Legends of Runeterra: online la guida al Warmother Control, bene in ladder il Karma EZ!

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Il weekend da poco finito ha svelato diverse interessanti proposte nel competitivo di Legends of Runeterra, con diversi giocatori che sono riusciti ad ottenere dei solidi piazzamenti nel rank Master della ladder.

Parliamo ad esempio della versione Endless Karma usata per conquistare il rank #1 del Master europeo dal giocatore Sevas, o la versione del Karma Control usata dal player Szychu per raggiungere la medesima posizione solamente una manciata di ore dopo.

Tra le liste troviamo poi anche un deck incentrato sui campioni Jinx e Draven che ha spinto ManuS fino alla top15 assoluta o il Braum Control, un deck composto di carte Ionia e Freljord, utilizzato per raggiungere il Master dal giocatore ExrRor3.

In questo aggiornamento abbiamo anche deciso di aggiungere l’ultima guida creata da Meliador, che questa volta si è voluto concentrare su di uno dei mazzi più popolari del gioco ovvero il Warmother Control, spiegato fin nei minimi dettagli attraverso il video che troverete nella pagina del deck.

Sperando che uno o più di questi aggiornamenti possa esservi utile, vi auguriamo una buona consultazione ed un buon divertimento a tutti.

Le liste

  Warmother Control – Guida di Meliador
  ENDLESS KARMA TOP #1 EU di Sevas
  BRAUM CONTROL da MASTER di EXrRor3
  KARMA/EZ CONTROL da #1 MASTER di Szychu
  JINX/DRAVEN AGGRO da TOP 15 MASTER di ManuS
  I/F ELUSIVES da TOP 8 MASTER EU di Naiman
  LUCIAN ELITES da TOP 5 MASTER di RDee_Lucid
  LUCIAN ELITES da TOP 40 MASTER di Freshca
  LUCIAN ELITES — TOP 200 MASTER ASIA

Marco "Stak" Cresta

Sono un appassionato di videogiochi fin da quando ne abbia ricordo e credo nella bontà del progresso che scaturirà grazie agli eSports anche a livello sociale. L'altra mia grande passione è da sempre stata l'attualità e la storia, motivo per il quale ho concluso il mio percorso di studi con la laurea in Scienze Politiche nell'Università calabrese di Cosenza.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701