Banlist 15/02/2021: le considerazioni (Video)

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Una Banlist annunciata qualche giorno fa, ma che ha comunque lasciato tutti di stucco: sono stati colpiti più formati (qui il nostro punto), il che renderà molto incerto sicuramente il Metagame, ma anche il mercato.

Abbiamo pensato di prenderci una mezz’oretta per commentare il tutto, analizzando le scelte della Wizards e ipotizzando ciò che ci ritroveremo nel futuro.

Formato per formato, ecco i commenti del sottoscritto, in compagnia di un ospite speciale, Dani aka Magic_Dan, grinder su Mtgo e giocatore di Modern.

E per finire, un piccolo banlist-recap di quanto detto nel video qui sopra:

  • Historic. I mazzi Company potrebbero beneficiare della scomparsa di Sultai, che bloccava anche gli Aggro deck come Goblin.
  • Pioneer. 5c Niv Mizzet non è morto del tutto, in quanto Bring to Light può ancora “prendere” Valki, e di conseguenza rendere castabile la metà Planeswalker (Tibalt).
  • Modern. Col ban di Simian Spirit Guide muoiono anche molti mazzi combo con chiusura improvvisa, come Ad Nauseam.
  • Legacy. Senza Arcum Astrolabe riacquista potere Blood Moon, e quindi mazzi come UR Sneak & Show.
  • Vintage. L’Unban (inaspettato) di Lurrus potrebbe durare poco!
  • Cascade. Il cambio-meccanica influisce poco sul Modern in generale, in quanto mazzi come Living End e Restore Balance possono esistere ancora.

"Cochi88"

Giocatore di Magic dai primi anni 2000, amante della Cochina bella fresca, ricercatore seriale di topdeck mai visti prima

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701