Torna alla lista mazzi

DRAGHI. AMO I DRAGHI. (VEEEEERY in depth!)

Mazzo creato 7 anni fa - Ultima modifica 7 anni fa

1

0

Introduzione

Salve a tutti! 🙂
Premessa: questa è la mia primissima guida, NON sono un pro player (attualmente rank 14), e il mazzo in questione è stato testato solo in amichevoli, seppur i game per verificarne l’efficacia siano stati tanti (credo più di 25).

I draghi sono in assoluto una delle mie creature fantasy preferite, se non LA preferita. Per cui, dopo aver testato con successo mazzi Paladino e Prete basati su questi stupendi esseri, ho voluto capire se anche lo Sciamano potesse dire la sua, nonostante non abbia carte di classe che attualmente vadano in combo diretta con i nostri amati draghetti.

Come potete vedere il mazzo è tutto fuorchè costoso (escludendo ovviamente il costo delle espansioni Naxxramas e Roccianera soprattutto). Quindi credo sia una lista più o meno alla portata di tutti. Avrei voluto inserire Neptulon o Al’Akir, ma purtroppo non ho nessuno dei due, ma credo che alla lunga ci si dimentichi di questa lacuna.

Il mazzo presenta molte “provocazioni naturali”, carte scomode che anche l’avversario più aggressivo sarà mooolto tentato nel rimuovere. Esempi: Totem del Fuoco, Totem del Mana, Thalnos, Cromaggus.

Attuale winrate: 60% circa.

Gameplay

Il mazzo di per sé è basato sull’aver un buon board control fino a calare i servitori “ciccioni” che ci aiuteranno nel late game. Quindi io lo definirei in tutto e per tutto un tipo “control”, anche se contro alcuni matchup più lenti (come Druido o Prete) può adattarsi ad un gameplay più aggressivo.

Per farvi capire un po’ meglio il mio stile di gioco analizzo di seguito tutte le carte del mazzo ed il perché io le abbia inserite:

-Arma Roccia Dura: carta assolutamente imprescindibile da avere in doppia copia. Sono state moltissime le volte in cui ho dovuto usarla i primi 2-3 turni per rimuovere servitori scomodi, e moltissime le volte in cui ho potuto finire un game ostico grazie proprio alla combo Arma Roccia Dura + Martelfato. Per questo io consiglio assolutamente una doppia copia, in modo da poter essere più tranquilli early ma avere anche un’ottima chiusura late.

-Folgore della Terra: utile per rallentare la manovra di eroi avversari aggro, una singola copia penso che sia sufficiente. Se poi riuscite a pescare tardi e contro avete qualche servitore buffato, beh, tanto di guadagnato!

-Drago Fatato: carta sulla quale ho riflettuto molto, e della quale non sono ancora del tutto convintissimo, ma credo che un buon drop a 2 mana sia quello che serva di più a completamento del deck. All’inizio avevo inserito un Folgoratic rotante, ma dopo qualche game mi è sembrata molto poco consistente come carta. Per cui ho optato per il Drago che ovviamente va in combo potenzialmente con la Tecnica e con Rend.

-Folgore di Lava: assolutamente fenomenale. Le carte con sovraccarico usate in questo mazzo sono tante, ed averne due copie aiuta parecchio. Per non parlar del fatto che spesso diventa un “infligge *3* danni”, data la presenza di totem, Thalnos e Draco di Zaffiro.
Da usare assolutamente con i sovraccarichi più pesanti, in combo con l’Elementale della Terra al turno 7 ad esempio da un vantaggio semplicemente incredibile.

-Thalnos: c’è davvero bisogno di spiegarla? Usatela anche early se non avete alternative, sarà comunque un ottima provocazione naturale che vi permetterà di aumentare potenzialmente le vostre soluzioni il turno successivo.

-Totem del Fuoco: altra provocazione naturale molto importante a mio parere. Tralasciando l’ovvia importanza che ha nel “pompare” servitori grossi in late game, non dimentichiamoci che può rendere i vostri totem da “Utilini” a “Una bella rottura”.

-Lupi Spirituali: da molti considerati tra le top card dello sciamano, e a buon ragione. Ora che finalmente è uscita pure una carta come Folgore di lava il suo valore si alza e non di poco.

-Maleficio: altra carta utilissima da avere in doppia copia, questo perché così potrete probabilmente usarne una in early contro matchup aggro e quindi su servitori scomodi, ed una magari in late contro quella leggendaria molto fastidiosa…

-Tecnica Ala Nera: carta che potete anche mettere in doppia copia, ma vediamo poi nelle sostituzioni cosa farne. In generale risulta ovviamente utile con un drago in mano.

