Guida Introduttiva a League of Legends

Introduzione

League of Legends è un MOBA, ovvero un Multiplayer Online Battle Arena realizzato dalla Riot Games. E’ un gioco esclusivamente online, gratuito, nel quale si gioca (solitamente) 5vs5.
Lo scopo del gioco è distruggere una ad una parte delle strutture avversarie sulla mappa in modo da raggiungere il centro della base nemica, il Nexus.
La distruzione del Nexus avversario porterà alla vittoria della propria squadra.

Le partite hanno una durata variabile, ma solitamente la durata media varia dai 30 ai 45 minuti. League of Legends è un gioco estremamente skill dependend, ma nel quale la cooperazione ed il gioco di squadra sono essenziali per assicurarsi la vittoria.

La Mappa

Nella modalità più giocata si utilizza la mappa Summoner’s Rift, una mappa per il 5vs5 di forma quadrata.
La mappa è composta principalmente da 4 tipologie di zone:

  • le lane
  • la jungla
  • il fiume
  • le due basi

summoner rift mappa

Le lane sono i tre percorsi lungo i quali si possono trovare le torri, che portano da una base all’altra. Si dicono “Top lane” (lane in alto), “Mid lane” (lane centrale), “Bot lane” (lane in basso). Le Torri sono delle strutture difensive che attaccano in automatico il nemico più vicino, targettando i minion per primi ed i champion avversari in caso quest’ultimi danneggino i champion vicino alla torre. Il danno della torre sui champion aumenta ogni colpo consecutivo che mette a segno. Le torri non possono essere ricostruite, ne riparate (le torri di protezione del nexus se danneggiate recuperano vita autonomamente).

La jungla è una zona della mappa contenuta tra le varie lane e suddivisa a metà dal fiume. La jungle contiene mostri neutrali che è possibile uccidere per ottenere Gold, esperienza e piccoli buff, mentre Buff più importanti sono:

  •  Blue buff: cooldown reduction e mana regen aumentati per chi detiene la buff
  •  Red buff: chi detiene la buff attraverso l’auto attack infligge un danno bonus true damage overtime ed uno slow sul bersaglio.

Il fiume è una zona neutrale che divide in due la mappa, ed i territori di competenza dei due team. Contiene inoltre i due mostri più importanti del gioco:

  1. Il Drago: è il secondo mob più forte del gioco. Una volta ucciso fa guadagnare a tutta la squadra dei Gold.
  2. Il Baron Nashor: è il mob più forte della mappa, ed il più difficile da uccidere. Oltre a molti gold per l’intero team, il Baron Nashor conferisce una buff importante che da bonus AD, AP, mana regen e healt regen a tutti i membri della squadra in vita che l’hanno ucciso.

Le basi contengono i tre inhibitor (inibitori), il Nexus e cinque torri. La perdita di un inibitore comporta lo spawn di super minions avversari nella lane relativa. La perdita del Nexus comporta la perdita della partita.

Le tre fasi del gioco

In ogni fase del gioco è essenziale mantenere una buona visione sulla mappa.

Fase di Lane (Laning fase)

La fase di lane è la prima fase del gioco. Non ha una durata specifica in minuti (solitamente 10-20 min), ed il suo scopo è accumulare Gold uccidendo i minions (e, se ne si ha l’occasione, anche gli avversari) per iniziare a comprare gli item che servono al proprio Champion. In questa fase è importante ottenere quanti più lasthit (uccisioni di minion) possibile, e sfruttare i gank per uccidere gli avversari. Questa è la fase essenziale in cui chiamare gli SS (avvertire il proprio team che un avversario si è staccato dalla vostra ane). In questa fase hanno grande importanza il controllo sui buff della jungla, in quanto in uno scontro 1vs1 la loro presenza può fare la differenza.

Mid Game

Il mid game è la fase che segue la Laning fase. Generalmente inizia quando le prime torri vengono distrutte. Da quel momento in poi i champion di quella lane generalmente iniziando ad andare in roaming (non combattono più solo nella loro lane, ma aiutano le altre e questo fà si che le torri nemiche da questo momento in poi cadano molto più facilmente). In questa fase è molto importante il controllo del Drago (non dimenticandosi ovviamente dei Buff). Contestare il Drago, ed ucciderlo quando possibile è essenziale per avere un vantaggio di Gold sugli avversari.

End/Late Game

Il Late Game è la fase dei Team Fights, ovvero dei combattimenti 5vs5 che coinvolgono gli interi Team. Durante questa fase ci si sposta solitamente in gruppo, cercando di abbattere le torri e gli inibitori rimanenti fino a raggiungere il Nexus avversario e guadagnarsi la vittoria. In questa fase è importante il controllo dei Buff e del drago come nelle fasi precedenti, ma è ancora più importante il controllo del Baron, ovvero il mostro più potente della mappa che conferisce molta esperienza, Gold e un potente buff a tutto il team che lo elimina.

