Consigli per il cammino dei campioni

Consigli per il cammino dei campioni: il personaggio principale

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Benvenuti gentili lettori, il mio nome è Victor è oggi voglio darvi alcuni consigli per il cammino dei campioni, la nuova modalità PVE di Legends of Runeterra. Questa serie di articoli sarà divisa in 6 parti, rispettivamente dedicata a Campioni, aumento della grandezza del mazzo, carte esclusive per il PVE, i poteri, gli elusivi e la mappa.

Quello che abbiamo davanti è sicuramente un grande miglioramento rispetto al Laboratorio delle Leggende, anche se mi aspettavo fosse gestito meglio. Il primo aspetto che mi aspettavo fosse migliorato era quello della storia dei personaggi, soprattutto visto il trailer che ci era stato mostrato.

Ciononostante il nuovo laboratorio è estremamente divertente (da quando è uscito non ho praticamente fatto PVP) e l’idea di trattarlo come se fosse un RPG con l’aumento del livello dei campioni e gli oggetti mi ha intrigato fin dall’inizio. Ma adesso andiamo a vedere alcuni semplici consigli per rendere più semplice il vostro cammino dei campioni

Consigli per il cammino dei campioni: giocare secondo lo stile del personaggio scelto

Ci sono molte cose da tenere a mente quando si comincia questa modalità. La prima è che il campione è la parte centrale del vostro mazzo. Ogni carta presente nel deck è fatta per entrare in sinergia con il personaggio che avete scelto, il quale dovrebbe essere sempre cercato nel mulligan. Inoltre i campioni che andiamo ad aggiungere al nostro mazzo dovrebbero avere la stessa strategia di quello principale.

Per esempio non ha molto senso scegliere Jayce con Jinx. Il primo è un campione da control che punta a salire di livello lentamente. La seconda è un champ da aggro che mira a chiudere la partita più in fretta possibile scartando carte.

Diventa quindi necessario comprendere che non ha senso legare un campione da Aggro con uno che non lo è. Questa regola vare per ogni tipologia di campione, che siano anche da Midrange o da Control. Altri campioni aggressivi sono Miss Fortune e Zed. Per loro attaccare il più possibile e chiudere i giochi in fretta è un dovere. Se la partita si protrarrà troppo finiranno per essere schiacciati o dai nemici o dalle magie avversarie.

I campioni da Midrange sono Yasuo, Lulu, Ekko, Caitlyn e Irelia. Tutti quanti hanno bisogno di del tempo per svilupparsi e puntano a vincere tramite la propria board. Inoltre cercano la loro condizione di vittoria attraverso la battaglia, ma se la partita dovesse protrarsi troppo comincerebbero ad avere qualche problema.

Passiamo ora ai campioni che cercano di arrivare nel late game. Questi sono Pyke, Nami, Twisted Fate, Lee Sin e Jayce. Essi richiedono tempo per salire di livello o farsi valere all’interno della board. Ma una volta livellati per il nostro avversario la situazione diverrà ingestibile, permettendoci di vincere con facilità.

Vi è Tahm Kench sono eroi particolari. Questi richiedono sinergie particolari e hanno una caratteristica molto specifica per salire di livello che richiede tempo. Pertanto bisogna cercare di abbinare loro un campione che possa aiutarli. Per Vi possono essere Heimerdinger o Elise, per Tahm Kench invece Soraka o Ashe sono perfette.

Conclusione

Eccoci arrivati al termine della nostra prima guida sul cammino dei campioni. Ovviamente la divisione che ho fatto sopra dei campioni è molto relativa e sono curioso di sapere la vostra opinione. E voi avete già provato la modalità? E quali campioni avete usato? Fatecelo sapere nei commenti. Noi ci vediamo domani con un nuovo articolo.


Consigli per il cammino dei campioni: il personaggio principale
Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701