Worlds 2021: Riot ci dice la sua sul meta del torneo

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

In un recente articolo pubblicato sul sito di League Of Legends, gli sviluppatori di Riot hanno voluto dirci la loro sul meta dei Worlds 2021. Sono state fatte diversi analisi, che hanno messo in luce la forza di alcuni campioni un po’ troppo dominanti.

Inoltre è stata lodata la diversità dei personaggi presenti in questo Mondiale, molto superiore rispetto alla solita media. Insomma, sembra che l’azienda sia abbastanza soddisfatta del proprio lavoro, ed è stata ampiamente ripagata in termini di spettatori.

Andiamo a vedere cosa hanno detto gli sviluppatori, leggendo le loro parole e tutti i dati che ci hanno fornito nel loro commento sul gameplay.

L’opinione di Riot sul meta dei Worlds 2021

La finale

“Domani è il gran giorno! La finale dei Mondiali 2021: MAKE/BREAK sarà uno scontro leggendario tra i Damwon Kia (LCK) e gli Edward Gaming (LPL). Quest’anno ci sono state tantissime sorprese: accesi spareggi, risultati inaspettati, bagni di sangue senza fine e scelte a sorpresa.

Con i riflettori puntati sulle finali (e la pre-stagione ancora in attesa sul PBE), il post di oggi sarà un po’ meno serio del solito. Ecco un po’ di dati su tutto ciò che è accaduto fino ad ora sul palco del torneo e alcuni commenti dei nostri team.”

Campioni troppo forti

“Uno dei nostri obiettivi per il bilanciamento dei Mondiali è che nessun campione venga scelto/bannato nel 100% delle partite. Nonostante i nerf delle patch 11.16 e 11.18, Lee Sin ci è andato vicino con il suo 97%, ma in generale, quest’anno nessun campione ha raggiunto il 100%.”

Diversità

“Un altro degli obiettivi di bilanciamento per i Mondiali è assicurare un’elevata diversità complessiva tra tutti i campioni. Consideriamo solo i campioni con una presenza di scelta/ban del 5% o superiore, e non quelli che compaiono solo una o due volte, per fare in modo che le scelte a sorpresa non falsino i dati finendo per sembrare opzioni valide per le squadre. Diamo uno sguardo ai risultati ottenuti prima dell’inizio delle finali:

Totale di campioni con una presenza del 5% o superiore: 62

Corsia superiore: 24

Giungla: 13

Corsia centrale: 16

ADC: 10

Supporto: 13

(Per fare un confronto, abbiamo visto 92 campioni scelti/bannati almeno una volta.)

Possiamo notare una grande diversità nel meta della corsia superiore, mentre altri ruoli riescono a stento a raggiungere il nostro obiettivo minimo. In particolare, gli ADC hanno solo 10 campioni diversi con una presenza del 5%. Gran parte di questo risultato è dovuto all’egemonia di Lucian e Miss Fortune, entrambi all’84%.

Eravamo contenti di vedere Lucian tornare in corsia inferiore dopo la 11.17, ma non siamo riusciti a raccogliere abbastanza dati sul livello di gioco professionistico da riuscire a bilanciarlo nel modo migliore per i suoi giocatori.

Miss Fortune non era presente nel gioco professionistico nel periodo precedente ai Mondiali, ma non abbiamo valutato correttamente la quantità di buff di cui aveva bisogno per diventare una scelta valida ed è diventata più potente del previsto.

Finora, ci siamo molto divertiti a vedere in che modo i giocatori professionisti hanno introdotto delle innovazioni nel loro stile di gioco durante i Mondiali. Quali sono i vostri commenti sul meta dei Mondiali?”

Le considerazioni del team sui Worlds 2021

Riot Blizz

“Anche se solo una delle nostre squadre ha superato i gironi ed è stata massacrata nei quarti, sono piuttosto fiero del Nord America. Tecnicamente, questo è stato l’anno più difficile, considerando che LCK e LPL hanno avuto piazzamenti aggiuntivi, eppure sia TL che 100T hanno ottenuto un risultato di 3-3 nei giorni, e i C9 sono arrivati allo spareggio in 3 partite. Ogni volta che c’è più competizione tra le regioni, il torneo è più divertente da guardare.”

RiotMadnessHeroo

“Mi fa piacere che siamo riusciti ad aggiungere un paio di assassini al meta della giungla con Talon e Qiyana. Anche Zed è stato giocato in un paio di partite durante le qualificazioni ed è stato bello vedere che nel torneo più importante dell’anno possano emergere delle scelte totalmente nuove, senza che siano troppo potenti nella coda in singolo.”

RiotPhlox

“Mi è piaciuto molto il costante scambio di scelte di supporto originali nello scontro tra DK e T1. Vedere Maokai e Zilean è stata una boccata d’aria fresca e ha ricordato a tutti che BeryL e Keria sono in gran forma e sempre pronti a cercare soluzioni innovative.

È stato fantastico vedere i DFM ottenere buoni risultati. È davvero emozionante assistere all’ascesa delle regioni più piccole. Anche gli spareggi all’ultimo sangue sono stati davvero intensi.” – RiotPhlox

HydroZenith

“Questo è stato uno dei Mondiali più emozionanti da seguire, con partite molto intense e tantissime rimonte. Credo che anche la diversità dei campioni sia stata interessante da osservare, in particolare nella giungla e nella corsia superiore. Spero che ora più giocatori scelgano Senna come campione per contrastare Yuumi (è efficace in corsia, può usare Chiamata del carnefice ed ha una buona scalabilità!)” 

Riot PhRoXzOn

“Le partite hanno avuto tutte dei ritmi frenetici e le storie dei giocatori e delle squadre sono state molto interessanti da seguire. In generale, abbiamo visto molti stili di gioco efficaci, con l’eccezione dei tank in corsia superiore e nella giungla.”(Nota del redattore: degli oggetti da tank nuovi e aggiornati sono in arrivo nella pre-stagione!)

Riot Petrie

“Le scelte a sorpresa sono sempre emozionanti, ma non capita tutti i giorni che un giocatore da corsia centrale (Cryin) faccia salire Annie sul palco dei Worlds 2021 e riesca a spaventare così tanto gli avversari da farla bannare nelle partite successive!”

Riot Truexy

“In molti erano scettici riguardo all’efficacia di Lucian come campione da corsia inferiore ai livelli di gioco più alti ed è stato ancora più interessante che abbia portato con sé degli incantatori, come Lulu e Nami.”


Worlds 2021: Riot ci dice la sua sul meta del torneo
Mario "Rios" Cristofalo

Sono un appassionato di videogiochi sin da quando ne ho memoria. La mia crescita è stata caratterizzata delle console Nintendo (grazie ai Pokèmon), e poi dall'esplosione di Xbox anche in Italia. Nel 2018, però, mi sono avvicinato al mondo di League Of Legends di cui mi sono perdutamente innamorato. Ad oggi mi occupo di LoL, ma anche di tutto ciò che è interessante nel mondo videoludico e tech in generale. Per info e collaborazioni: [email protected]

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701