L’importanza del Gold

Ci sono solo due cose che portano alla vittoria di una partita su League of Legends (se i giocatori dei due team hanno skill individuale comparabile):

  •  il Gold
  •  il TeamWork

Il TeamWork è essenziale nelle fase di Mid Game e Late Game. Se i propri compagni di squadra non svolgono i propri ruoli in modo consono, la partita sarà facilmente persa. Il TeamWork lo si impara con l’esperienza, o semplicemente con il buon senso.

Il Gold è la risorsa essenziale di questo gioco. Ci sono due modi di “avere un champ più forte dell’avversario”, avere più livelli in gioco (ma prima o poi si raggiunge il cap del livello 18), oppure avere più Gold con il quale comprare item più forti e migliorare drasticamente le proprie statistiche. In team a livello alto, o semplicemente con skill equivalenti è la differenza di Gold a decidere le sorti della partita, quindi è importante utilizzare ogni secondo dei nostri match cercando di ottenere quanto più Gold possibile. Quando giocate a League Of Legends, tenete sempre a mente la frase “Il tempo è denaro”.

La maggiore fonte di Gold in questo gioco è costituita dai lasthit su minions, ed è per questo che molto spesso si passano i primi minuti di gioco in lane esclusivamente a lasthittare, ignorando l’avversario (o colpendolo se quest’ultimo si espone). Spesso cercare la kill in lane porta a distogliere l’attenzione dal lasthittare i minion, al morire o al dover recallare perchè si è persa molta vita (il che ci fa perdere molto tempo, il che corrisponde a molti lasthit e molti Gold).
In fase di lane quindi è importante concentrarsi sui lasthit, pokare i nemici (per abbassarli di vita ed obbligarli così a recallare e perdere i propri lasthit) quando si espongono e killare l’avversario quando si è sicuri di farcela.

Oltre ai minion esistono i mostri della jungla, se si gioca in lane dopo i primi livelli (in cui è necessario lasciarli al jungler) è possibile uccidere questi mostri per ottenere il loro Gold.

Altre fonti di Gold molto importante sono le torri avversarie, il drago, il Baron nashor e gli inibitori. Riuscire a portare a zero gli HP di uno di questi obbiettivi farà guadagnare Gold ad ogni singolo membro della squadra, il che è molto importante perchè permette di aiutare “economicamente” anche i nostri alleati che in fase di lane non sono riusciti ad ottenere il Gold necessario per comprare dei buoni item. L’abbattimento del drago quindi, (e quando possibile del Baron Nashor) è una cosa consigliabile ogni qualvolta se ne abbia la possibilità, in modo anche da evitare che siano i nemici ad ottenere il suo Gold. E’ importante ricordarsi che solo il lasthit porta il Gold, quindi si deve stare sempre attenti per possibili tentativi avversari di stealare il proprio obbiettivo.

Mentre distruggere gli inibitori è d’obbligo ogni qualvolta se ne ha l’opportunità, alle volte si evita di distruggere una torre avversaria, fintanto la sua presenza ci faccia comodo. Se la torre avversaria è presente infatti, si rimane in “fase di lane” e quindi si continua a lasthittare ed a guadagnare Gold. Molti champion infatti, per risultare efficaci richiedono molti item, e quindi molto Gold. Distruggendo la torre avversaria si guadagnano sì 150 di Gold a testa per tutti i membri della squadra, ma si perde anche la possibilità di farmare quasi la stess quantità di Gold ogni minuto. Una volta che si sono comprati gli item desiderati, distruggere quante più torri possibili è un buon metodo per ottenere più Gold in squadra.

Tips:

– Evitate di comprare item per poi rivenderli, questo vi fa solo sprecare Gold.
– Recallate il meno possibile, tempo = Gold ed exp, recallare vi fa perdere più di mezzo minuto.
– Se avete già molte kill, e state per ottenerne delle altre lasciatele ai vostri alleati. Ricordatevi che è un gioco di squadra, e che anche se siete feeddati può succedere spesso che il team avversario se ha un team work migliore vinca la partita (in team fight focussano te, e senza di te il tuo team perde l’elemento trainante morendo facilmente). Condividere il Gold permette a tutti i membri del team di essere efficaci in combattimento.
– Non ignorate gli assist, anche loro sono una fonte di Gold. Quando è possibile fate in modo che i vostri alleati lo ottengano prima che voi prendiate la kill (se vi spetta).
– Evitate di rimanere fermi allo spawn per aspettare più di 20-25 Gold

