Campioni di Runeterra e lore: cosa si cela dietro Ezreal, Hecarim e gli altri!

Campioni di Runeterra e lore: cosa si cela dietro Ezreal, Hecarim e gli altri!

Profilo di Stak
 WhatsApp

Campioni Runeterra – Come si è giunti a realizzare i campioni di Legends of Runeterra cosi come si presentano oggi a noi nella versione live del gioco?

Che tipo di lavoro ha contraddistinto la creazione di ognuna delle carte campione disponibili nel nuovo titolo Riot? A queste, ed a molte altre domande, hanno deciso di rispondere gli sviluppatori del gioco, che hanno cosi voluto illustrarci tutto il percorso di sviluppo e di costruzione che ha contraddistinto la creazione di ogni singola carta.

A partire dal trasferimento di alcune delle abilità che caratterizzano i campioni su League of Legends (e sono quasi sempre almeno 4) fino ad arrivare ai dialoghi, alle illustrazioni ed ovviamente ai bilanciamenti, scopriamo come sono stati ideati e come si sono evoluti i progetti di questi importanti protagonisti di LOR, iniziando dalla celebre Elise, e proseguendo con una lunga lista di personaggi come Fiora, Heimerdinger, Lux o Draven.

Di seguito andiamo a riportare tutti gli interventi relativi ad ogni singolo campione:

Campioni Runeterra – Dettagli ufficiali

Elise, la signora dei ragni venuta da… non si sa dove

02_Elise.png“In genere i campioni di LoL hanno delle ‘caratteristiche conosciute’, ovvero tematica e meccaniche di gioco”, spiega il Game Design Manager Shaun “UNCONKABLE” Rivera. “Inoltre, grazie al team di analisi, possiamo ottenere informazioni e dati su ciò che pensano i giocatori. Con questi dati possiamo ad esempio stilare degli elenchi di termini che ci aiutano a capire se ci stiamo muovendo nella giusta direzione.”

A volte, però, ciò che i giocatori pensano che renda unico il loro campione preferito non combacia esattamente con l’idea che il team voleva comunicare.

All’inizio gli sviluppatori volevano sfruttare la tematica di “Regina dei ragni” di Elise fornendole attacchi da ragno, un esercito di ragnetti e una forma “trascendente” da signora degli aracnidi: in pratica tutte cose che fanno venire voglia di imbracciare un lanciafiamme. I primi test interni erano stati positivi, e tutto il team pensava di aver fatto centro. Ecco perché sono rimasti piuttosto sorpresi analizzando i sondaggi dei giocatori.

“I giocatori in giungla avevano una visione di Elise molto diversa dalla nostra”, ricorda il Product Manager Travis “Riot Dovagedys” Boese (che in quel periodo era un analista). “In pratica dicevano tutti ‘Usando Elise mi piace usare il bozzolo mirato, trasformarmi in ragno, respingere a fare fuori l’avversario a morsi.'”

Sembrava che ai giocatori non importasse nulla degli elementi inquietanti e disturbanti propri di una regina dei ragni che secondo il team caratterizzavano l’identità di Elise. E ora? Era possibile far funzionare in LoR le meccaniche da assassina jungler con potere magico che la contraddistinguevano in LoL?

“Mentre ci chiedevamo come rendere lo stile di gioco di Elise piacevole per i giocatori, collaboravamo anche con il team di narrazione per capire dove piazzarla su Runeterra”, afferma UNCONKABLE.

03_Frenzied_Skitterer.jpgEcco un veloce riassunto della sua storia: Elise è un’ex nobildonna noxiana che, dopo essere stata trasformata in ragno dal morso di un semidio, ha iniziato ad attirare gli altri nobili noxiani verso le Isole Ombra per potersi mantenere giovane e bella divorandoli (tenetelo in considerazione se siete appassionati di cure di bellezza). Anche se la scelta fra Noxus e le Isole Ombra come sua regione di appartenenza può sembrare secondaria, in realtà sottintendeva la direzione verso cui il team voleva portare Elise.

“Abbiamo deciso che Elise veniva dalle Isole Ombra, e quindi ci siamo concentrati soprattutto sull’idea di regina dei ragni circondata da sudditi perché era coerente con quella regione”, prosegue UNCONKABLE. “Tuttavia, volevamo tendere la mano anche ai giocatori che apprezzavano le sue meccaniche bozzolo-respingimento. È stato allora che è entrata in gioco la squadra di realizzazione.”

LoR può contare su un intero team dedicato alla “realizzazione dei campioni”, formato dagli sviluppatori incaricati di creare le illustrazioni e gli effetti sonori e grafici che danno vita a ogni campione: in pratica tutte quelle cose che vi fanno dire “oooh!”, “wow!” e ogni tanto anche “eh?!?”. Sono stati loro a plasmare in LoR l’immagine che i giocatori avevano di Elise.

04_Elise_Leveled.jpgTuttavia, a volte affidarsi troppo alla tematica di un campione può… generare confusione

long-divider.png

Ezreal, il… cowboy spaziale?

05_Ezreal.jpgIl team ha dovuto studiare molto per realizzare Ezreal. Il suo stile di gioco in LoL è celebre per essere fondato su mobilità e un gran numero di abilità, ma perché non provare (così, per ipotesi) a sfruttare la sua intrigante tematica di esploratore?

