Umiltà e minimalismo le parole chiave di questa edizione di Lega Prima

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Dominio Team Forge anche in LEGA PRIMA

Con la vittoria per 3 a 0 contro i rivali degli Outplayed i Team Forge si confermano campioni di Lega Prima ed escono imbattuti dalla settimana di fuoco delle lan italiane. Infatti, dopo aver vinto la scorsa settimana il Red Bull Factions senza lasciare neanche un game agli avversari, capitan Click e compagni escono imbattuti anche da Lega Prima, confermando, ancora una volta, di essere la squadra da battere nella scena italiana di League of Legends.

Nonostante il dominio Forge i game sono stati tutti piacevoli e si può dire che nessun team esce veramente sconfitto dalla competizione. Una cosa certa è che il livello dei top team italiani cresce di giorno in giorno con alcune individualità da seguire attentamente nei prossimi mesi. Giocatori come Click, Guilty, Brizz e tanti altri stanno dimostrando, torneo dopo torneo, di poter fare furore anche in territorio europeo oltre che in territorio nazionale. Questo, oltre che per le indubbie qualità individuali dei giocatori, è possibile grazie al grande lavoro che tutte le organizzazioni stanno facendo a livello di team grazie a coaching staff di livello capaci di offrire ai ragazzi le migliori condizioni possibili per poter crescere in tutta serenità.

Le squadre in gara

Il 7 e 8 Ottobre al Romics, Team Qlash, Team Forge, Outplayed e TeS Gaming si sono dati battaglia per decretare il campione italiano di League of Legends. La prima semifinale della due giorni di Roma ha visto affrontarsi gli Outplayed e il Team Qlash in una Bo5 dall’esito tutt’altro che scontato. Alla prima esperienza nelle fasi finali di un torneo nazionale il Team Qlash si è fatto trovare tutt’altro che impreparato. Dopo un primo game perso i ragazzi non si lasciano scoraggiare e riescono a pareggiare il risultato grazie ad una stupenda Fiora di Mush che riesce a prendere grandissimo vantaggio sulla Camille avversaria. Tuttavia la maggiore esperienza degli Outplayed si fa sentire nell’allungo e la partita termina con un risultato di 3 a 1 in loro favore. Nonostante la sconfitta onore al Team Qlash che ha dimostrato di poter lottare alla pari con un team affermato come gli Outplayed.

La seconda semifinale e ultima Bo5 della giornata di sabato vede il Team Forge battere per 3 a 0 i TeS Gaming. I primi due game i TeS  mettono sotto pressione i Forge riuscendo a conquistare un bel vantaggio che però non riescono a sfruttare per portare a casa la partita. Un sontuoso Vrow nel secondo game con la sua Cassiopeia riesce a prendere kill in giro per tutta la mappa e portare un gran quantitativo di danni nei fight. Degno di nota è stato il pick di Ornn nelle mani di Efias come support nel terzo game. I Forge approdano così in finale dove incontrano i già qualificati Outplayed.

In una finale che ha il sapore di rivincita per gli Outplayed dopo la sconfitta del Red Bull Factions i due team sono pronti a dare spettacolo. Nonostante l’ottima prestazione degli Outplayed i Forge sono sembrati ancora troppo forti e organizzati. Una gestione pressoché perfetta di ogni aspetto della partita ha garantito loro la vittoria per 3 a 0 non lasciando mai respiro agli avversari. Meritatissimo l’MVP di Vrow che ha dimostrato di poter performare con praticamente qualsiasi campione andando a giocare addirittura Kog’Maw mid AD nell’ultimo game della serie. Il Team Forge sembra aver trovato l’alchimia perfetta tra abilità individuale dei giocatori e gestione perfetta di ogni singolo aspetto del gioco di squadra. Veramente belli da guardare.

L’evento: Quando la semplicitá ripaga

I limiti di una fiera come il Romics sono tanti e alla luce del sole, sopratutto se consideriamo il fatto che Lega Prima si è tenuta nello stesso padiglione dove vengono accolti anche gli YouTuber più famosi, cosa che ha portato a non pochi problemi di spazio e “rumori”. Nonostante questo GEG quest’anno è riuscita a organizzare un evento piacevole per tutti gli spettatori pur considerando le evidenti mancanze. Proprio da questo si deve partire per analizzare razionalmente un evento come questo. Quando si ha l’umiltà di riconoscere i propri limiti o, in questo caso, i limiti imposti da fattori esterni come mancanza di palco e poco spazio, si può solo che far bene. Come anche il mondo dell’arte ci insegna, il minimalismo non deve per forza essere considerato in chiave negativa. E proprio da questo l’organizzazione di Lega Prima ha saputo ripartire per organizzare un evento più maturo rispetto quello della scorsa edizione.

Presa coscienza dei propri limiti GEC è riuscita con Lega Prima a tenere d’occhio tutti quei pochi ma efficaci elementi centrali in qualunque competizione che si rispetti: ottimo livello delle partite, ottimo comparto cast/analyst desk e interessanti interviste; tutto il resto è in più e superfluo. Proprio a questo mi riferisco quando parlo di minimalismo. Sicuramente Lega Prima non raggiunge il livello di spettacolarità live del Red Bull Factions ma risulta molto più fruibile se prendiamo il solo lato competitivo senza considerare la componente dello spettacolo. Una fitta analisi post-game e un cast sempre sul pezzo hanno avuto il pregio di sviscerare dettagliatamente ogni aspetto dei game e, insieme alle ottime interviste, hanno contribuito alla narrazione delle storie dei veri protagonisti, i giocatori.

Detto questo Lega Prima è stato un evento molto piacevole da seguire in live e spero vivamente che GEC sarà in grado di migliorare edizione dopo edizione magari riuscendo anche a svincolarsi, una volta per tutte, dai limiti imposti da una fiera ormai in decadenza come il Romics.

Pagelle

ORGANIZZAZIONE EVENTO – 7 – Alla luce di quanto detto prima

TEAM FORGE – 10 – Che dire, imbattuti nelle fasi finali di Lega Prima e Red Bull Factions, meritano il massimo.

OUTPLAYED – 8 – Confermano le loro qualità e il loro stato di forma. Purtroppo i 4G sono ancora troppo lontani.

TES GAMING – 6 – Mi aspettavo qualcosa in più. Sufficienza appena raggiunta.

TEAM QLASH – 7+ – Grande sorpresa del torneo.

MVP – Vrow – Giocatore sontuoso capace di giocare praticamente ogni campione in corsia centrale.

 

La community

Fai crescere la community italiana, entra nel gruppo FB:  


Umiltà e minimalismo le parole chiave di questa edizione di Lega Prima
Giuliano "Yushiiko" Maenza

Ex-giocatore agonistico di calcio, negli eSports ho ritrovato tante di quelle componenti che mi hanno fatto innamorare proprio di questo sport. Seguo il competitive di League of Legends da ormai quattro anni e gioco, divisione scapoli e ammogliati, da cinque. Laureato triennale con una tesi sugli eSports e Twitch.TV, attualmente studio Marketing & Digital Communication a Roma per la magistrale.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701