-Tempesta di Fulmini: carta NECESSARIA, che non può che presentarsi in doppia copia. Le volte che questa carta mi ha permesso di vincere contro Face Hunter vari o Mech di vario tipo sono davvero tante! (Delle volte non ci sono riuscito comunque ma almeno mi ha illuso felicemente, ahahah! :D)

-Totem del Mana: questo simpatico totem vi darà come MINIMO una carta aggiuntiva per il prossimo turno. Se riuscite a nasconderla dietro qualche provocazione o a farla proccare con Cromaggus, beh, siete a posto! ^^

-Distruttore del Fuoco: OP AS SHIT. No davvero, la Blizzard ha voluto fare un regalo enorme una casa a tutti gli Shaman player! Questo servitore in pratica è come MINIMO, e ripeto come MINIMO uno Yeti di Ventofreddo praticamente, perché ha un punto di salute in più accompagnato però da uno di sovraccarico. Punto di sovraccarico che diventa ridicolo se ci esce un 5/6, per non parlare di RNG più fortunati…

– Drago Affamato: credo che in poco tempo diventerà un must per quasi ogni mazzo dragon, ed è probabile che venga usato in molti mazzi anche senza draghi.

-Potenziabot: carta che diventa particolarmente utile dai 3 servitori sul tavolo in su. Poi oh, se vi escono 4 Furie del Vento su 4 totem da 0 attacco… Non prendetevela con me. ^^”

– Draco di Zaffiro: usato in moltissimi deck control, come Thalnos non necessita di molte spiegazioni, il perché sia inserito credo sia abbastanza chiaro. 🙂

– Elementale della Terra: ok, potenzialmente è minacciato dall’Esperto di Caccia, ma ragazzi, è un rischio che a mio parere vale la pena compiere. Come già spiegato sopra se usato in combo con Folgore di Lava sarà in grado di darvi un buon vantaggio sull’avversario.

– Loatheb: ovviamente molto utile se in campo abbiamo molti servitori potenzialmente targettabili. Aiuta nel rallentare il nemico e poter eventualmente rimpire ulteriormente il nostro board nel turno successivo. Sinceramente però non la trovo una carta indispensabile, certamente aiuta, ma penso che possa essere sostituita, come vedremo sotto.

-Martelfato: ora che ci penso non ho mai dedicato tempo nel vedere se una doppia copia possa funzionare, ma credo che poi possa diventare faticoso come mazzo da far girare. Ad ogni modo è una delle mie carte epiche preferite in assoluto. 8 di integrità sono tantissime; ciò vi da modo di poter aspettare il momento più opportuno per usare la/le vostra/vostre Arma Roccia Dura con essa.

– Sputafango: molto utile, ormai la si vede un po’ ovunque, il motivo per cui l’ho messa in singola copia se vogliamo si può riassumere in tre parole: “Elementale della Terra”.

– Rend Manonera: al suo posto prima c’era un Draco del crepuscolo. Dopo un po’ di game ho provato a sostituirlo e devo dire che non me ne sono pentito molto, credo sia più utile in un mazzo del genere. Soprattutto ho notato che il Draco poche volte riusciva ad usufruire di un bonus superiore al +4. Teoricamente comunque va in modo naturale a rimpiazzare il ruolo che sarebbe proprio di un Esperto di Caccia, solo che di drop a 3 mana vene erano già decisamente troppi, per cui ho optato per Rend.

– Cromaggus: worka molto ma molto bene. E’ difficile da spiegare tecnicamente come scelta, ma può andare in combo con i nostri peschini ed è un servitore molto grosso non targettabile dal solito Esperto di Caccia. Inoltre, beh, è un drago! 😀

-Alexstrasza: diciamo che se avessi Ysera non ci penserei due volte a sostituirla. Ma come drago aggiuntivo fa il suo lavoro, un paio di volte mi ha aiutato a vanificare l’aggressività di Hunter e Zoolock vari, ed altre ha dato modo alla combo di Martelfato + Arma Roccia dura di finire o quasi la partita.

Mulligan

Il mio consiglio generale è semplicemente quello di cercare carte a basso costo.
Questo mazzo non dispone di tantissime rimozioni, in termini di magie, ma se vi dovessero capitare comunque solo servitori non disperatevi.

Magari cercate di non avere già di prima mano doppioni “scomodi”, come due Folgore di Lava o due Totem del Fuoco. Se per esempio fossi il primo a cominciare e dal Mulligan mi uscissero due Arma Roccia Dura e una Tecnica Ala Nera, scarterei sicuramente un’arma e terrei comunque la Tecnica.
Comunque sia credo che il Mulligan di questo mazzo sia abbastanza “a piacere”, a seconda di come uno preferisce giocare.

Sostituzioni

Inizio questo paragrafo col ribadire che se avessi certe carte molto forti come Ysera, Neptulon o Dr. Boom ad esempio, le inserirei molto volentieri. Ce ne sono altre invece che mi piacerebbe provare ed è probabile che inserisca per vedere se funzionano. Andiamo con ordine.