06_Gauntlet.jpg La sua prima versione prevedeva di mescolare cinque carte artefatto nel mazzo all’inizio della partita: pescandone almeno tre nel corso del gioco il suo guanto si potenziava, rendendolo incredibilmente forte. Era proprio una cosa da Ezreal, giusto? Beh…

“Un sacco di giocatori di Ezreal in Riot non ne capivano il senso”, ammette UNCONKABLE, “così abbiamo dovuto ricominciare da capo.”

“Durante una sessione di feedback, un Rioter di cui non farò il nome ha detto che non capiva chi fosse Ezreal”, dice ridendo Riot Dovagedys. “Ricordo benissimo di averlo sentito chiedere ‘Dovrebbe essere un cowboy spaziale?’, e io fuori dalla stanza mi sono detto “Ma che ca…?’ Era evidente che dovevamo provare qualcos’altro.”

Avete presente i questionari che appaiono in un angolo dello schermo alla fine di una partita di LoL chiedendovi un feedback? Sono gli strumenti che il team di analisi ha usato per ampliare gli insiemi di termini per ciascun campione.

“Il metodo che usavamo in quel periodo consisteva nel chiedere ai giocatori quale fosse il tratto più riconoscibile di Ezreal”, spiega Riot Dovagedys. “Le risposte più comuni erano ‘grande abilità’, ‘Colpo mistico’, ‘Q a ripetizione’ e cose del genere. Dopo averle analizzate, le abbiamo inoltrate agli sviluppatori.”

E il team di sviluppo ha deciso di fare un passo indietro sulla tematica e dare ascolto ai giocatori, quindi… Colpo mistico a ripetizione!

07_Ezreal_Leveled.jpgIn alcuni casi, però, non è così facile inserire le idee dei giocatori di LoL in un gioco di carte.

long-divider.png

Hecarim, il cavallo velocissimo

08_Hecarim.jpg“È stato molto complicato portare un campione come Hecarim in LoR”, afferma Riot Dovagedys. “L’impressione più comune fra i giocatori era ‘È un cavallo ed è velocissimo’. Beh… OK. Ma come si fa a farlo correre velocemente in un gioco di carte?

Per fortuna il team di realizzazione era pronto a raccogliere la sfida.

Ogni tanto capita di avere una fortuna sfacciata e di riuscire in qualcosa al primo colpo: questo è proprio ciò che è successo durante la creazione di Hecarim. Quando il team ha chiesto ai giocatori di Hecarim di venire a provare la sua carta con Sopraffare ed evocazione dei Cavalieri Spettrali, e ha mostrato loro il caricamento della sua suprema e la sua velocità, è stato subito evidente che avevano fatto centro. Perfetto. Caso chiuso.

A meno che…

“Eravamo entusiasti di poter esplorare Runeterra, e aggiungere i Seguaci ci sembrava un modo molto interessante per dare profondità al mondo che ruota attorno ai campioni che conosciamo grazie a LoL”, spiega la Narrative Lead Mel “Melell” Li. “Se League of Legends punta i riflettori sui campioni, in Legends of Runeterra ci si chiede ‘Chi sono i suoi compagni? Se questo campione fosse in una locanda, con chi parlerebbe?'”

Giusto. Se Hecarim fosse in una locanda, con chi parlerebbe?

“La maggior parte delle illustrazioni delle nostre carte è stata realizzata dal fantastico team di SIXMOREVODKA a Berlino”, rivela il direttore artistico Greg “GiantArtist” Faillace. “Li abbiamo spinti a esplorare molto e a lasciar galoppare la loro fantasia.”

09_Shark_Chariot.jpg“Un giorno sono entrato in ufficio e c’era una parete piena di bozzetti, tra cui ho visto un tizio su una biga trainata da tre squali fantasma. Era così assurdo che me ne sono innamorato subito”, spiega ridendo UNCONKABLE. “Un membro del nostro team detestava quell’illustrazione, diceva che era la cosa più stupida che avesse mai visto. Io ho cercato in ogni modo di convincerlo che dovevamo realizzarla, e alla fine l’abbiamo fatta! È assolutamente ridicola. La adoro.”

10_Hecarim_Leveled.jpg long-divider.png

Darius, l’uomo con l’ascia gigante

11_Darius_ALT.jpgAlcune delle meccaniche di base di LoR non erano ancora state definite all’inizio del suo sviluppo: tra queste c’era il sistema di aumento di livello. Al suo posto, per cercare di avvicinare i campioni alle loro incarnazioni in LoL, avevamo pensato a delle abilità da aggiungere al mazzo quando venivano inseriti.

“A un certo punto Darius era un 5|5 di costo 5, e quando attaccava infliggeva 1 danno a tutti i nemici non impegnati in combattimento”, afferma UNCONKABLE. “Volevamo dargli qualcosa che rappresentasse l’idea di ‘punire i deboli’ da affiancare alla sua fantasia di colosso oppressivo. Inoltre, poteva contare sull’incantesimo Ghigliottina di Noxus, che uccide un’unità ferita e permette di continuare a massacrare. Erano davvero un’ottima combinazione.”

