Torna alla lista mazzi

Pool8 presenta il Big Spell Mage

Mazzo creato 4 anni fa - Ultima modifica 4 anni fa

1

0

Introduzione

A seguito dei recenti sviluppi nei formati competitivi ranked e da torneo, il Big Spell Mage ha riacquistato consensi tra le fila dei competitor, grazie a una varietà di matchup positivi, piuttosto domanti nel meta corrente, di cui il mazzo gode.
Il mazzo in questione è una declinazione moderna dello storico Grinder Mage, dove per ”grinder” si intende uno stile di gioco attendista atto ad esaurire le risorse avversarie vincendo successivamente il value game tramite l’hero power del DK Jaina il Lich del Gelo.
Si compone per lo più da un core di AoE ad alto casting cost, capitanate da Furia del Drago,che gode il più delle volte della sinergia con le altre spell presenti nel mazzo, generando spesso una rimozione di massa dal range molto ampio a un costo contenuto.
Non mancano le rimozioni a target, tra cui Metamorfosi e Bambola Vodoo, motori di pesca come Famiglio Corvo e Accolito del Dolore, minacce singole come il Re dei Lich e Destadraghi Alanna e infine carte “stallo” come Difensore di Pietrasalda e Vate della Rovina, la cui funzione è quella di facilitare la transizione a stadi avanzati della partita senza sacrificare troppi punti vita e soccombere all’iniziativa avversaria.

Gameplay

Il gameplay del mazzo è generalmente passivo e composto da tre fasi: early game di transizione, contenimento delle minacce avversarie e outvalueing tramite Jaina il Lich del Gelo o Destadraghi Alanna.
Per quanto concerne un buon early game di transizione, è necessario essere impeccabili nella fase di mulligan conoscendo alla perfezione l’entità del mazzo avversario e il suo gameplay sin dalle prime battute di gioco. In questa fase terremo in ”check” l’iniziativa avversaria con dei body da early game quale Famiglio Corvo e Difensore di Pietrasalda, in combinazione con l’hero power, per poi accedere al midgame e quindi a una catena di AoE in risposta ai minion avversari.
Durante la fase di contenimento, è importante valorizzare le proprie AoE a disposizione, estrapolandone il massimo valore consentito generando di conseguenza vantaggio carte rispetto all’avversario.
L’ultima fase va a compimento con lo sviluppo del DK o di minacce singole in grado di spezzare il ritmo di gioco a proprio favore, e vincere in diverse maniere in base alle strategie fronteggiate, ovvero outhealing contro aggro e midrange e outvalueing contro control.

Mulligan

Vs aggro : Famiglio Corvo, Vate della Rovina, Difensore di Pietrasalda e Furia del Drago.

Vs control: Famiglio Corvo, Difensore di Pietrasalda, Jaina il Lich del Gelo e Bambola Voodoo/ Metamorfosi ( se il control affrontato propone uno stile di gioco proattivo)