Critiche durante il Twitch Rivals di LoR: Regolamento sotto accusa

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Durante il primo Twitch Rivals dedicato al nuovo titolo TCG di Riot, LoR (Legends of Runeterra), vinto da David “Dog” Caero (qui la replica) una particolare critica ha letteralmente diviso la community impegnata nella visione del torneo da 100.000 dollari in palio. La critica in questione riguarderebbe una delle regole introdotte per i match del Rivals: il timer per ogni singolo game. I giocatori coinvolti sarebbero lo streamer, in forza al team Fade 2 Karma, MegaMogwai e il giocatore – e analista di vari titoli – degli Evil Geniuses, Swim.

Il Twitch Rivals di LoR ed il suo Regolamento

La Cornice: Match di torneo, valido per accedere alla top8, tra MegaMogwai e Swim – Il Regolamento: 50 minuti per match in Bo3. Se il tempo dovesse finire i giocatori avrebbero ulteriori 3 turni. Se i 3 turni concessi al termine dei 50 minuti non dovessero bastare si finirebbe in pareggio e la decisione per l”accesso alla top8 sarebbe in base ai tie-break.

Sembrerebbe quindi che durante la partita il giocatore americano degli EG abbia semplicemente “abusato”, se così si può dire, di una regola del torneo (regola presente anche nei Rivals di MTG Arena) sfruttando al massimo la rope (corda: termine proveniente da Hearthstone, dove una corda bruciava indicando la fine del tempo per giocare), prendendo tutto il tempo concesso dal suo round.

Il risultato sarebbe stato, soprattutto a quanto detto dallo stesso Swim, quello di aver lasciato entrambi – e non solo – con dell’amaro in bocca, in quanto proprio Swim, durante il match, avrebbe affermato che la cosa non gli andava bene e che ha potuto farlo semplicemente perchè le regole gli permettevano di farlo.

Sembrerebbe, inoltre, che l’evento in questione abbia avuto un precedente durante lo stesso torneo, contro il noto streamer di Hearthstone, Kripparian; ma con un risultato differente (Swim avrebbe concesso la partita a Kripp). Modalità di affrontare il match che sarebbe stata segnalata su entrambe le chat dello streaming dei due impegnati nella partita e anche nella chat ufficiale del LoR Twitch Rivals.

La Risposta e la Motivazione di Swim

<< Nessuno è più contrario ai vincoli di tempo nei tornei di Runeterra di me, questo è qualcosa che ho menzionato più volte in altri tornei in passato”, ha detto Swim. “In uno di questi, non riesco proprio a ricordare, penso che sia stato Duels of Runeterra 4 o 5, ho lasciato il torneo a causa dei vincoli di tempo creati dal regolamento. Penso che creino incentivi piuttosto terribili e siano molto abusabili. >>

Con un post su Reddit il giocatore e streamer caro a Gwent e Artifact avrebbe affermato che, guardando attentamente il match in streaming, si possa notare come è evidente la sua NON intenzione di abusare del tempo e che lui sia un giocatore molto lento e riflessivo. Avrebbe inoltre affermato che al momento il suo stato d’animo per aver portato MegaMogwai al pareggio sia << ad essere sincero, voglio rannicchiarmi come una palla e morire subito. Penso che tutti conosciamo quella sensazione. >>

Il pareggio ha evitato a MegaMogwai la possibilità di accedere alla top8 del torneo e avrebbe lasciato entrambi i giocatori particolarmente dispiaciuti dell’accaduto, nonostante nessuna regola sia stata violata durante i vari match. All’accaduto si aggiunge inoltre che, a conti fatti, proprio lo stesso Mogwai avrebbe potuto vincere la partita.

<< Swim was equally upset, saying he would’ve conceded the win to Mogwai if the Twitch Rivals rules team allowed him to do so. >> Dot Esport riporta le parole di Swim enunciate durante lo streaming del Rivals.

Il post Reddit di Swim – immagine via @Reddit

L’accaduto ha influenzato il Twitch Rivals e il suo Hype

L’aggiunta del timer dovrebbe andare a prevenire quella che, spesso, accade in molte partite di questi particolari tipi di gioco, cioè la noia. Fattore fondamentale per il Rivals in questione in quanto trattasi di prima “uscita” ufficiale torneistica per Legends of Runeterra. Il torneo – come gran parte dei Twitch Rivals – vede un susseguirsi di figure di spicco nello streaming del titolo e una sponsorizzazione dell’evento attua a crescere di importanza man mano che le edizioni si susseguono. Sottolineando non solo l’importanza del titolo ma anche tutta l’organizzazione e l’attenzione della sezione esport di Twitch.

In questa circostanza, però, e soprattutto con questo accaduto, la community ha avuto modo di riferire con varie discussioni su Reddit dell’impatto negativo che ha avuto questo torneo sull’Hype generato dalla competizione stessa, gridando a gran voce una modifica per questo particolare tipo di regola che, come abbiamo potuto vedere, porterebbe alcuni giocatori ad abusarne con vari espedienti, anche non volontari.

Questo accaduto non è passato inosservato neanche agli organizzatori che, in risposta ad un post su Twitter di MegaMogwai, avrebbero affermato che questo “cavillo” nel regolamento era ora in fase di verifica in prevenzione ai tornei e gli appuntamenti esportivi futuri per il titolo.

La risposta della rioter Umbrage al post di MegaMogwai – Twitter

A fronte di quanto successo pensate che questa regola dovrebbe rimanere, e quindi lasciar adattare i giocatori alla medesima, oppure che – proprio in funzione di uno spettacolo maggiore e una dedizioni più certosina nei confronti della parte streaming – questa doavrebbe essere cambiata o addirittura rimossa?

Davide "Tyrann" Giungato

Affascinato sin dalla tenera età di videogiochi dei più svariati generi e soprattutto dai Giochi di Carte Collezionabili. Approdo al lato "competitivo" del gaming per pc con Hearthstone nel 2015 per poi decidere di provarli TUTTI; da Faeria a Duelyst e da TES: Legend a MTG: Arena. Giungo poi su Gwent e trovo Powned.it nel novembre del 2017 dove comincio a scrivere di Gwent e di tanto altro. Da sempre appassionato di discussioni sui CCG, trovo interessante parlare per ore e ore di come un buon drop a 2 possa cambiare le sorti di una intera partita.. e anche del mio tempo!

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701