Poi i giocatori di Darius in Riot hanno potuto mettere le mani sulla loro adorata montagna di muscoli e hanno fornito un feedback assolutamente devastante.

“Tutti hanno detto che quel minuscolo danno ad area era più adatto a Katarina che a Darius”, afferma UNCONKABLE. “Ho provato a dire loro che sarebbero stati aggiunti effetti grafici di sanguinamento, ma non c’è stato modo di convincerli. Ricordo che uno di loro mi ha detto ‘No! Io gioco con Darius perché mi piace usare un’ascia gigante!'”

E così quella versione dell’uomo con l’ascia gigante è stata cestinata.

La versione successiva di Darius si concentrava maggiormente sulla meccanica di azzeramento della ricarica della suprema che vantava in LoL: quando il Nexus nemico scende a 10 o meno Salute, diventa un 10|5 con Sopraffare, imitando il suo potenziamento sulla Landa.

12_Noxian_Guillotine.jpg

“È stato in quel periodo che abbiamo iniziato a valutare una meccanica di aumento di livello per i campioni”, spiega Riot Dovagedys. “Shawn ‘smnoshoes’ Main e James ‘Bokurp’ Hata avevano proposto l’idea, presentando Darius come primo esempio. Era un concetto molto elegante. Una volta salito di livello, diventava un mostro in grado di distruggere tutto. Era come vederlo raggiungere il livello 6 in LoL.”

“L’animazione di aumento di livello di Darius è stata la prima che abbiamo completato”, aggiunge l’ingegnere senior del software Patrick “Riot Crowtaro” Conaboy. “All’inizio non mi piaceva l’idea di riprodurre una scena all’interno di una partita, poi l’ho visto scagliare l’ascia contro lo schermo e mi sono dovuto ricredere. Era molto emozionante e rendeva il gioco decisamente più dinamico.”

La nuova meccanica apriva a una maggiore profondità anche per i team narrativi e artistici.

“Gli autori di LoR lavorano molto sulla descrizione di questa scena: qual è il momento che esprime appieno la meccanica? Cosa prova il personaggio in quell’istante? Dopo aver stabilito queste cose, giriamo il tutto agli illustratori”, spiega Melell.

L’aumento di livello dei campioni ha reso più facile raccontare una storia.

13_Darius_Leveled.jpg“Cerchiamo di dare a ognuno un momento di calma prima dell’azione sfrenata”, continua Melell. “Vogliamo che le carte siano come una storia, in grado di far sentire ai giocatori che stanno vivendo un momento nella vita di quei personaggi.”

Questi suggerimenti artistici non sono però l’unico modo in cui il team narrativo può rendere più “vive” le carte.

long-divider.png

Garen, l’inguaribile romantico

14_Garen.jpgLa progettazione delle meccaniche della potenza di Demacia è stata piuttosto lineare. Sa proteggere, sa attaccare, ma… come sa interagire? Chi è Garen Crownguard (a parte uno che grida continuamente “DEMACIAAAAA” a squarciagola)?

“Sapevamo da molto tempo che dovevamo andare oltre il doppiaggio tradizionale. È presente in altri giochi di carte e anche in League of Legends, ma noi volevamo definire meglio i nostri personaggi, soprattutto i campioni”, dice Melell. “In LoL ci sono tantissime interazioni, ma non se ne sentono spesso in partita. Bisogna avvicinarsi molto per attivarle, e spesso è difficile sentirle in mezzo a tutti gli effetti sonori di gioco.”

Ma come sarebbe Garen a una festa? Come cambia il suo tono quando parla con sua zia rispetto a quando si punzecchia con Katarina? Per scoprirlo dovrete giocarli insieme.

15_Garen_Leveled.jpg long-divider.png

Katarina, la tritacarne

16_Katarina.jpgKatarina rientra nell’insieme “veloce in un gioco di carte” nel quale abbiamo già trovato Hecarim ma, diversamente da lui, ha richiesto molto più lavoro. Non è stato affatto facile traslare dalla Landa al mazzo un’assassina agilissima con un kit costruito sulla mobilità estrema.

“Durante i primi studi delle carte, giocavamo usando fogli di carta per poter fare modifiche più rapidamente”, svela UNCONKABLE. “Dovevamo chiedere ai tester di immaginare tutto, dalle animazioni agli effetti sonori passando per le illustrazioni. In quel momento era molto difficile avere un buon feedback sulle carte, visto che buona parte del gioco si basava su elementi che avremmo aggiunto in seguito.”

Prima di ottenere il suo stile definitivo (colpo rapido e ritorno in mano), Katarina ha avuto una versione decisamente sbagliata: quella del tritacarne.

Ogni volta che il giocatore risolveva un incantesimo, Katarina infliggeva 1 danno a tutte le unità in combattimento. Il mazzo quindi era composta da Katarina, un mucchio di Sfidanti e più incantesimi possibile. Tuttavia, il team si è reso conto quasi subito che quella versione di Katarina non era all’altezza. Era il momento di provare qualcos’altro, concentrandosi sul suo Loto mortale.

