Un paio di riflessioni sui Fnatic prima della sfida contro gli Origen

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Domani i Fnatic, andranno ad affrontare gli Origen e tenteranno di aggiudicarsi un posto nelle finale contro i G2. Prima della partita però, vorremmo ripercorrere il loro cammino durante lo spring split. Dopo un inizio disastroso di regular season, i ragazzi in arancione, sono riusciti a resettarsi ritornando ad essere una macchina da guerra. Nessuno li credeva capaci di un’impresa simile, ma sono comunque arrivati a giocarsi qualcosa d’importante. Comunque andrà, la loro stagione sarà ricordata per molto tempo.

Lo spring split dei Fnatic

Come già detto in precedenza, Rekkles e compagni hanno iniziato la stagione in maniera disastrosa. Gli addii di Caps, sOAZ e Dylan Falco avevano destabilizzato l’ambiente, niente funzionava più come prima. L’adattamento di Nemesis (e quello del team attorno a lui), non è stato immediato ed i Fnatic si sono trovati senza un paradigma di gioco.

La macchina inarrestabile del 2018, sembrava un ricordo sbiadito, ed ogni giocatore non performava al massimo delle sue possibilità. Il girone d’andata è stato un vero incubo che, per molto tempo, li ha visti occupare il penultimo posto della classifica.

Un cambiamento improvviso

Dopo queste prestazioni, il clima in casa Fnatic non era certamente dei migliori. Tutti gli addetti ai lavori parlavano già di fallimento, e molte delle colpe erano addossate sul povero Nemesis, incapace di colmare il vuoto lasciato da Caps.

Nel girone di ritorno, le cose sono cambiate molto. Il team inglese è stato capace di resettarsi mentalmente, ha trovato nuove strategie ed è finalmente riuscito a trovare la quadratura del cerchio attorno al nuovo midlaner. Tutti i membri della squadra hanno iniziato a performare, e sono stati in grado di vincere ogni match affrontato, mostrando un livello di gioco addirittura migliore della scorsa stagione.

Hanno chiuso uno scintillante girone di ritorno al terzo posto, scalando tutta la classifica dal fondo fino a quasi la vetta, riuscendo a strappare il pass per i playoff.

I Playoff dei Fnatic

Visti i risultati ottenuti durante la secondo parte di stagione, il playoff sembravano una pratica fin troppo semplice da chiudere. Nella serie contro il Team Vitality, la vita di Rekkles e compagni è stato forse fin troppo facile. La squadra francese non ha mai opposto resistenza, soverchiata e sopraffatta su tutti i fronti ha dovuto cedere il passo, senza poter dire una parola.

Le cose si sono fatte complicate nella serie contro gli Splyce. Infatti in ogni partita, i Fnatic non sono mai sembrati totalmente convincenti risultato spaesati e spesso superficiali. Hanno comunque vinto 3-1 ed hanno passato il turno, ma i dubbi sulla loro preparazione rimangono.

Previsioni per il match contro gli Origen

Fare delle previsioni su questa partita, è oltremodo difficile. Le due squadre hanno avuto dei percorsi simili (il percorso degli Origen sarà analizzato in un altro articolo), ma il team di xPeke è riuscito a svegliarsi prima. L’esito di questa serie è incerto, razionalmente ci verrebbe da dire che ci sia un buon 50% per entrambi. Il cuore però vorrebbe vedere la coronazione dell’impresa, vorrebbe vedere i Fnatic in finale, poi vittoriosi contro i fortissimi G2.