I ruoli, e la team composition

Nei team ogni champion ha un proprio ruolo e scopo all’interno della partita. In un match i giocatori del team si dividono zone di competenza della mappa:

  •  top laner: giocatore che presidia la zona top della mappa;
  •  mid laner: giocatore che presidia la zona mid della mappa;
  •  jungler: giocatore che presidia la propria jungla;
  •  duo bot: giocatori che presidiano la zona bot della mappa;

Ogni champion ha inoltre un proprio ruolo nel team (se avete giocato ad un MMORPG, il sinonimo è “classe”). In tutti i match la duo lane è composta da:

– un giocatore che svolge il ruolo di AD Carry, ovvero un champion ranged (che attacca dalla distanza), utilizzando prevalentemente l’attacco base e facendo danno fisico (AD). La sua funzione nei match è quella di danneggiare il team avversario in team fight, togliendo grosse porzioni di vita. L’AD Carry è quindi il damage dealer nel team ed è decisivo nella fase finale dei match per poterli vincere, per questo motivo è un ruolo essenziale e si dice “il carry”, ovvero la persona che “carria” (porta) il team nelle fasi finali della partita.

– il support, ovvero la spalla dell’AD Carry. Quest’ultimo è infatti, un ruolo così essenziale che nei match gli si dedica un secondo giocatore per guardagli le spalle e difenderlo. Il compito del support è quindi quello di permettere al proprio Carry di farmare quanti più Gold possibili (lasciandogli prendere tutte le kill e tutti i minions) in modo da aumentare il danno che il proprio team può infliggere.

Le altre tre lane possono essere composte da champion di diversi ruoli e diverse competenze, tra queste riconosciamo principalmente:

– l’AP Carry: il corrispettivo AP (magico) dell’AD Carry. E’ un champion che può assegnare enormi quantità di danno magico ai champion del team avversario in poco tempo. A differenza dell’AD carry, l’AP Carry carria il team nel mid game, perdendo solitamente d’efficacia (se non feeddato) nel late game (diversamente dall’AD Carry).

– il Bruiser: il bruiser è un champion che può essere AD o AP, si caratterizza spesso per sustain/cc/tankiness unito però ad un danno non trascurabile. Il loro compito è quello di proteggere i propri carry o portare scompiglio nelle fila del nemico.

– il Tank: un champion il cui ruolo è assorbire i danni che i champion nemici, le torri, o i mostri danno. E’ un elemento importante nei team in quanto in team fight è colui che deve difendere AP Carry e AD Carry, assorbendo danno ed intercettando debuffs quali stun e snare, in modo che quest’ultimi possano uccidere i champion avversari.

– l’Assassin: un champion il cui ruolo è uccidere i carry avversari. Caratteristica comune agli assassin è quella di poter muoversi velocemente per brevi tratti teletrasportandosi, scattando, saltando ecc.. E’ un dps dealer, quindi favorisce il danno alla difesa. Può essere sia AD che AP.

Team comp significa letteralmente “come comporre il team”, ovvero che champion scegliere per formare la squadra. Dal livello 1 fino al livello 25/30 è sufficiente conoscere le seguenti cose quando si parla di team comp:

  •  nel team deve esserci qualcuno specializzato nell’assorbire danni
  •  nel team deve esserci qualcuno specializzato del fare danni
  • uno stun è il minimo indispensabile, ma avere una buona quantità di CC aiuta nel raggiungere la vittoria
  •  mai avere più di 2 champion AP nel team (support escluso), o mai avere solo champion AD.

Ricordate che ogni champion ha una serie di propri counter (ovvero champion avversari che li possono abbattere facilmente). Questo fattore influisce spesso sul match, è quindi opportuno organizzare la partita e giocarla tenendolo a mente.

Team composition tips:

La team composition va realizzata nell’ottica delle team fights. E’ estremamente importante scegliere champion che lavorano bene tra di loro. Quando componete un team e vi chiedete di che tipo di champion avete bisogno fatevi le seguenti domande:

– chi nel team assorbirà il danno ed intercetterà i cc?