17_Blade_s_Edge.jpg “Abbiamo dato a Katarina le sue daghe letali, e ogni volta che ne risolveva una ne mischiava altre due nel mazzo. Teoricamente doveva rappresentare una pioggia di lame che travolgeva il nemico, ma in realtà nessuno giocava tutte le lame contemporaneamente”, ricorda UNCONKABLE.

Questa capacità richiedeva di dover premere “OK” ogni volta che qualcuno giocava quella carta, quindi se l’avversario ne giocava 10 il giocatore era costretto ad accettare lentamente la sua inevitabile sconfitta.

“Quella versione è durata circa un giorno, poi Alexz ‘Careless Whisper’ Lee, uno degli altri progettisti, è venuto alla mia scrivania e mi ha detto ‘È stata letteralmente l’esperienza più brutta della mia vita. Se la lasci così io ti ammazzo'”, dice ridendo UNCONKABLE. “Il punto è che bisogna provare tante cose diverse. Gli altri vi diranno subito se si sono divertiti oppure no.”

18_Katarina_Leveled.pngMa da dove si può iniziare se un campione ha sei (o sette?) abilità fra cui scegliere?

long-divider.png

Karma, la donna drago?

19_Karma.jpgKarma ha un posto speciale in LoL. È un supporto che fornisce scudi robusti ai suoi alleati… e schiaccia i nemici con una velocità tremenda, bloccandoli e facendoli saltare in aria con spaventose raffiche di danni. Come riportare tutto questo in un’unica carta?

20_Scaled_Snapper.jpg
“Abbiamo sfruttato la creazione di Karma come un motivo per esplorare più a fondo Ionia e darle un’identità definita”, spiega Melell. “La stessa Karma è un’incarnazione di Ionia, quindi volevamo esprimere la natura che la caratterizza attraverso i suoi seguaci.”

Prima di addentrarci nella tumultuosa storia della creazione di Karma, è necessario rimarcare alcune delle differenze principali tra LoL e LoR. In LoL, molte delle caratteristiche fondamentali dei campioni (spesso rappresentate dalle supreme) sono abilità ad area o di controllo (stordimento, lancio ecc.), difficili da rappresentare in un gioco di carte. Purtroppo, gran parte del kit di Karma si basa su caratteristiche di questo genere.

Il problema successivo è Fuoco interiore, la sua Q potenziata dai Mantra. Se ve la siete mai trovata davanti in corsia, sapete che può infliggere una quantità di danni incredibile. In LoR, però, il team ha voluto in genere riservare i danni elevati ai campioni più tematicamente adatti, preferendo esprimerli attraverso cose come il Super mega razzo della morte di Jinx.

Quindi rimanevano le barriere. Fantastico. OK. Ionia è una regione che ADORA le barriere. C’era solo un piccolissimo problema: Shen.

21_Shen_Leveled.png“Mentre lavoravamo su Karma, sapevamo già di voler inserire nel gioco anche Shen e la sua abilità più famosa, la suprema Uniti nelle difficoltà”, spiega UNCONKABLE. “In quel momento Shen era letteralmente rappresentato dalla sua suprema. Era solo una carta incantesimo. Quindi non potevamo dare a Karma quegli scudi, o avrebbe influenzato negativamente Shen.”

“Abbiamo pensato di guardare al suo passato e abbiamo trovato un racconto in cui respingeva un assalto noxiano evocando gli spiriti di due draghi, che in pratica rappresentano il Mantra”, prosegue UNCONKABLE. “Abbiamo pensato che fosse fantastico, quindi abbiamo creato una sua versione in grado di evocare due draghi, ma… nessuno ha capito cosa volevamo fare. Tutti hanno detto che sembrava di giocare una Annie in grado di evocare due Tibbers.”

È stato allora che il Game Designer Noah “Riot Defaultchar” Selzer ha consigliato di valutare la sua tematica di “illuminata”. Il team ha apprezzato molto l’idea, e anche i giocatori (diversamente dalla sua versione “signora dei draghi”).

22_Karma_Leveled.pngA volte però capita che i progettisti siano già certi del design da utilizzare, ma non abbiano il campione giusto da assegnargli.

long-divider.png

Fiora, la condizione di vittoria

23_Fiora.png“Sono un grande appassionato di Yu-Gi-Oh!”, rivela UNCONKABLE. “Come progettista capo del primo set di carte di LoR, avevo già deciso di inserire nel gioco una nostra versione di Exodia. Inizialmente volevo che fosse Heimerdinger a sfruttare questa condizione di vittoria alternativa, ma poi Andrew ‘Riot Umbrage’ Yip, il direttore del design di LoR, ha avuto una grande idea per fare in modo che fosse Fiora a poter vincere la partita combattendo, ed era assolutamente fantastica.”

In omaggio al suo stile da “pentakill casuale” in LoL, per attivare la meccanica “Vinco io” della sua versione originale in LoR Fiora doveva uccidere quattro unità. C’era solo un piccolissimo problema: a volte non si vinceva davvero.

“Inizialmente la carta infliggeva 99 danni al Nexus nemico”, spiega Riot Dovagedys. “Non avevamo ancora una meccanica che facesse vincere automaticamente la partita, quindi dovevamo usare i danni, e questo significava che esisteva un modo per non perdere.”

