Torna alla lista mazzi

Sacerdote cure infinite

Mazzo creato 7 anni fa - Ultima modifica 7 anni fa

2

0

Introduzione

Questa lista è un riadattamento di un comune control priest che ho compiuto fondamentalmente per contrastare i deck aggro più in voga questo mese, per cui mago mech ad inizio season e hunter, ma che riesce a contrastare efficacemente anche mazzi control.
La sua logica è quella di ricorrere ad un massiccio utilizzo di cure ,convertibili in danni grazie alla combo con vestale, grazie alle quali potremo ottenere un totale controllo del board già dall’ early-mid game , e in situazioni di difficoltà ci conserntiranno un adeguato come back.

Gameplay

Il mazzo ruota attorno alle solite giocate chiave del control priest, per cui maestro di spade unito a cure varie è una giocata molto spesso sbilanciante a nostro favore soprattutto contro deck non muniti di rimozioni particolarmente efficaci.

L’utilizzo di luce di naaru seguita da veggente della terra ci consentiranno molto spesso di refullare i nostri hp già al turno 4 contro i mazzi più aggressivi ,consentendoci di schierare al contempo un 3/2 e un 3/3.
Il piromante e la vestale ci aiuteranno con le loro classiche combo a ribilanciare il game anche dopo partenze particolarmente lente, ed infine passeremo al contrattacco schierando i nostri servitori più letali tra i quali ho inserito l’ormai onnipresente dott. Boom.

Oltre all’ottimo sustain contro aggro, le nosre cure sono prezioni removal con la vestale in campo e contro mazzi quali druido o guerriero ci aiuteranno a sbarazzarci di servitori molto fastidiosi. Per le leggendarie più grosse parola d’ombra morte è un removal molto efficace prima del turno 10, mentre in fasi avanzate potremo affidarci al controllo mentale.

le giocate fondamentali restano le solite di un control priest, per cui avremo:

maestro di spade ferito + circolo di guarigione al turno 3. Giocata spesso letale contro aggro e devastante anche contro druido.

piromante + parola del potere scudo + almeno un altra magia low cost, per pulire il board già nelle prime fasi di gioco.

piromante + follia d’ombra al turno 6 può consentirci di sbarazzarci di 2 mech avversari dal body 3 o più, e di ribaltare situazioni di particolare svantaggio se ci trovassimo contro uno sputafango e un altro servitore con 4 punti di attacco, o ancora per resettare contro rogue nel caso avesse in campo draco di zaffiro ed insegnate violacea.

vestale + circolo di guarigione/ + luce di naaru / + veggente della terra

una giocata molto forte se si ha auchenai in campo è la combinazione col veggente unita al potere eroe, graze alla quale potremo eliminare un servitore nemico dal body 5 , quali loatheb o signora dello scudo, mentre contro aggro ci consentirà di togliere di mezzo due piccoli servitori.

Sylvana + parola d’ombra: morte , può consentirci di rubare persino un antonidas con furtività.

Mulligan

La mano iniziale che vorremmo sempre avere comprende un maestro di spade ferito e un circolo di guarigione. Ovviamente non sempre è possibile per cui in genere si mulliga il circolo se si è contro control e lo si tiene invece contro aggro inquanto con un top deck di auchenai entro le prime 4 pescate ci garantirà un globale molto presto.
Chierica e piromante sono carte sempre utili in una mano iniziale, mentre ovviamente cambieremo le magie più costose fiduciosi di poterle ripescare in seguito ,magari con l’aiuto di una combo per pescare.
Contro alcuni deck specifici Harrison è una carta da tenere assolutamente anche in mano iniziale.

Sostituzioni

Anzitutto vorrei spiegare alcune scelte, prima su tutte quella di giocare come drop 3 il veggente della terra al posto del più popolare cultista.
Semplicemente , a mio modo di vedere, il veggente è la creatura drop 3 più forte da giocare nel priest, secondo solo a maestro di spade ferito. Per un solo punto in meno di costituzione rispetto al cultista avremo un effetto che si attiva istantaneamente,dato che è un grido di battaglia e non un rantolo di morte, per curare di 3 punti la vita nostra o di un servitore , è molto sinergico con la classe del prete viste le possibili combo con chierica o vestale.

Seconda scelta che potrebbe sembrare discutibile è quella di non aver inserito nella lista un 2x di furto di pensiero.
Pur essendo la magia preferita ho dovuto eliminarla in un meta composto da tantissimi mazzi aggro contro i quali è purtroppo una carta molto lenta.
Aggiungiamo che contro rogue (ultimamente tornata in auge) può si consentirci di riempire la mano con removal devastanti, ma altrettanto probabili sono inutili potenziamenti per l’arma che non abbiamo.
Ovviamente inserirla al posto di veggente della terra migliorerà sensibilmente il nostro match up contro molti mazzi controllo, in particolar modo guerriero e paladino.

Matchup

In generale troviamo un ottimo riscontro contro aggro, in particolar modo face hunter. Malfurion è un avversario che gestiamo altrettanto bene, con la giusta mano iniziale ,il motivo è molto semplice: voi avrete risposte alle sue miglior giocate, lui no. Il problema peggiore contro druido è che resettare il board troppo tardi in seguito a sue partenze eccellenti non ci garantirà un comeback dato che la combo forza della natura + ruggito è sempre in agguato. Ma col massiccio utilizzo di cure delle quali disponiamo riusciremo a difenderci adeguatamente anche in simili situazioni o senza poter contare su sputafango.

Guerriero è un ottimo avversario da trovare se giochiamo la versione con furto di pensiero, lo stesso dicasi per paladino. Se siamo settati anti – aggro è ovviamente più difficile ma non per questo non riusciremo a giocarcela adeguatamente.

Le nostre bestie nere sono ,come da tradizione , handlock e rogue. Anche se soffriamo molto meno questa nuova versione di vaalera rispetto al vecchio miracle ,resta un avversario molto temibile, la cui mano perfetta sarà sempre molto difficile da gestire. Fondamentale avere in mano un globale in tempi rapidi, e soprattutto un Harrison Jones da giocare al momento opportuno.

Il sempre temibile handlock è invece un avversario che troveremo con meno frequenza e contro il quale ce la giochiamo molto meglio rispetto a qualche tempo fa. L’importante sarà ricordarci che non è un mazzo da aggredire in maniera ignorante, anche quando avremo degli ottimi servitori in campo stare attenti a non portarlo mai sotto la soglia dei 15 hp se non al momento più opportuno.Ovviamente la versione con furto di pesiero ci può garantire qualche opzione in più per metterlo in difficoltà.