamo di fronte ad un iper-aggro come il nostro oppure no; nel primo caso, corsa al danno e via andare, nel secondo, possiamo anche aspettare un turno in più per costruirci una chiusura da 15-20 danni in una botta, cosicché il nemico non abbia il tempo o la scaltrezza di riempirsi di giganti e provocazioni.
-Vs sciamano, dovrebbe essere un buon matchup. Non saturate il campo di piccoletti e uccidete subito il Totem del Fuoco!

Altro

Divertitevi e cercate di non gridare (a differenza del sottoscritto) quando l’avversario ha “troppa fortuna”, altrimenti i vicini si lamentano e poi sareste in difficoltà a spiegare il motivo delle vostre urla…