In quel periodo era possibile applicare barriere direttamente al Nexus, cosa che è accaduta proprio durante uno degli incontri di prova di Fiora. La conseguenza è stata che gli ingegneri del software hanno dovuto fornire a Fiora una tecnologia specifica per far sì che nessun altro si ritrovasse a non poter vincere sfruttando la sua condizione di vittoria alternativa.

24_Fiora_Leveled.pngDal punto di vista dell’ingegneria, però, Fiora è stata una passeggiata rispetto a…

long-divider.png

Teemo, l’incubo ingegneristico

25_Teemo.pngTeemo è un campione… controverso. Alcuni lo odiano perché è un pazzo sadico e contorto, altri lo amano perché sono pazzi, sadici e contorti quanto lui. In ogni caso, Teemo ha sicuramente migliorato il gioco.

“Nella sua versione iniziale, Teemo inseriva un paio di funghi nel mazzo avversario ogni volta che attaccava ma, diversamente da adesso, quei funghi infliggevano due o tre danni ciascuno. Ogni colpo faceva un male cane”, afferma UNCONKABLE, “e molti membri del team non lo ritenevano appropriato.”

È stato allora che Riot DefaultChar ha proposto di rendere Teemo un’unità 1|1 con Elusione che non si limitava a inserire funghi nel mazzo avversario, ma li raddoppiava. Trasformandolo in un campione a basso costo, poteva essere giocato subito e iniziare a coltivare il suo orticello. La capacità di raddoppiare continuamente i funghi, poi, era fantastica. Niente dà la sensazione di prendere a schiaffi un avversario come riempirlo di funghi spammando l’emote di Braum.

Anche stavolta, però, c’era un piccolo problema: Teemo aveva distrutto il gioco.

“Nell’ingegneria del software, man mano che si procede con lo sviluppo si realizzano strumenti da usare in seguito”, spiega Riot Crowtaro, “ma dato che eravamo ancora all’inizio la nostra cassetta degli attrezzi non era ancora ben fornita. Di conseguenza, per risolvere problemi particolari come i funghi di Teemo che facevano letteralmente crollare i server, a volte è necessario prendere gli strumenti esistenti e adattarli ai propri scopi. Immaginate di dover piantare un chiodo ma di avere a disposizione solo una sega: la cosa più semplice da fare è prendere la sega e usare l’impugnatura come un martello.”

Inizialmente Teemo inseriva nel mazzo avversario delle vere e proprie carte fungo, e nella sua versione iniziale in cui si limitava a uno o due alla volta questo non era un problema. Tuttavia, la nuova meccanica di raddoppio di Riot DefaultChar faceva sì che nel mazzo potessero apparire migliaia di funghi invece di una quarantina.

26_Mushroom_Burst.png Non solo: le carte che ne potenziavano altre nel mazzo con i +1|+1, per esempio, richiedevano al sistema di dover analizzare tutte le carte fungo per assicurarsi che non ricevessero il buff. In questo caso, la differenza tra 40 e 40.000 si faceva sentire.

Al di là del problema ingegneristico, le singole carte fungo erano anche spiacevoli durante il gioco: ogni volta che se ne pescava una, bisognava guardare tutta l’animazione. Nei casi più estremi questo significava dover guardare la stessa animazione centinaia di volte sapendo di essere già morti.

“Così abbiamo fatto qualche modifica al gioco. Da un punto di vista ingegneristico, abbiamo fatto in modo che i funghi si attaccassero ad altre carte, invece di essere delle carte”, continua Riot Crowtaro, “e abbiamo sostituito le singole animazioni di esplosione dei funghi con un’animazione brevissima che avanzava molto più rapidamente quando si pescavano dei funghi. Inoltre, abbiamo cambiato il sistema delle animazioni in modo che potessero sovrapporsi.”

“Anche di recente abbiamo modificato il modo in cui calcolavamo il raddoppio dei funghi”, aggiunge Melell. “Abbiamo dovuto provare diversi metodi per calcolare il numero di funghi su ciascuna carta a causa delle quantità assurde che alcuni inserivano nei propri mazzi e che finiva per rallentare considerevolmente il gioco.”

“Sì, ora facciamo dei calcoli per determinare quanti funghi verranno applicati su ciascuna carta e li applichiamo tutti in una volta, invece di inserirli uno per uno”, spiega Riot Crowtaro. “In pratica, se avete 20.000 funghi nel mazzo e dovete raddoppiarli, ora non è più necessario aggiungerli uno per uno.”

In breve: i giocatori che si ostinavano a forzare e piegare le regole hanno costretto il team a cambiare più volte il metodo di calcolo dei funghi. Complimenti, quindi. Eravate quasi riusciti a far esplodere LoR. Invece Teemo ha fatto qualcosa di buono, per una volta.

“Sono passati anni da questi episodi, e ora abbiamo un codice base molto più maturo”, afferma Riot Crowtaro. “Possiamo fare cose molto più incredibili senza doverci arrampicare sugli specchi, e grazie a Teemo in futuro potremo fare ancora di più.”

