mythci invitational

Mythic Invitational: Luca Magni nella TOP16

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Ieri si è concluso il secondo giorno del Mythic Invitational! Ai nastri di partenza si sono sfidati 162 giocatori di altissimo livello, ma solo 8 si sono qualificati per la fase finale che si terrà oggi sempre in diretta sul canale di Twitch di Magic The Gathering.

Mythic Invitational top8

TOP8

Questa Top8 offre non pochi punti di riflessione. Prima di tutto il fatto che il team ChannelFireball si conferma nuovamente come il più talentuoso all’interno della scena internazionale, infatti nonostante alcuni membri non siano andati bene ( Mengucci ha droppato dopo un brutto 0-3 iniziale) questo team ha ben 3 membri all’interno della top8: Gabriel Nassif, Matthew Nass e Luis Scott-Vargas. La seconda cosa che si può notare in questa top8 è la varietà dei mazzi che la compongono: il 50% di essa è composto da Sacrifice Deck, con o senza Bolas’s Citadel, i due mazzi più giocati al day 1, ovvero Mono-R Goblins e Sultai Midrange sono presenti entrambi in mono copia, e ci sono ben due sorprese cioè Rakdos Arcanist e Mono-B Gift. 

Questo Metagame finale è sicuramente una cosa inaspettata. Una presenza tale di Sacrifice Deck all’interno della top8 probabilmente cambia l’intera gerarchia all’interno del formato Historic. Se prima di questo Mythic Invitational i mazzi da battere erano Mono-R Goblins e Sultai Midrange ora credo che il trono aspetti a Jund Sacrifice.

TOP16

Dopo una top8 atipica anche la top16 regala qualche gioia per noi giocatori di Magic. Come prima cosa facciamo i complimenti all’unico italiano al suo interno: Luca Magni, giocatore dei Rivals che si è qualificato 12esimo con il suo Mono-R Goblins portandosi a casa la qualificazione per la Grand Finals di Ottobre. 

All’interno di questa top16 inoltre possiamo notare una tendenza contraria alla top8, Sultai e Goblins sono presenti nella maggior parte dei casi e ciò conferma le aspettative che si erano create vedendo le percentuali del metagame al day1 ma nonostante questo non mancano gli archetipi sorpresa. Infatti all’interno dei migliori 16 notiamo la presenza di uno dei tre Mono-G Planeswalker presenti al torneo, quello pilotato da Christopher Leonard che con un notevole score di 9-4-1 si è aggiudicato la 11esima posizione e l’invito alla Grand Finals.

Ecco la lista completa dei 16 invitati alle Grand Finals:

Mythic Championship

Conclusioni

In sintesi, questo grande evento ci ha mostrato un formato Historic capace di stupire, con due o tre mazzi sicuramente più solidi di altri ma che permette a molti archetipi di vincere e portare a casa risultati importanti: Mono-B gift ne è la prova.
I ban che hanno martoriato questo formato nel recente passato hanno segnato la fine di alcuni archetipi che erano presenti fin dagli inizi, Kethis combo ad esempio ha confermato il fatto di non riuscire a stare dietro al metagame attuale, ma allo stesso tempo hanno permesso un metagame vario, senza mazzi opprimenti che lo monopolizzano.

Noi di Powned.it non vediamo l’ora di assistere allo spettacolo della top8! Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate e se lo stato del formato vi piace oppure no.

 

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701