– chi nel team farà l’initiator delle team fight? (ovvero quel champ che quando desiderato permette di ingaggiare i nemici, es: Jarvan IV, Malphite, Amumu, Vi, Elise)

– il tuo team ha sufficiente focus? (ovvero l’abilità di raggiungere nel mezzo della fight e burstare velocemente gli obbiettivi primari del team avversario, ovvero i carry. Abilità tipica degli assassini)

– il tuo team punta all’early o al late game? (alcuni champion quali Renekton sono estremamente efficaci nei primi 25-30 minuti di match, mentre altri che inizialmente possono sembrare deboli quali Ryze e Nasus dopo i 45 minuti iniziano a far sentire i muscoli)

– il vostro team dispone di abbastanza protezioni per il vostro carry? (ricordate, se i vostri nemici abbattono il vostro carry ad inizio fight è molto probabile che la perderete)

Nel caso che il team avversario realizzi una team comp particolarmente tanky è consigliabile realizzare una team comp poke, in modo da abbassare la vita degli avversari harrassandoli per poi ingaggiare (ricordatevi che nel vostro team l’initiator ci deve essere SEMPRE) in un momento favorevole.

Nel caso che il team avversario disponga di una quantità spropositata di CC, favorire champion con molta mobility o escape.

L’importanza delle Ward

Le Ward sono gli item consumabili più importanti del gioco. Sono degli oggetti che si posizionano nella mappa, il cui scopo è dare Vision (eliminano la Fog Of War) permettendo di vedere i nemici non invisibili che ne transitano nelle vicinanze. Imparare a wardare la mappa, e quindi ad avere sempre una buona visione sulla posizione e sugli spostamento avversari è assolutamente essenziale per vincere un match.
La visione sulla mappa è così importante che oltre ad averla, spesso si cerca anche di toglierla agli avversari. A questo scopo esistono le Vision Ward.
La posizione in cui è necessario wardare la mappa variano a seconda delle fasi di gioco (Early, Mid o Late game), della posizione del fronte delle minion wave e di altri fattori.
In questa mappa troverete le indicazioni generali per posizionare le wards nelle prime fasi della partita, quella di laning. Con l’avanzare del game a seconda di come si sposta il baricentro del gioco, sceglierete se wardare maggiormante la vostra porzione o quella del nemico. Il colore delle ward nella mappa indica per quale squadra sono indicate

ward

Warding Tip:

– Posizionate le Ward sempre all’interno dei cespugli, questo vi permetterà di avere visione al loro interno ed evitare di essere gankati. Per essere sicuri che la Ward venga posizionata all’interno del bush assicurarsi che il puntatore sia divenuto di colore verde

Consigli Generali:

– Qualsiasi sia il tuo ruolo (AD carry escluso) warda SEMPRE la mappa. Avere una buona vision sulla mappa significa evitare i gank, poter stealare facilmente buffs/drago/baron e soprattutto ingaggiare team fights quando lo si desidera (ovvero nei momenti favorevoli).

– L’unica motivazione valida per un kill steal è quando chi lo effettua ha realmente bisogno di Gold (ad es: AD carry sotto farmato). Se abbondate di Gold mentre i vostri team mates patiscono la fame, lasciategli prendere la kill. Ricordatevi che è un gioco di squadra, e non di chi ha la build più scintillante.

– Imparate a giocare bene almeno 2 champion per lane. Se non sapete giocare neanche un support NON GIOCATE draft pick o match ranked. Esiste una possibilità su cinque ogni match che voi siate costretti a giocare quel ruolo.

Abbattere un obbiettivo spesso vale più di ottenere una kill. Se alla fine di una fight qualche nemico avversario riesce a fuggire non inseguitelo, sfruttate il tempo di morte del team avversario per abbattere quante più torri possibili.

– Se il tuo team sta vincendo facilmente sul team avversario non sprecate tempo a fare il Baron Nashor, anzi ignoratelo. Ucciderlo comporta la perdita di molto tempo (il che permette agli avversari di ripushare le loro lare), e crea la possibilità per il team avversario di stealarlo, guadagnando così Gold facile e togliendovi parte del vantaggio. Se invece state perdendo, e vi capita di vincere una fight distanti dagli obbiettivi avversari, assicuratevi dei tempi di respawn del team avversario, se avete abbastanza tempo correte immediatamente a prendere il Baron. Evitate di fare il drago/baron senza una pink ward.

– Mai sottovalutare il danno delle torri, meglio lasciar andare in base il nemico con pochissima vita che morirci per portare a casa una kill.

– Se sei un carry, ed ogni team fights vieni focussato ed ucciso, compra una Guardian Angel se sei AD, o uno Zhonya’s Hourglass se sei AP.

– Se hai perso la lane, sei sottofarmato e quindi in team fights non riesci a fare danni, ma invece muori ogni volta, ignora gli item danno e considera l’acquisto di item HP (a meno che tu non sia un carry). Resistere qualche secondo in più in team fight permetterà al vostro carry di avere più tempo per danneggiare ed uccidere i champion avversari .

Ora sapete tutti gli aspetti generali di LoL! Non vi rimane altro che scaricare il gioco.. ed iniziare a Pownare a più non posso!