27_Poison_Puffcap.png

Teemo però non è stato l’unico yordle a intrufolarsi in LoR.

long-divider.png

Heimerdinger, il cervellone con le torrette

28_Heimerdinger.png“Progettare Heimerdinger è stato molto divertente”, ammette UNCONKABLE. “In una delle sue prime versioni era in grado di costruire una torretta che diventava sempre più grande e pazzesca. Dato che era molto interessante, Riot Umbrage ha voluto sfruttare maggiormente la sua identità di folle inventore, facendo in modo che ogni volta che si lanciava un incantesimo Heimer potesse generare torrette alimentate dal mana.”

Quindi Heimerdinger può creare un sacco di torrette. Ma cosa vuole farci esattamente? Qual è il culmine del suo genio? Qual è la sua opera magna?

30_T-Hex.png“Un giorno sono entrato in ufficio e ho visto che qualcuno aveva stampato e attaccato al muro delle illustrazioni, e tra quelle c’era il T-Hex”, dice ridendo UNCONKABLE. “Ho pensato subito che doveva diventare una carta. Poi qualcuno mi ha ricordato che su Runeterra non esistono i dinosauri.”

“Quel qualcuno ero io!” interviene GiantArtist.

“Invece esistono! Vero, Melell?” chiede UNCONKABLE.

“Tutte le carte e tutti i ‘pezzi’ con cui i giocatori interagiscono esistono”, afferma ridendo Melell. “Il modo in cui vengono usati e in cui eventualmente si incontrano viene stabilito solo dai giocatori.”

“Spero solo che i giocatori pensino che gli abbiamo reso giustizia”, aggiunge UNCONKABLE. “Mi auguro che i giocatori di Heimerdinger sentano di poter fare giocate cervellotiche con il loro cervellone preferito.”

29_Heimerdinger_Leveled.png long-divider.png

Lux, la maga demaciana che-non-sta-solo-attraversando-una-fase-e-il-suo-posto-non-è-qui

31_Lux.png“Uno dei nostri obiettivi è fare in modo che ciascun campione abbia un mazzo in cui funzionare perfettamente”, afferma Riot Dovagedys, “ma per qualche tempo Lux ha infranto questa regola. Poteva contare su una Scintilla finale che infliggeva 10 danni e costava 0 mana.”

“Sì, l’idea originale era quella di metterla in coppia con Heimer in un mazzo pieno di incantesimi”, aggiunge UNCONKABLE.

Tuttavia, Heimer è di Piltover e Lux viene da Demacia. Gli incantesimi non sono certo un problema a Piltover, ma il fatto che a Demacia, al momento, i maghi non sono molto ben visti crea qualche problema per Lux.

“Era tematicamente difficile da posizionare”, aggiunge Melell. “La sua stessa identità prevede che il suo posto non sia a Demacia, ma come potevamo rispettare questa particolarità rendendola allo stesso tempo in linea con le carte di quella regione? Dovevamo approfondire la relazione fra Lux e Demacia, e direi che i Cercatori i magia ci hanno fornito la risposta.”

32_Mageseeker_Investigator.pngIl lavoro del team su Lux e i Cercatori di magia per LoR ha anche attirato l’attenzione di altri ambienti di Riot.

“Mentre pensavamo a una storia per questi personaggi, qualcuno ci ha fatto notare che sarebbe stato fantastico fare un fumetto su Lux“, ricorda Melell. “Il fumetto che racconta la storia dei Cercatori di magia è uscito prima ancora dell’annuncio di LoR. È sempre bello vedere la costruzione di un universo diramarsi attraverso più supporti.”

33_Lux_Leveled.pngE cosa pensereste se vi dicessimo che Lux e Draven hanno molte più cose in comune di quanto sembri?

long-divider.png

Draven, il simpaticone sboccato

34_.pngNoxus è una società ipermilitaristica. A un primo sguardo è facile confonderla con una regione piena di fanatici cupi e brutali, davanti a campioni come Swain, Darius e Katarina… E poi c’è Draven, un chiassoso chiacchierone con un ego enorme.

“Con Draven abbiamo passato problemi simili a quelli visti con Lux”, afferma Melell. “Non era adatto a Noxus. È un tipo esagerato che adora divertirsi, quindi è molto fuori luogo. Così abbiamo provato a osservare le persone di cui si circonda, e abbiamo scoperto i Gladiatori.”

35_Kato.pngTuttavia, introdurre una banda di rumorosi lottatori con l’anima da wrestler non è stato l’unico modo in cui il team è riuscito a trasmettere il particolare… fascino di Draven.

“Nel gioco ci sono dei momenti fantastici in cui possiamo farvi sentire davvero a Runeterra e non sulla Landa degli evocatori”, afferma Riot Dovagedys. “Adoro quando un giocatore mette in campo Teemo e il Draven dell’avversario esclama ‘Cosa c**** sei?!?'”

“Ehi, ehi! C’è un bip! Non sappiamo cosa dica davvero”, interviene Melell. “Bisognerebbe chiedere a Conor ‘FizzNChips’ Sheehy come ha scritto la battuta originale.”

“Va bene, va bene. Almeno siamo sicuri che inizia con la C”, dice ridendo Riot Dovagedys. “Resta comunque la mia battuta preferita, perché sono certo che Draven reagirebbe davvero così vedendo Teemo. È perfetta! E tutti quanti possono testimoniare che ogni giorno urlo le battute dei nostri doppiaggi. Beh, tutti tranne Greg, visto che è lontano dalla mia postazione.”