Partiamo dalle più costose che sono di solito il problema principale.

Questo mazzo sottintende che voi abbiate almeno l’espansione Massiccio Roccianera, soprattutto per la grossa quantità di carte drago presenti in esso e per il Distruttore del Fuoco assolutamente fenomenale.
Per tale motivo mi verrebbe difficile sostituire Cromaggus e Rend attualmente. Più per i loro poteri è per il fatto che vadano in combo con le carte drago e non, ed in un mazzo che fa della presenza dei draghi la sua forza, è difficile sostituire tali carte senza un rimpianto.
Per cui io queste due le rimpiazzerei solamente con carte drago o che proccano con esse, o almeno una delle due. Un draco del crepuscolo potrebbe essere ottimale per rimpiazzare Rend, come ho scritto sopra, se no un altro drago leggendario se ce l’avete. (Nozdormu sopra tutti.)
Se volete rimpiazzare Loatheb con un’altra leggendaria io vi propongo 4 alternative: Harrison Jones, Cavaliere Nero, Sylvanas e Thaurissan. Quest’ultimo mi intriga molto, in un mazzo in cui si usano molti sovraccarichi potrebbe essere una scelta azzeccata, e sarebbe un’ulteriore provocazione naturale che vi permetterebbe di rallentare i matchup più aggressivi.
Thalnos è rimpiazzibile dal classico Coboldo o dal Razziatore di Bottini per similitudini diciamo, ma piuttosto che giocare uno dei due io ci metterei un’altra rimozione.

Veniamo alle epiche: Martelfato è difficile da rimpiazzare in modo “esatto”. Forse userei delle carte molte forti dello sciamano che purtroppo non sono riuscito ad inserire: Brama di Sangue o Elementale del fuoco.
Elementale della Terra è sostituibile in modo naturale da un secondo Sputafango. Se non disponete di Naxxramas puntate comunque su qualche ciccione con provocazione, come il classico Guardiano di Sen’jin o un Aberrazione delle Paludi.
Potenziabot ha la fortuna di essere utile ma non indispensabile. Puoi farvi girare il mazzo molto bene così come essere una carta morta nel caso abbiate il board perennemente vuoto o quasi. Per tale motivo sentitevi liberi di sostituirla con qualsiasi carta solida che si adatti al vostro gameplay. Resterei comunque sui drop da 4 mana.

Per quanto riguarda le rare, cercate di craftarne il più possibile, e se non riuscite provate ad usare carte simili in termini di potere. Al posto del Totem del Mana potreste metterci un Accolito del dolore ad esempio, al posto dei Lupi Spirituali un Golem Mietitore, al posto di una Tempesta di Fulmini un Fulmine Biforcuto e così via.

Forse qualcuno potrà storcere il naso nel vedere l’assenza di almeno una copia di Crepitio. Ebbene anche io lo storco, ahahah. Diciamo che come al solito mi viene difficile togliere qualcosa, soprattutto dal costo basso, forse Thalnos? Si accettano consigli. 🙂

Matchup

E’ un mazzo abbastanza semplice ed intuitivo da giocare contro gli aggro. Rimuovete appena potete e rovesciate il controllo del board nel minor tempo possibile. A parte Alexstrasza questo deck non dispone di cure, quindi se in poco tempo il vostro nemico, soprattutto, un hunter, vi porta sotto i 10 punti vita la cosa potrebbe complicarsi. Se avete quindi difficoltà a gestire proprio i mazzi aggro, aggiungete una/due rimozioni e/o Curabot.

Contro i control le partite diventano più strategiche ed interessanti. Date alcune rimozioni pesanti (Spazzata, Esplosione Sacra, Colonna di Fuoco), tendo ad usare meno volte il potere eroe a favore di un attesa più ampia e di servitori grossi. Le “provocazioni naturali” di cui ho molto parlato possono poi aiutare molto contro questi matchup, perché magari ci permettono di far “sprecare” importanti rimozioni su servitori relativamente piccoli come il Totem del Fuoco ad esempio.

In generale posso dirvi che gli avversari più ostici molto probabilmente saranno Demon e Zoo Warlock e i vari mazzi Mech. In generale direi che i mazzi combo sono piuttosto forti contro questo Sciamano.

Altro

Cercherò di tenere aggiornata questa lista il più possibile ed accetterò qualsiasi consiglio e critica costruttiva, considerando che il mazzo l’ho creato dal nulla quindi… ^^”

Vi ringrazio molto se avete avuto la pazienza di leggere fino a qui, so che ho scritto molto ma uno dei miei motti preferiti è: “Le cose o si fanno bene o non si fanno!” 😀 Molti di voi diranno automaticamente “Beh, potevi direttamente non fare nulla”, ma va beh, ahahah!

Buonsalve!