Torna alla lista mazzi

FaceHunter

Mazzo creato 7 anni fa - Ultima modifica 7 anni fa

1

0

Gameplay

Non è una questione di rank, è semplicemente un deck con troppi danni. Eppure giocandolo non risulterà mai così forte come quando lo si affronta. Il problema principale, infatti, sta nella corretta suddivisione dei danni tra un turno e l’altro. Va bene cercare di fare più danni possibili, ma vi sono delle situazioni in cui è meglio preservare le carte per sfruttarne le sinergie e burstare al meglio. Ad esempio, di turno quarto sarà poco fruttuoso utilizzare un drop a 3 mana (come il Famiglio Animale), sarebbe meglio sfruttare a pieno il mana e schierare un  accompagnato dai 2 danni del potere eroe. Infatti, quest’ultimo è una fonte costante di danni all’avversario che permette, grazie alla sua utilità costante, di ottimizzare la curva di mana. Nell’esempio, il turno successivo si schiererà il drop da 3 e si riutilizzerà il potere eroe, mantenendo così la pressione costante. Proviamo a fornire un’altro scenario: primo turno, Moneta in mano, cosa sarà meglio giocare tra lo Gnomo Contaminato, l’Infiltrato Worgen e il Ragno Infestato? Molti giocherebbero la terza scelta, ma in realtà è meglio preservare la Moneta in modo da non andare mai fuori curva di mana e poter sfruttare l’hero power in un turno con 1 solo cristallo rimasto.

Il secondo genere di problemi nasce dal Mulligan. Cosa tenere e cosa cambiare? Dipende dai Matchup! In termini generici, bisognerà sempre avere una creatura da schierare subito per esprimere a pieno la propria aggressività. Ovviamente, questi matchup forniscono anche un utile fonte di consigli per chi voglia affrontare al meglio il FaceHunter!

vs Druido – Ecco il primo avversario di Rexxar. Malfurion ha a disposizione tutto per affrontare il FaceHunter: la Spazzata annullerà completamente Sguinzaglia i Segugi e il Druido dell’Unghia fornirà un target forzato per il Gufo Beccoforte o per l’Ordine di Morte. L’unica speranza di vittoria sta nel turno successivo al quinto quando, una volta annullate le difese del Druido, si dovrà scaricare sul board il massimo danno possibile cercando di chiudere il game prima della classica combo Forza della Natura + Ruggito Selvaggio.

vs Cacciatore – Nel caso di un MidRange sicuramente il FaceHunter si troverà in netto vantaggio. Ad ogni modo a vincere la partita sarà chi riuscirà ad ottenere il massimo valore dalla magia Sguinzaglia i Segugi. Attenzione nell’utilizzo della Trappola Esplosiva, può sempre essere rimossa dal semplice Arco del Falco. Un ottimo modo per avere la meglio in questi matchup è utilizzare la Mistica di Kezan.

vs Mago – La maggior parte di questi mazzi saranno MechMage, l’unica via di successo è sfruttare la combo Lanciatore di Coltelli + Sguinzaglia i Segugi nel momento migliore. Inoltre, lo Gnomo Contaminato e i drop a 2 possono fornire un’utile distrazione per l’avversario, l’utilizzo del potere eroe su di essi ridurrà di molto l’aggressività di questi mazzi.

vs Paladino – Uno dei martchup con alto tasso di winrate. Le spell di Uther sono fortemente counterate da quelle di Rexxar, l’esempio classico è Adunata Militare contro il solito Sguinzaglia i Segugi. Bisogna però fare attenzione alle molteplici cure del Paladino, non conviene quindi giocare tutta la propria offensiva se non si è certi della vittoria.

vs Sacerdote – Anche questo dovrebbe rappresentare una semplice matchup per il FaceHunter. Anche se le statistiche riportano un 50-50, a causa delle ingenti cure e delle rimozioni AOE, il Sacerdote non riesce ad esprimere a pieno la pieno la propria esplosività prima del turno 7/8. Inoltre, molte versioni di questo eroe prevedono la doppia presenza dell’Esplosione Sacra proprio per annullare l’offensiva dei mazzi particolarmente Aggro. Bisognerà ricercare nella mano iniziale il Lanciatore di Coltelli e l’Arco del Falco.

vs Ladro – Matchup estremamente favorito vista la necessità del board clear da parte dell’opponent. Ovviamente però, se Valeera riesce ad esprimere a pieno il suo vantaggio carte, potrà scaricare a pieno la sua combo per un totale minimo di 15 danni. Per assicurare la vittoria basterà mantenere sempre una notevole pressione sull’avversario schierando ogni turno piccole creature che non potranno essere rimbalzate in mano.

vs Sciamano – Thrall sarà molto svantaggiato in queste partite, tramite la combo Lanciatore di ColtelliSguinzaglia i Segugi il Cacciatore può sempre riprendere il controllo del board con un costo mana molto basso. Al tempo stesso però, bisogna prestare attenzione al Curabot Antico. Cercate di avere nella mano di apertura lo Gnomo Contaminato e i drop a 2 per annullare i totem avversari.

vs Stregone – Impossibile fare un discorso unico in questo caso, Gul’dan ha, in questo momento, ben 3 diverse versioni giocabili. In ladder si trovano prevalentemente Demonlock e Handlock. In linea generica sarà importantissimo preservare il silence del Gufo Beccoforte e l’Ordine di Morte. Con la Moneta in mano si potrà tentare di spingere al massimo il board giocando da subito i drop a 2. Il matchup sarà favorito a causa del potere eroe dello Stregone che risulta essere deleterio contro il FaceHunter. Nello specifico, contro l’Handlock si dovrà cercare di non permettere all’avversario di schierare i due Gigante di Magma con la provocazione, cercate di preservare la chiusura per un unico turno senza permettere la ripresa dell’avversario. Nel caso di DemonLock, invece, ricordate della presenza del Curabot Antico che può ribaltare la situzione, inoltre, è bene silenziare il Invocatore del Vuoto per non ritrovarsi un Mal’Ganis durante il turno quinto.

vs Guerriero – Non molto da dire per questo matchup, Garrosh è di gran lunga il favorito contro il FaceHunter. L’Ascia Ardente annullerà completamente l’aggressività iniziale del Cacciatore e l’armatura risulta essere anche più efficiente delle cure del Sacerdote visto che può essere sfruttata per eliminare le creature più fastidiose. Non resta che sfruttare a pieno il potere eroe e provare nella tanto rischiosa quanto remunerativa giocata Moneta + Lanciatore di Coltelli.