“Invece ti sento”, risponde ridendo GiantArtist, “visto che urli.”

“Il punto è che il doppiaggio dà vita a questi campioni, e penso che sia fantastico poter vedere e sentire tutto questo”, chiarisce Riot Dovagedys.

36_Draven_Leveled.png long-divider.png

[Nome campione], il/la ???

“Credo che ognuno dei campioni abbia una storia assurda. All’inizio ci limitavamo a provare tante cose diverse, ma lo scopo finale era sempre assicurarci che piacesse ai giocatori e che superasse qualsiasi loro aspettativa”, afferma UNCONKABLE. “Sono fiero del lavoro di tutti quanti e mi auguro che i giocatori pensino che abbiamo reso giustizia ai loro beniamini. Non vedo l’ora di scoprire cosa penseranno dei prossimi set.”

Anche se non siamo riusciti a condividere con voi le storie dello sviluppo di ogni singolo campione, vi assicuriamo che ognuno di loro ha offerto sfide e aneddoti particolari. Siamo ansiosi di conoscere il vostro parere sui campioni del nuovo set, e speriamo di potervi raccontare anche le loro storie in futuro.

Articoli correlati

C0lonnello vince la Lega dei Novizi e diventa generale. Ecco i nuovi gironi della Lega degli Sfidanti

C0lonnello vince la Lega dei Novizi e diventa generale. Ecco i nuovi gironi della Lega degli Sfidanti

Profilo di Victor
 WhatsApp

Battendo FlyingV per 2-1 C0lonnello vince la Lega dei Novizi di Legends of Runeterra, seguito da FlyingV e da Urugen. Tutti e 3 questi giocatori si sono guadagnati il podio, anche se, la vera sorpresa, è stato Sterain, che è riuscito ad arrivare in top 4 facendosi tutti i turni di coppa e battendo giocatori di categorie molto alte.

Qua sotto, oltre a trovare il riassunto della finale, troverete anche la distribuzione dei gironi della II stagione della Lega degli Sfidanti di Legends of Runeterra. Per quanto riguarda la Lega dei Novizi i gironi saranno pubblicati nei prossimi giorni. Vi ricordo infine che la fase a gironi si concluderà il 17 luglio, mentre la fase ad eliminazione diretta (che decreterà il vincitore) comincerà dopo una pausa estiva il 25 agosto.

Prima di proseguire voglio ricordarvi che, se volete essere sempre aggiornati sui miei articoli, potete seguirmi su facebook o instagram.

Se volete fare qualche partita troverete sicuramente qualcuno sul server discord, mentre, se volete pubblicare dei post, c’è il gruppo facebook.

C0lonnello vince la Lega dei Novizi e diventa generale. Ecco i nuovi gironi della Lega degli Sfidanti

Da Colonnello a Generale è un attimo, il volo di FlyingV per l’oro si ferma.

L’ultima battaglia, vincerla significa vincere la guerra, ma l’avversario è uno dei più agguerriti: FlyingV. Per batterlo il C0lonnello arruola Heimerdinger Jayce, Annie Ezreal ed Elise Viego Katarina (Bannato). FlyingV prova a prendere il volo con Bard Illaoi, Nasus Thresh e Maokai Nautilus (Bannato).

Parte il primo match: Annie Ezreal affronta Nasus Thresh. C0lonnelo sceglie fin da subito i bersagli giusti da bersagliare con il fuoco di Annie e Ezreal e, nel giro giro di pochi turni, Nauss e Thresh sono arsi vivi assieme al loro nexus.

Nel secondo round Thresh Nasus cerca la rivalsa, andando contro Heimerdinger Jayce. Qui le Isole Ombra e Shurima riescono ad avere la meglio sui propri avversari e la tecnologia di Piltover sembra totalmente inutile. Alla fine è Nasus a sfondare le difese piltoviane e a distruggere il nexus nemico.

Ultimo match, questo deciderà il vincitore di tutta la competizione. Heimerdinger Jayce VS Illaoi Bard. I tentacoli di Illaoi provano subito a distruggere le tecnologie piltoviane grazie alle campanelle di Bard, ma queste reggono e le torrette di Heimerdinger permettono al C0lonnello di portare a casa la vittoria.

I nuovi gironi della Lega degli Sfidanti

Qua sotto vi lascerò i nuovi gironi della Lega degli Sfidanti. Saranno poi pubblicati su Discord prima di lunedì, mentre i nuovi gironi della Lega dei novizi verranno caricati non oltre lunedì. Il calendario del torneo sarà reso noto nei prossimi giorni.

Girone A
SLY
Masquerade
NAFTA
Valium

 

Girone B
Sam
XIFE
Saverio
Kirin

 

Girone C
Fantaprovolo
DocZechiel
TripleL
C0lonnello

 

Girone D
FlyingV
Urugen
Sterain
Cris

 

Girone E
Rafdilore
Saropatzi
RamF
F3nrir

 

Girone F
IlMagoFrollino
Victor
PietroN24
Dimmi09

 

Girone G
Arcasof JR
Genesis

 

Ecco quali saranno i nerf e i buff della prossima patch di Legends of Runeterra

Ecco quali saranno i nerf e i buff della prossima patch di Legends of Runeterra

Profilo di Victor
 WhatsApp

Poco fa abbiamo saputo, direttamente dagli account ufficiali Riot, quali saranno i nerf e i buff della prossima patch di Legends of Runeterra. Infatti, tramite un’immagine, possiamo sapere quali carte verranno toccate durante il prossimo bilanciamento. Tra questi troviamo alcuni campioni come Hecarim, Kalista, Irelia e Shen assieme a molti altre carte.

