Dragon Warrior

Guida creata il 29 dicembre 2016 - Ultima modifica 30 dicembre 2016
0
0

Introduzione

Evoluzione post-Gadgedtzan del classico Dragon Warrior con l’aggiunta dei pirati per avere un early game ancora più forte.

Gameplay

Questo mazzo è un midrange quindi l’obiettivo è quello di dominare la board dai primi turni e lentamente togliere punti vita al nostro avversario
prendendo sempre più valore dalle nostre creature.

Mulligan

Vogliamo sempre tenere nella mano Nostromo di N’zoth, Ascia Ardente, Drago Fatato e Paladina di Alexstrasza.
Contro mazzi aggro terremo anche Sangue e Icore e Pinnus.
Se abbiamo Paladina di Alexstrasza terremo anche un drago (preferibilmente Drago Fatato o Guardia del Crepuscolo).
Pirata Minuto va tenuto solo se abbiamo Nostromo di N’zoth o Ascia Ardente, se partiamo senza moneta possiamo tenerlo anche contro mazzi aggro senza avere un arma ancora in mano.
I drop a 3 van tenuti se abbiamo già una creatura a costo 2.
Mai tenere Sghigno, Ragnaros, Curatore, Distruttore Draconide e Corruttore Ala Nera.

Sostituzioni

Questo mazzo ha pochissime carte che sono sostituibili ovvero:
– Sangue e Icore
– Pinnus
– Scimmia Feroce
– Curatore
– 1x Distruttore Draconide
– Ragnaros

Scimmia Feroce e Pinnus van tolte esclusivamente se andremo a escludere anche Curatore.

In base al meta si può inserire (al posto di queste carte) carte come Leeroy o Grimy Gadgeteer per migliorare il matchup contro control o carte come Bloodhoof Tauren o Ravaging Ghoul per migliorare contro aggro.

Matchup

Ottimo nel meta corrente perchè ha ottimi matchup contro Pirate Warrior e Shaman (sia Jade sia Aggro) che sono i mazzi più giocati al momento, inoltre se la gioca alla pari con Dragon Priest e Rogue.