SKT Faker

Terza sconfitta di fila per gli SKT Telecom T1

Condividi su WhatsApp  WhatsApp

Con la sconfitta di questa mattina per 2 a 0 contro i KINGZONE DragonX (ex Longhzu Gaming) sale a tre la quota delle sconfitte consecutive per i ragazzi degli SKT T1. Una situazione atipica a cui i fan non erano mai stati abituati prima d’ora. I problemi sono sicuramente tanti e sotto gli occhi di tutti.

Di fatto la serie si configurava come la rivincita della finale dello scorso split in cui, ricordiamo, i Longzhu hanno battuto gli SKT per 3 a 1. Tuttavia questa volta i team sono arrivati alla vigilia in maniera diversa e, in un certo senso, atipica. Infatti, i KINGZONE, dopo la vittoria contro gli Afreeca Freecs sono riusciti a ritrovare coraggio, complice anche il ritorno dell’esperto toplaner Khan nella lineup del team. Al contrario, gli SKT Telecom T1 hanno faticato nel trovare la condizione ottimale con due sconfitte maturate contro i Jin Air Green Wings e nel derby contro i rivali di sempre dei KT Rolster.

Nonostante questo gli SKT sono riusciti ad assicurarsi un grande vantaggio nell’early game del primo game, assicurandosi il first blood e il controllo del primo Drago. Però è venuto fuori, ancora una volta, uno dei principali problemi del team in questa stagione, quello di non riuscire a sfruttare il vantaggio iniziale in vista delle fasi avanzate della partita. Sembra strano da dire visto che gli SKT T1 sono da sempre conosciuti come i maestri del macro play. Infatti, con un comeback di 50 minuti ed una migliore gestione della macro, i KINGZONE si portano a casa il primo game della serie.

Con la sicurezza conferita dalla vittoria del primo game, i KINGSTONE DragonX hanno tirato fuori dal cilindro un pick insolito per questo meta, Fiora. La Fiora di Khan è riuscita a mettere sotto pressione le sidelanes durante tutto il game diventando, di fatto, inkillabile da qualunque membro degli SKT T1 nell’uno contro uno; inoltre con una splendida giocata in cui ha ucciso la Camille di Thal in corsia inferiore e attirato Blank ha consegnato un free baron al suo team che ha, di fatto, garantito loro la vittoria finale.

Appare chiaro che gli SKT T1 debbano risolvere i problemi al più presto, se non vogliono correre il rischio di trovarsi tagliati fuori dalla corsa per le posizioni che contano. Uno dei problemi maggiori riscontrati in questa prima parte della stagione è stato sul fronte della Giungla; sia Blank che Wolf faticano a rivelarsi efficaci e spesso non supportano adeguatamente Faker. Che sia arrivato forse il momento di provare il giovane Blossom?! In più, anche l’esperto ADC Bang è irriconoscibile, commettendo, in più occasioni, dei grossolani errori di posizionamento. Personalmente ritengo che bisogna dare tempo a questa nuova formazione degli SKT che, una volta trovata la giusta dimensione, sapranno stupirci come hanno sempre fatto, sia in campo nazionale che in campo internazionale.

 

Giuliano "Yushiiko" Maenza

Ex-giocatore agonistico di calcio, negli eSports ho ritrovato tante di quelle componenti che mi hanno fatto innamorare proprio di questo sport. Seguo il competitive di League of Legends da ormai quattro anni e gioco, divisione scapoli e ammogliati, da cinque. Laureato triennale con una tesi sugli eSports e Twitch.TV, attualmente studio Marketing & Digital Communication a Roma per la magistrale.

Asus Rog
Gli articoli di questo sito sono stati realizzati utilizzando Asus ROG G701