Ora mai mancano solo 4 giorni alla patch di bilanciamento e, onestamente, sono molto curioso di vedere quali saranno i bilanciamenti che la Riot effettuerà su Legends of Runeterra. Vi lascio quindi qua sotto l’immagine che fa vedere quali saranno i nerf e i buff.

Prima di proseguire voglio ricordarvi che, se volete essere sempre aggiornati sui miei articoli, potete seguirmi su facebook o instagram.

Se volete fare qualche partita troverete sicuramente qualcuno sul server discord, mentre, se volete pubblicare dei post, c’è il gruppo facebook.

Ecco quali saranno i nerf e i buff della prossima patch di Legends of Runeterra

Ecco qui l’immagine dei buff e nerf

Image

Oltre ai campioni sopra citati ci sono alcuni buff interessanti, come al Custode Logoro o a Crolla. Dando invece un’occhiata ai nerf si nota subito come Lissandra Taliyah sia stato preso di mira assieme a quella che sono, attualmente, le carte più forti di Demacia e Noxus.

E voi cosa ne pensate? Come verranno fatti secondo voi i bilanciamenti? Fatecelo sapere sui nostri social. Noi ci vediamo domani con un nuovo articolo.

Ordalia del 24/06/2022: che formazione portare?

Ordalia del 24/06/2022: che formazione portare?

Profilo di Victor
 WhatsApp

Oggi parleremo dell’Ordalia del 24/06/2022 di Legends of Runeterra e vi consiglierò alcune formazioni da portare. Creare una formazione per un torneo non è semplice come giocare una partita classificata.

Quando si pensa a una formazione è necessario chiedersi quale deve essere il suo obbiettivo: giocare attorno a un mazzo più potente degli altri? Bannare o neutralizzare un altro mazzo?

Prima di proseguire voglio ricordarvi che, se volete essere sempre aggiornati sui miei articoli, potete seguirmi su facebook o instagram.

Se volete fare qualche partita troverete sicuramente qualcuno sul server discord, mentre, se volete pubblicare dei post, c’è il gruppo facebook.

Ordalia del 24/06/2022: che formazione portare?

Top del meta

Mazzi: Lissandra Taliya, Bard Jarvan IV Poppy, Pantheon Yuumi

Ban consigliati: Pantheon Yuumi, Bard Jarvan IV Poppy

Mettere insieme i 3 mazzi più forti del momento è sempre una buona idea per ottenere la gloria suprema. Visto il momento potete anche sostituire Lissandra Taliyah (che sicuramente sarà molto bersagliato dalle altre formazioni) con Jarvan IV Illaoi Twisted Fate. Ma anche qualsiasi altro deck della meta tier list andrà benissimo.

Ban Lissandra Taliyah 

Mazzi: Nami Twisted Fate (SI), Heimerdinger Jayce, Aphelios Vi Zoe

Ban consigliati: Lissandra Taliyah, Bard Jarvan IV Poppy, Nami Teisted Fate (SI)

I tre mazzi presenti in questa formazione sono tutti ottimi, ma hanno un problema: hanno un pessimo match up contro Lissandra Taliyah. Quindi, l’obbiettivo di questa line up, è di bannarlo a prescindere. Inoltre, nel caso in cui non doveste incontrarlo, la formazione funzionerà benissimo e ottenere la gloria suprema non sarà così complesso.

Anti Lissandra Taliyah 

Mazzi: Bard Jarvan IV Poppy, Annie Jhin, Elise Katarina Viego

Ban consigliati: Bard Jarvan IV Poppy, Heimerdinger Jayce

L’esatto opposto della formazione precedente: anziché bannare a prescindere Lissandra Taliyah lo distruggiamo. Questa line up funzionerà molto bene nel caso in cui troviamo il nostro bersaglio, ma riuscirà a farsi valere anche se non dovessimo affrontarlo.

Anti Demacia 

Mazzi: Caitlyn Ezreal, Elise Katarina Viego, Jayce Lux

Ban consigliati: Lissandra Taliyah, Heimerdinger Jayce, Nami Twisted Fate (SI)

Demacia è la regione più forte è più giocata, nella nostra formazione top del meta trovate ben 2 deck che vi appartengono. Giocando questa line up batterete la regione con facilità avendo quindi buone possibilità di portare a casa la gloria suprema.

Ban Demacia

Mazzi: Lissandra Taliyah, Fizz Riven, Maokai Nautilus

Ban consigliati: Pantheon Yuumi, Lissandra Taliyah, Bard Jarvan IV Poppy

Questa formazione è studiata per fare 2 cose: avere una grande debolezza contro Demacia (se la trovate bannatela automaticamente) e sconfiggere facilmente i control. Line up non facile da pilotare, ma che può comunque dare i suoi risultati.